Blog: http://angolosbocco.ilcannocchiale.it

Dicembre ricco, mi ci ficco.

In diretta da Presa di Rete, dove angolosbocco svolge la funzione di misterioso ospite fisso:


Pensavate di cavarvela col Natale, un paio di cene coi parenti, uno scambio di regali coi colleghi per avere cose da riciclare alle suddette cene dei parenti, qualche chilo da smaltire e bye bye dicembre? Non quest’anno, non nel 2013.

Non so se vi è chiaro che mese ci aspetta. L’ultimo vero partito italiano il prossimo weekend elegge il segretario, e poi domenica ci sono pure le primarie del Pd. In tutto questo rinasce Forza Italia, rinasce AN, Galliani forse lascia il Milan, Alfano fonda un nuovo partito e Letta non si sa se dura a Palazzo Chigi.

E tutte queste cose sono collegate. Diceva il saggio che se una farfalla sbatte le ali in Cina, in Italia il Pd si allea con Giovanardi. E la farfalla che sbatte è quella di Belen, vabbè, ci siamo capiti.

Per fare ordine in questo caos eccovi il nuovo servizio “Scenari dal mondo”, sponsored by Border Radio: one nation, one station, ma non siamo noi.

SCENARIO A

Renzi vince le primarie e prende Civati come vice, Salvini diventa segretario della Lega e prende il cognato di Fassina come austita, Cuperlo si candida alle condominiali di casa sua ma le perde contro Galliani, Barbara Berlusconi si iscrive al Nuovo Centrodestra di Alfano portando con sé Kaka, Montolivo e Vincent Cassel, che non c’entra un cazzo ma passava di lì e pareva brutto non cagarlo, Berlusconi nomina Dudù amministratore delegato del Milan e compra Messi, Lilli e il vagabondo, quest’ultimo ceduto in prestito al Genoa in cambio di un briefing con la moglie di Gilardino. In tutto questo Letta si dimette e Napolitano in nome della stabilità nomina premier Violante e Quagliariello, insieme, che lanciano un coraggioso programma di riforme innovative: diversificazione dei diritti civili (matrimonio solo per gli etero, divorzio solo per i gay) e liberalizzazione completa del mercato del lavoro ma con il rigido limite di massimo 10 anni consecutivi di schiavitù. La Roma fa il record di 23 pareggi consecutivi, mentre Repubblica diffonde uno scoop incredibile: ad Arcore non c’era la vera Belen bensì Rosy Bindi con una parrucca nera.

SCENARIO B

Civati vince le primarie e prende Civati come vice, Cuperlo fonda il nuovo partito “Socialisti d’altri tempi con Cuperlo” ma perde il congresso fondativo contro Renzi. Bossi diventa segretario della Lega, Berlusconi di Forza Italia, Fini di Alleanza Nazionale: Civati, Renzi e Cuperlo, presi dal panico, uniscono le forze e fanno deportare Occhetto in Polinesia. Galliani lascia il Milan e fonda un suo partito dal nome sobrio, Barbara devi morire, ma prende solo lo 0,5% e retrocede. Barbara Berlusconi dal canto suo lascia il Milan e fonda un suo partito dal nome altrettanto sobrio, Adriano pelato del cazzo, candida Balotelli capolista e lo fa eleggere al Parlamento europeo, dove Mario dà lezioni private di inglese a Pittella. Berlusconi, Silvio, nomina come amministratore delegato del Milan Luciano Violante, che rimpiange Balotelli in quanto ragazzo di Salò, esonera Allegri in quanto troppo poco riformista e lo sostituisce con la figlia di Vittorio Mangano in quanto figlia di Vittorio Mangano. In tutto questo Letta viene sfiduciato e Napolitano in nome della stabilità nomina premier Gianni Morandi, che lancia un coraggioso programma di riforme innovative: piano straordinario di investimenti per realizzare fognature belle e accoglienti, lotta alla discriminazione degli orientamenti alimentari, meritocrazia spinta con la campagna “uno su mille ce la fa, gli altri 999 si fottano”. La Roma fa il record di 25 pareggi consecutivi, mentre Repubblica diffonde uno scoop incredibile: ad Arcore tra Belen e la Minetti non c’era Berlusconi bensì Saviano. Scalfari muore d’infarto.

SCENARIO C

Cuperlo vince le primarie. No dai, vabbè, a questa non ci crede nessuno.

 

Pubblicato il 4/12/2013 alle 0.54 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web