Blog: http://angolosbocco.ilcannocchiale.it

Il Capodanno dei giovani democratici.

Buon anno, come ogni anno, quando un anno finisce e un altro sta per cominciare, eccoci qui a capodanno, poco poco, piano piano, come piace a noi. Siamo in tanti, noi giovani democratici della sezione “Gigi Marzullo”.
Per il veglione volevamo organizzare qualcosa di speciale, e probabilmente ci siamo riusciti.
Qualcuno aveva proposto il classico cenone con festa a seguire a base di alcool e canne. Ma francamente non era quello che cercavamo: quelle sono le feste del ventesimo secolo, noi vogliamo dare risposte nuove a problemi nuovi, feste nuove per anni nuovi, veglioni nuovi per un nuovo secolo che le categorie del novecento (comunismo, socialismo, lenticchie, zampone) non ci permettono di interpretare.
Lasciamo quindi cenone e feste immorali a chi ancora oggi rimpiange ciò che è stato, e tuffiamoci in questa meravigliosa modernità, con la consapevolezza che la cifra della sfida generazionale che ci attende dipende molto da noi stessi e dal nostro capodanno.

Alle ore 20 ci ritroveremo in preghiera, per celebrare San Silvestro, patrono dei gatti sfigati. Titti Di Salvo non la vogliamo, altrimenti rischiamo di cadere in tentazione e di riesumare il classico cenone.
Alle 23, terminata la breve preghiera, mangeremo un frugale spuntino a base di ostie, costine e caramelle gommose a forma di puffo. Per i vegetariani solo ostie e costine: noi sappiamo bene che le scelte personali vanno rispettate e comprendiamo perfettamente che ci sia qualcuno che francamente non se la sente di mangiare le caramelle a forma di puffo.
Alle 24, per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, stapperemo all’unisono 32 bottiglie di gassosa. Sinceramente avremmo preferito un po’ di spumante, ma tutte le casse sono state requisite da Veltroni. D’altra parte ci rendiamo conto che noi siamo i giovani, i giovani, i giovani, siamo l’esercito, l’esercito di Uolter. E quindi se Uolter ha detto “gassosa”, noi, nella nostra totale indipendenza e autonomia, ci siamo riuniti, abbiamo discusso a lungo e abbiamo deciso che noi giovani, di fronte alle insidie del nostro tempo, dobbiamo bere gassosa. Senza ruttare.
All’1 di notte i più piccoli andranno a dormire nelle due camerate (maschile e femminile) che abbiamo allestito. A 10 kilometri l’una dall’altra. Il servizio d’ordine COOP (Controllo Ordine Orgoglio Purezza) controllerà che ognuno stia nel suo letto con le mani conserte.
All’1.30 andremo all’entrata di tutte le discoteche ad allestire dei bei gazebo per far votare i nostri coetanei alle primarie di noi giovani democratici e per brindare con loro al grande Pd con una bella bottiglia di latte fresco.
Alle 4 tutti a nanna, sottovoce, poco poco, piano piano, come piace a noi, senza disturbare nessuno e senza mai disobbedire, con la coscienza pulita di chi esegue sempre gli ordini divertendosi e senza fare domande. Perché questa è l’essenza della politica. L’unica essenza che a capodanno ci piace annusare. Noi, della sezione “Gigi Marzullo” dei giovani democratici, cambieremo il mondo. Siamo già pronti a farlo, aspettiamo solo che Dio ci dia la forza e che Veltroni dia l’ok a Dio.


Pubblicato il 31/12/2007 alle 6.54 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web