Blog: http://angolosbocco.ilcannocchiale.it

vocazione testamentaria.

nel pd si profila un derby tra epifani renzi e cuperlo renzi per il prossimo congresso, con qualche outsider tra cui renzi.
ma scopriamo chi sono gli aspiranti segretari e quale pd vogliono guidare.

matteo renzi

renziano di culto fonziano, rottamatore andato oltre la rottamazione pur di ottenere l'appoggio di gianni vernetti (per chi non conoscesse vernetti: l'anello di congiunzione tra renato altissimo e barbara palombelli), matteo renzi è il favorito per corsa alla segreteria, nonché l'unico a cui dichiaratamente non frega nulla del pd. se vedete in tutto ciò una contraddizione non siete dei veri democratici. renzi è l'enfant prodige della politica: campione di quiz a 20 anni, presidente della provincia senza sapere cosa sia la provincia a 29, sindaco di firenze a 34, aspirante sindaco di arcore a 36,
aspirante maggiordomo di marchionne a 37, a 38 anni diventa il primo politico che perde le primarie e vince le elezioni in contumacia. vuole un partito che non gli rompa i coglioni quando tenterà di diventare premier per realizzare un ambizioso programma basato su (omissis). punto a favore: non è di sinistra. punto a sfavore: non è di sinistra.
è appoggiato da giovani rottamatori come fassino e franceschini, ex rutelliani, ex demitiani, finti dalemiani e dal pdl.


gianni cuperlo
giovane promessa della sinistra dal 1987, ha un brillante futuro alle spalle. così alle spalle che nel pd qualcuno ha pensato a lui. uomo d'apparato, sufficientemente impalpabile da passare inosservato a chiunque (a parte il cognato di fassina), cuperlo piace ai giovani turchi e ai vecchi dirigenti che i giovani turchi fingono di detestare. pare sia persona molto colta e profonda (almeno così dicono i 63 politici e para-politici che lo conoscono), perfetta per incarnare il tipico partito di sinistra che spiega agli elettori cosa devono pensare, salvo scoprire dopo che gli elettori non gli hanno dato retta. punto a favore: nelle discussioni avrebbe sempre ragione. punto a sfavore: nelle urne avrebbe sempre torto. il suo pd potrebbe durare 80 anni e arrivare al 5% teorizzando la propria necessità materiale e storica.
è appoggiato dagli ex collaboratori di d'alema, dai neodalemiani, forse da renzi in accordo con d'alema e da d'alema.

gianni pittella

vicepresidente del parlamento europeo, noto in basilicata e (fuori dai confini lucani) a gianni cuperlo, è considerato l'uomo di d'alema in europa. ha dichiarato di volersi candidare ma nessuno gli ha dato retta. punto a favore: non è epifani né cuperlo. punto a sfavore: è pittella.
è appoggiato dalla sua famiglia, dai dalemiani in esilio e dall'edicolante di d'alema.

pippo civati

figuriamoci se può vincere uno così, che dice robe sensate e non ha nemmeno un simil-dalemiano a sostenerlo.


guglielmo epifani FORSE GIUSTAMENTE SI VERGOGNA
non comunista, non democristiano, non giovane, non trascinatore di folle, è in perfetta continuità con la linea della non vittoria, del non governo e del non cambiamento. ha uno zoccolo duro nei pensionati della cgil, in particolare stravedono per lui ipovedenti e moribondi. vuole mettere le pensioni al primo punto e fare il pieno del voto anziano. punto a favore: i vecchi sono tanti. punto a sfavore: i vecchi muoiono. il suo pd potrebbe durare 3-4 anni, massimo 6 seguendo una dieta equilibrata e prendendo regolarmente la cardioaspirina.
è appoggiato da ex dalemiani come bersani, ex alleati di d'alema come i popolari, qualche veterodalemiano sparso e dal cane di d'alema.

new entry: sergio chiamparino
RITIRATO PRIMA DEL VIA
renziano di culto chiampariniano, amante di chiamparino, ex sindaco della città di chiamparino e attualmente presidente della fondazione san chiamparino. marchionne ne apprezza l'umiltà. punto a favore: la fiat. punto a sfavore: la fiat, soprattutto la duna.
è appoggiato da chiamparino e dalla corrente dalemiana della uil.

maybe entry: stefano fassina NON ENTRY PERCHE' NON LO VOTA MANCO IL COGNATO
ex responsabile economico del pd, ex giovane turco, ex giovane, ex sinistra pd, è passato dall'opposizione di concetto al governo monti al posto di viceministro nel governo letta-alfano passando per la celebre frase "l'elezione di franco marini al quirinale ci riconnetterebbe sentimentalmente al paese" che gli è valsa tre nomination per l'ambito Hashish d'oro 2013. punto a favore: nessuno. punto a sfavore: il cognato.
è appoggiato da suo cognato.

ghost entry: "una donna cattolica di successo" RITIRATA IN CONVENTO

chi è la candidata che aleggia nei retroscena dei quotidiani? sono da scartare alcune ipotesi: emma bonino (non è cattolica), anna finocchiaro (non è di successo), rosy bindi. rimangono in lizza suor paola e roberto formigoni.

Pubblicato il 14/5/2013 alle 13.4 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web