Blog: http://angolosbocco.ilcannocchiale.it

La manovra.

E alla fine il governo fece la manovra.
E che manovra. Un po' come quando vai in retromarcia e pigli un albero. Nel senso che non passi inosservato ma non per bravura, ecco.

E' tornata l'Ici ma si chiama Imu. Quando il governo ha illustrato la manovra ai giovani, quelli pensavano che fossi iMu, l'app che scuoti l'iphone ed esce il latte fresco.

Notevole la riforma previdenziale: all'inizio fu lo scalone maroni. Poi furono gli scalini damiano. Mo' ci sono i salti-che-manco-batman fornero, con gente che doveva andare in pensione nel 2012 che ci andrà nel 2017, sempre che l'azienda dove lavorano non chiuda, non vada all'estero o non venga chiusa per attentato al buonsenso causa produzione della freemont. O anche tutte e tre le cose assieme.

E vogliamo parlare delle pensioni degli attuali vecchi? Quelle sopra i 936 euri non vengono più rivalutate con l'inflazione. Il pane aumenta? Mangia di meno. Il latte aumenta? Bevi di meno (o scaricati iMu). La retta dell'ospizio aumenta? Crepa.

Poi c'è una specie di tassa dell'1,5% sui capitali rientrati con lo scudo fiscale. Ve la ricordate? Era la roba che aveva proposto bersani, e tutti a dirgli che non si poteva fare, che era un cretino. Ora la fa monti ed è un genio. No, dico, il pd è così credibile che pure quando sono più avanti di tutti fanno comunque la figura dei coglioni.

C'è una supertassa sugli elicotteri e sugli yacht. Il motivo è chiaro: tu sei un pensionato con la pensione bloccata, la figlia in mobilità che deve aspettare 3 anni per la pensione e il nipote disoccupato. Arrivi alla quarta settimana del mese e non riesci più a comprare carne, ma non ti lamenti, eh no, perché pensi "beh, ma i ricchi hanno la tassa sullo yacht". Perché minchia, questa è l'equità e se non ti piace vai a fare la rivoluzione in bolivia, stronzo.

E alla fine ci sono le briciole, tipo 5 miliardi di tagli a regioni, province e comuni. Perché in fin dei conti il paese è bloccato per via di tutti questi lacci e lacciuoli, come gli asili, l'assistenza sociale, i musei, i vigili urbani. Basta con gli sprechi, basta con le spese inutili! Aboliamo i semafori rossi! Privatizziamo i disabili! Chiudiamo i nidi e portiamo i bambini al museo, che si istruiscono anche! 

In definitiva diciamo che l'Italia aveva dei problemi anche seri (e ragionava pure male). Era come un uomo con una gamba 40 centimetri più corta dell'altra. Oh, 40 centimetri sono tanti. Cammini storto che mica c'è da scherzare. Sei completamente senza equilibrio, ti viene la schiena curva, non riesci a combinare un cazzo. Insomma, un problemone.
Serviva un lavoro difficile. Bisognava aggiungere un pezzo di gamba artificiale da una parte, e tagliare l'osso per un 15-20 centimetri sull'altra gamba. Un'operazione complicata. E proprio per questo abbiamo preso un chirurgo ortopedico della madonna, uno che il mestiere lo conosceva davvero.
Questo prepara l'equipe per l'operazione. Addormenta il paziente, si fa passare il bisturi, apre la gamba più lunga e... sbam! la distrugge a martellate.

Aspetta che ci svegliamo dall'anestesia, aspetta, non scappare, aspetta.

Pubblicato il 6/12/2011 alle 0.27 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web