Blog: http://angolosbocco.ilcannocchiale.it

Il decalogo dell’allegra Brigata Vacca Augusta (BVA).

1) Gli aderenti alla BVA si impegnano a leggere assiduamente e a commentare il blog titollo.ilcannocchiale.it, ma si rifiutano di rimuovere i cumuli di spazzatura lasciati li' da uolter.
2) Gli aderenti alla BVA si impegnano a scrivere commenti seri a tale blog in una percentuale inferiore al 20%.
3) Gli aderenti alla BVA si impegnano a mandare in vacca almeno 2 post del noto blogger titollo ogni settimana.
4) Gli aderenti alla BVA credono in Trottolo.
5) Gli aderenti alla BVA sognano di diventare uomini guida per cani ciechi.
6) Gli aderenti alla BVA non sono vegetariani (e se lo sono è perché odiano le piante) e si impegnano quotidianamente per il trionfo dell’inutile, del superfluo, dell’incomprensibile, dell’incommensurabile e del cioccolato.
7) Gli aderenti alla BVA sono convinti che il miglior ministro degli esteri del mondo abbia i baffi.*
8) Gli aderenti alla BVA non venerano il grande puffo né gli snorkeys e non hanno la mania compulsiva di unire tutti i riformismi non socialisti.
9) Gli aderenti alla BVA si allenano settimanalmente nei 110 metri a ostacoli saltando gli steccati del novecento e si riposano poi sedendosi al parlamento europeo, in qualunque gruppo li ospiti, tanto è uguale.
10) Per aderire alla BVA occorre, oltre a una richiesta esplicita fatta a qualcuno in qualche modo, dimostrare di saper mandare in vacca i post del noto blogger titollo.

* = Hai i baffi ma non e' rosy bindi, ha la coda ma non è della margherita, quindi, visti i suoi successi in campo internazionale nonché nel ruolo di ministro degli affari esteri della piccola ma libera ed indipendente repubblica di Palopique Bajo, non può che essere: Trottolo.

I fondatori della BVA:
rip
teresa
angolosbocco
tatablues
jaime
gabrilich

Con l’appoggio esterno di:
ja
pa


Se vuoi aderire alla BVA, seguine i comandamenti e inserisci il logo nel dorso del tuo blog!

Pubblicato il 23/1/2008 alle 11.8 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web