Blog: http://angolosbocco.ilcannocchiale.it

Partiti democratici (come soldati) e non ancora tornati.

Il pd può essere soddisfatto. A prescindere dalle cifre del corteo di sabato scorso, è incontestabile che la risposta dei militonti sia stata ottima, considerando che era una manifestazione né di governo né di opposizione, senza proposte, senza idee e senza obiettivi. I militonti, fedeli alla linea purché non ci sia, hanno dimostrato di essere ancora in vita e hanno palesato la volontà di salvare l’Italia, stante la palese impossibilità di salvare il pd.
Ora i militonti sono pronti a partecipare a nuovi grandi e meravigliosi eventi.

2 novembre. Nella giornata dei morti, verranno commemorati Vittorio Foa (la cui morte ha destato stupore perché nessuno pensava che fosse ancora vivo), Leopoldo Elia, Grande Puffo, la sinistra, Massimo D’Alema, Romano Prodi.

8 dicembre. In onore all’immacolata concezione, si celebrerà la giornata dei miracoli democratici (ottenuti senza peccato): la caduta del governo Prodi, il grandioso risultato elettorale alle politiche, piero fassino rispedito in italia dall’opposizione birmana.

25 dicembre. Natale: siamo tutti più buoni. 8 milioni e mezzo di militonti faranno un presepe vivente (più o meno) in piazza navona. Veltroni sarà BG (bambin gesù), bettini sarà il bue, fassino l’asino.

P.s. Oggi grandi cortei studenteschi contro la Gelmini. Angolosbocco, che preferisce gli studenti ai militonti, vuole solo dire che tra la Gelmini e Fassino scelgo Fassino tutta la vita. E ho detto tutto.

Pubblicato il 30/10/2008 alle 15.7 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web