Blog: http://angolosbocco.ilcannocchiale.it

- 4 alle primarie.

Oggi Enrico Letta sarà a Firenze, per ricordare che non solo siamo a meno 4 dalle primarie, ma pure la Fiorentina è a meno 4 dall’Inter. A Firenze il sottosegretario con la N maiuscola (la N di nipote) si metterà a lavare vetri, per spiegare che il Pd sarà solidale con gli immigrati, e poi si farà arrestare, per spiegare che la sicurezza non è né di destra né di sinistra: semplicemente è assicurata con lui al fresco. Poi non importa se è San Vittore o Pinguino De Longhi.

Rosy Bindi al mattino sarà allo zoo per fare una mezz’oretta di lotta con il leone, che abbatterà con nonchalance canticchiando “il veltroni si è addormentato e paura non mi fa… auimmaué auimmaué…”. Quindi Rosy andrà a Torino, ma non al Lingotto: visiterà la Fiat di Mirafiori alzando da sola una panda bianca. Il Wwf protesterà, trattandosi dell’unica panda bianca femmina presente in Europa e quindi non è proprio il caso di sottoporla a fumo passivo di hashish (si sa, non c’è rosy senza spini).

Piergiorgio Gawronsky sarà all’anagrafe di Roma per cambiare il nome in Gavaroni, nonostante Schettini insista perché cambi in Piercomandante Kirk. All’anagrafe però, visto il cognome tipico della provincia di Nuoro, gli diranno di andare nel paese d’origine: il planet pig (o porco mondo, a scelta).

Mario Adinolfi entrerà nell’assemblea costituente del Pd e lì rimarrà incastrato tutto il giorno.

Walter Veltroni terrà uno storico discorso a Genova (perché ha i giorni tutti uguali), dopo aver esposto dal Campidoglio la bandiera beige della campagna “compra anche tu un lecca-lecca al lampone per i bambini birmani”. Nel discorso Veltroni toccherà tre temi cruciali: 1) un nuovo meraviglioso patto fiscale grazie a cui lo Stato spenda di più e tutti paghino di meno ricavandone gioia e tripudio; 2) un nuovo splendido patto generazionale in cui i giovani aiutino le vecchine ad attraversare la strada (che mica lo può fare sempre lui e Franceschini non c’ha mai voglia) e le vecchine aiutino i giovani a scoprire la bellezza della vita e dei veri valori democratici – laici – cristiani – liberali – riformisti - socialisti? (no, socialisti no); 3) una nuova magnifica patta dei jeans, che fanno molto americano e quindi Kennedy, che serva a tendere la mano (o altro) al celodurismo leghista nonché all’on. Mele e all’Udc, in nome di un sano machismo di nuovo conio (quello per chi ha le dimensioni di una moneta da 2 euro): perché il corpo è un mezzo di comunione e comunicazione straordinario, e allora uniamoci nell’estasi dell’amor democratico, con passione e castità. Insomma, una flebo di confettura e via, tutti ai gazebo, che qui si fan l’Italia e le more.

Pubblicato il 9/10/2007 alle 23.38 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web