.
Annunci online

 
angolosbocco 
Bisognerebbe cercare di essere felici, non fosse altro che per dare l'esempio (Prévert)
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aggregatore delle sinistre
OMONIMO (michi)
rip
GE-NIA-LE!
Robecchi!
teresa
chiara
il blog di paola
il giovane zwingli (stile!)
il fu titollo (degnocomparedifassino)
miss welby
albicoccoalcuraro
il popolo sovrano
egine
unaperfettastronza
zarathustra!
invarchi!
sostiene proudhon
anellidifumo
rojarosevt
PAPARAZZIN
my personal resp org!
ciro
TheBreakfastClub
mi ha scoperto! (grazie)
nato mancino
chuck norris!
il vocabolario di zio nario
  cerca

Free blog counters




"Quando ho la sensazione che in fabbrica ci sia un po’ di disordine – mi diceva un giovane industriale – quando vedo che si profila uno sciopero, io prendo il mio yacht. Me ne vado. In crociera. Alle Bahamas. E mi porto dietro un po’ di operai". "Come viaggio premio?". "No, come ostaggi".
(Marcello Marchesi)


STUPIDARIO COMUNALE

"Mia figlia è stata assunta fruttai" (full-time, ndr)
"Melfi non è in Campania? AH già, infatti i miei parenti sono della costiera amalfitana, vengono da Malfi"
"Qui c'è una lettera che mi critica sul giornale. Ah, ma voglio proprio vedere la Stampa di domani. C'è scritto 'segue firma', domani la pubblicheranno!"

"Ho visto un soggiorno lifting..."
"C'è stata un'altra manifestazione di splatters"
(nel 1998): "Sono indaffarata per il centenario della Repubblica
"Ho saputo che tuo padre ha avuto un iptus".
"C'è in linea l'assessore della Fiat".
"Hanno trovato un pesce metà squalo metà serpente. Esiste da 80 milioni di anni!"."E' tutta colpa degli esperimenti nucleari".
"Abbiamo il nostro uomo all'Havana". "Non conosco il dottor Lavana".
(cercando la dott.ssa Cortese): "Avrei appuntamento con la dottoressa Gentile".
"Scusate il ritardo, ho dovuto portare mia moglie dallo speleologo".
(parlando dei propri associati): "I miei sudditi..."



__________________________________

"Per egemonizzare il pd servirebbe un esorcista". (tatablues)

"Ratzy è un pinguino vestito di bianco che dice porcherie". (Ale della classe di Antigone)




"Gli aziendalisti sono diversamente universitari".
(Zarathustra)

"Yes, weak end". (Indyeuge)




La frase del momento
La cordata, non c'è altro modo.

La jena più bella degli ultimi giorni

Infiltrati.
Maroni lancia l'allarme su possibili infiltrati nel corteo della Fiom. Oddio, ci va anche lui?

[www.lastampa.it]

Consigli per gli acquisti
Un terzino destro.

Il mio personale Pantheon del momento
Michele Serra
Bruno Buozzi
Javier Zanetti

James Bond
Giacinto Facchetti

La canzone del momento
Save the last dance for me (Tina Turner)

 

BlogNews


 

Diario | Attico | Le avventure del giovane Zwingli | Il Barone Rampicante | Vita da Al Fano |
 
Diario
1visite.

29 gennaio 2008

Se ne vanno sempre i migliori.

Germania: paziente che deve essere operato al cuore cade dal tavolo operatorio e muore.

Un po' come prendere la rincorsa per buttarsi sotto al treno e fracassarsi la testa contro il passaggio a livello. O come soffrire di anemia e essere ucciso da Tiziano Ferro. O come essere a dieta e morire di un'indigestione (altrui). O come essere capo del governo e presidente di un partito e cadere per colpa del segretario. Come dire: cose che capitano, non c'è da stupirsi.

Ora, dopo riflessioni filosofiche di così grande interesse, Angolosbocco si ritira a scrivere la tesi per 5 giorni. Prima di farlo, intendo però ricordare a tutti e 3 i lettori di questo blog che Angolosbocco si è recato da Napolitano per le consultazioni. Gli ho detto che sono contrario alle elezioni, perché prima devo finire la tesi, eccheccazzo. Indi per cui gli ho proposto di affidare un mandato esplorativo a Messner, che esplori e scali, e se non scala usi pure l'ascensore, al fine di formare un governo esplorativo, che abbia come unico scopo l'individuazione di un governo postesplorativo. E avanti così fino al 2011. Secondo me, ho detto a Napolitano, Cossiga è d'accordo. E poi, parafrasando Enzo Biagi, "il colera passa, i Veltroni restano: è dunque vero che se ne vanno sempre i migliori".


26 gennaio 2008

Mai più.

Veltroni non farà mai più un'alleanza con chi non è d'accordo con lui. Quindi alle prossime elezioni sarà alleato di Bettini, Franceschini e Veronica Lario.
La sinistra non farà mai più un'alleanza con moderati e centristi. Quindi alle prossime elezioni la cosa rossa va da sola.
Mastella non farà mai più un'alleanza con chi non si dichiara pronto a bombardare tutte le procure gettando tacchini da 2.000 metri d'altezza.
Dini non farà mai più un'alleanza con chi gli dice che è brutto.
Boselli non farà mai più un'alleanza con chi non vuole mettere almeno 15-16 bestemmie nel programma.
Mara Carfagna non farà mai più un'alleanza con Elisabetta Gardini e Gabriella Carlucci.
Elisabetta Gardini non farà mai più un'alleanza con Mara Carfagna e Platinette.
Gabriella Carlucci non farà mai più un'alleanza con Platinette e Mazinga.
Mazinga e il Grande Puffo non faranno mai più un'alleanza con Holly e Benji.
Holly e Benji non faranno mai più un'alleanza con Veltroni perché tifa per la Roma e la Juve e non per la New Team.
Titti non farà mai più un'alleanza con Silvestro, dopo che l'ultima volta le ha dato una spallata e se l'è mangiata.
Prodi ha proposto un accordo elettorale a Titti.
Veltroni ha detto che il simbolo con cui si presenterà sarà "Pd con Silvestro", ma Silvestro ha deciso di candidarsi con l'Udc.
Napolitano intanto cerca di varare un governo balneare, per potersene finalmente andare al mare: da 3 mesi ha in programma una bella gita con Ciampi, Scalfaro, Nemo, Shreck e Edwige Fenech.

24 gennaio 2008

Meglio del derby.

Cusumano dice che voterà la fiducia ed esce in barella.

Ora ci attendiamo…

Grillini entra da dietro su Fisichella: ammonito. Grillini però protesta: “a lui è piaciuto” dice.
Angius salta allargando il gomito e colpisce per caso Possa, quello che gioca con le stampelle (un po’ come Pistorius), che è 20 metri più in là. L’arbitro Marini lascia correre per l’evidente involontarietà del gesto. Possa esce in barella, mentre rientra Cusumano.
Lidia Menapace, giovane e scattante, entra a gamba tesa su Castelli, rompendogli il perone. Marini fischia il fallo ma non estrae alcun cartellino: la Menapace non era ultimo uomo. Castelli esce in barella, mente rientra Cusumano.
Dini si accorge che qualcosa non va e prova a dire all’arbitro che ci sono due Cusumano in campo. Non fa in tempo a finire la frase che Scalfaro gli tira in testa uno scarpino con i tacchetti. Dini esce in barella, mentre rientra Possa. Scalfaro colpisce pure Possa, che riesce in barella, mentre rientra Cusumano. E sono tre.
La confusione è totale: Grillini ne approfitta per effettuare una nuova entrata da dietro su Fisichella (usciranno insieme in barella), Dini prova a rientrare in campo ma la Finocchiaro gli tira addosso una palla da bowling e cinque coltelli da cucina, Possa tenta di rientrare per la seconda volta ma Scalfaro è nuovamente prontissimo e lo respinge con un comodo bazooka da taschino.
La Binetti invoca lo spirito santo, ma lo spirito santo risponde “guarda, col casino che c’è è meglio se invochi il servizio d’ordine, bella”.

23 gennaio 2008

Il decalogo dell’allegra Brigata Vacca Augusta (BVA).

1) Gli aderenti alla BVA si impegnano a leggere assiduamente e a commentare il blog titollo.ilcannocchiale.it, ma si rifiutano di rimuovere i cumuli di spazzatura lasciati li' da uolter.
2) Gli aderenti alla BVA si impegnano a scrivere commenti seri a tale blog in una percentuale inferiore al 20%.
3) Gli aderenti alla BVA si impegnano a mandare in vacca almeno 2 post del noto blogger titollo ogni settimana.
4) Gli aderenti alla BVA credono in Trottolo.
5) Gli aderenti alla BVA sognano di diventare uomini guida per cani ciechi.
6) Gli aderenti alla BVA non sono vegetariani (e se lo sono è perché odiano le piante) e si impegnano quotidianamente per il trionfo dell’inutile, del superfluo, dell’incomprensibile, dell’incommensurabile e del cioccolato.
7) Gli aderenti alla BVA sono convinti che il miglior ministro degli esteri del mondo abbia i baffi.*
8) Gli aderenti alla BVA non venerano il grande puffo né gli snorkeys e non hanno la mania compulsiva di unire tutti i riformismi non socialisti.
9) Gli aderenti alla BVA si allenano settimanalmente nei 110 metri a ostacoli saltando gli steccati del novecento e si riposano poi sedendosi al parlamento europeo, in qualunque gruppo li ospiti, tanto è uguale.
10) Per aderire alla BVA occorre, oltre a una richiesta esplicita fatta a qualcuno in qualche modo, dimostrare di saper mandare in vacca i post del noto blogger titollo.

* = Hai i baffi ma non e' rosy bindi, ha la coda ma non è della margherita, quindi, visti i suoi successi in campo internazionale nonché nel ruolo di ministro degli affari esteri della piccola ma libera ed indipendente repubblica di Palopique Bajo, non può che essere: Trottolo.

I fondatori della BVA:
rip
teresa
angolosbocco
tatablues
jaime
gabrilich

Con l’appoggio esterno di:
ja
pa


Se vuoi aderire alla BVA, seguine i comandamenti e inserisci il logo nel dorso del tuo blog!

21 gennaio 2008

Speciali Soprusi e Canzoni.

Il Papa voleva andare alla Sapienza, ma ha rinunciato per colpa degli intolleranti laicisti e giacobini che non gli permettono mai di parlare in pubblico.
Quali altri soprusi si celano nell’Italia che nega il diritto di parola al Papa?
Speciale Angolosbocco “Soprusi italiani”. Su Angolosbocco Channel. Cioè qui sotto.

Berlusconi ha tutta la televisione contro!
Questa è storia antica, direte voi. Si sa, è uno dei massimi problemi italiani. Ma ora la questione sta assumendo proporzioni più che preoccupanti: Berlusconi non è più presidente di Mediaset (che gli è stata rubata dal figlio) e ora gli hanno tolto pure il Tg1, affidato a quel comunista puzzone di Riotta. Si attendono con preoccupazione gli ispettori dell’ONU e si temono le seguenti sanzioni.

Gli imprenditori non arrivano alla fine del mese!
Uno scandalo che ci mette in pessima luce di fronte all’Europa: tra tasse altissime, salari da favola e la concorrenza della Cina e del Botswana, i nostri virtuosi imprenditori non ce la fanno più. La maggior parte di loro muore di fame, tanto che dichiarano meno di 5.000 euro all’anno. E sono sinceri, perché – si sa – a imbrogliare il fisco non sono certo i nostri valenti industriali! Che scandalo! Che roba! C’è da inorridire!

Fassino è una spia!
Lo sapevate? Fassino, il leader politico più temuto degli ultimi tempi (soprattutto dai suoi compagni di partito, quando parla), il parlamentare più amato dalle masse popolari che lo vorrebbero presidente della repubblica italiana (le masse popolari sono quelle francesi, inglesi, tedesche, ecc, ecc), ebbene: è una spia! È stato visto recarsi spesso in Birmania, dove i comunisti governano con una feroce dittatura, finanziati dai russi e da Cuba. Spionaggio! Tradimento! Cospirazione!

Non c’è più rispetto per gli anziani!
I giovani italiani non rispettano i vecchi, i nostri saggi, la nostra colonna portante. Ovunque andate, vedrete sempre e solo giovani avvocati, giovani giornalisti, persino giovani ministri. In Italia appena arrivi a 45 anni ti rottamano senza rispetto, calpestando la tua dignità! È ora di denunciare tutto questo al Papa, nonostante lui non possa parlare mai in pubblico, a Berlusconi, nonostante lui non possa mai parlare in tv, e a Fassino, che spiffererà tutto ai bolscevichi birmani.

Italiani! All’armi! La Chiesa e Mediaset non possono essere sopraffatti dalla dittatura del proletariato!

18 gennaio 2008

Liberi pensieri in libero stato (confusionario).

Ho visto un giovane dotato di sana laicità, l’ho bloccato con un incantesimo e gli ho letto nel pensiero. Ecco i risultati:

Domani prendo il treno e vado a roma. Vorrei andare a parigi, ma il treno dei desideri all’incontrario va, si sa. Vado a roma a manifestare la mia solidarietà al papa, perché in italia è pieno di intolleranti che non accettano la sua verità suprema come legge e ciò è moralmente inaccettabile, po*****o. qua c’è gente che non vuole che io possa liberamente esprimere le mie idee, mentre io dico (no, di.co. no, io asserisco) che in uno stato laico ognuno dovrebbe avere il diritto di discriminare un po' chi cazzo gli pare, m***la d’una m*****a!! ed è bene che si sappia che tutti ci stringeremo intorno al papa, e se stringendoci qualcuna rimmarà incinta, beh, è dio che l’ha voluto, d*****e. io vado a dire al papa che ci voglio tanto bene, che lui deve lottare perché l’italia sia finalmente un paese libero, dove se voglio dire che i gay sono malati lo posso dire e se qualcuno mi vuole contestare napolitano gli dice che è ignorante e sovversivo e la polizia lo corca di mazzate. Insomma, i veri laici non sono quelli che permettono a ognuno di fare quel che vuole, ma che sono aperti al dibattito: da una parte gli scienziati con i loro punti di vista sbagliati, dall’altra il nostro mittttico papa con la verità in tasca, che poi quando la esce di tasca tutti fanno “ooohhh” come i bambini, ma lui dice “no scusate, questo è un bigliettino di padre georg” a esce la verità dall’altra tasca, e tutti rifanno “oooohhh” e lui ci dice “non fate oooohhh che sembrate checche” e poi ci legge la verità e noi che siamo laici la impariamo subito a memoria. Così è, e se qualcuno non gli va bene non è laico, di*******do. Che poi noi siamo aperti e vogliamo far incontrare fede e ragione: chi ha la fede ha ragione, chi non ha la fede è perché non è sposato e allora è finocchio e non ci ha ragione, ci ha da curarsi perché è una malattia ed è pure contagiosa, che se stai troppo con quelli lì poi diventi così anche tu, che ti piace il calippo, epperò è contro la natura che ha deciso che il calippo ce l’ha il maschio ma ci piace alla femmina, che a ognuno ci piace quello che gli manca, che insomma un po’ devi sudartele le cose, gesucccristo. Noi non siamo contro agli invertiti, ma mica si possono sposare, anzi, devono pentirsi, che a noialtri al lavoro quando ce l’ho mettono in culo è perché ci stanno fregando, mica perché ci stiamo divertendo, ecco. Io sono laico e quindi vado dal papa a roma, perché lui è il più laico di tutti e infatti si confronta con tutti, e poi chi non è d’accordo ha diritto a non essere d’accordo, ma ha torto e deve essere corcato di botte da tutti, in una società veramente laica e libera. E poi c’ha ragione ferrara, che ora serve la moratoria sulla 194, perché lui ci ha fatto la dieta e adesso indossa la 192. Vai papa, grande papa, sano come un papa, laico come un papa.


16 gennaio 2008

La platea.

Come dice la Stampa, “il Papa rinuncia alla Sapienza”. Francamente, non avevo dubbi. Anzi, se la Stampa è in crisi con i titoli, ho alcuni altri personaggi da suggerire, tutti che hanno rinunciato da tempo alla sapienza. Per non sbagliare si può iniziare con Fassino, ad esempio.
Però non tutti sanno il vero motivo della rinuncia di San Benedetto, l’unico papa oligominerale. Il motivo è un sogno che ha fatto Ruini. Dopo averne parlato con Ratzty, hanno deciso insieme che era meglio lasciare perdere la visita.
Angolosbocco, esempio di giornalismo d’inchiesta, ha lo scoop del secolo: il sogno di Ruini! L’ho intercettato grazie agli amici di Telecom, che saluto. Ed eccolo a voi:


Gremita la platea che accoglie l'Imperatore Palpatine alla Sapienza. Il nome non deriva dalla somiglianza con il cattivo di guerre stellari (ovvio che si somiglino, sono la stessa persona), ma dal soprannome che Padre Georg ha dato a Ratzy nell'intimità: Uno è imperatore delle palpatine, l'altro condottiero delle strizzatine.
Sulla sinistra dell'aula magna ci sono gli studenti, forniti di preservativi ripieni di polpa di pomodoro da lanciare. Il loro tentativo è bloccato da Giuliano Ferrara, che urlando “moratoria o no, 194 è il mio peso forma” li assale e mangia tutto: polpa di pomodoro, profilattici, due studenti e quattro sedie.
Sulla destra sono schierati i papaboys, divisi tra le associazioni pro-patria, pro-messa e quella degli scomunicati (eretici erotici): la pro-tetta. Sono pronti, all'ingresso del Papa, a buttare in aria migliaia di coriandoli bianchi e gialli. Quando entra in sala Rita Levi Montalcini si confondono e gettano i coriandoli. Il problema è subito risolto da Giuliano Ferrara, che li mangia tutti, e già che c'è si pappa pure un papa-boy e un microfono.
In mezzo le autorità. In prima fila la Binetti è elegantissima, avvolta in un vestito di Chanel (Totti) e in un cilicio di Christian (Dior); Veltroni indossa il cappello delle grandi occasioni (quello fottuto da Intini al Grande Puffo nel '90 e regalato a Uolter per il suo primo compleanno); Rutelli è sommerso dal fard finché non arriva Ferrara a mangiarglielo e già che c'è ingoia pure il tavolo dei relatori; Prodi dorme.
La trepidazione è al massimo quando il Papa esce dalla Papamobile (quella con motore ibrido, metà a benzina e metà a vin santo), sale le scale ed entra in sala. Poi si ferma a salutare Ferrara e Ferrara lo mangia.

13 gennaio 2008

Angolo-tesi.

Angolosbocco sta scrivendo la tesi.

Il programma di lavoro è:
- presentare la tesi a marzo;
- presentare l'antitesi a giugno;
- presentare la sintesi a settembre, unendo le culture politiche, superando gli steccati del novecento, fondendo assieme arial e times new roman.

Al momento l'indice della tesi è questo:
1) Perché fare la tesi?
  1.1 Perché se no non mi laureo
  1.2 Perché così posso tirarmela
  1.3 Perché un laureato conta più di un cantante
  1.4 Perché anche se così non fosse, sono stonato
  1.5 Per non pagare altre tasse universitarie
2) Scrivere la tesi
  2.1 La scelta di un carattere che occupi molto spazio
  2.2 L'interlinea 1,5
  2.3 I margini così larghi che quasi si toccano
  2.4 E se si toccano mi tocca scrivere sui margini
  2.5 E se si toccano e provano piacere, la Binetti che dice?
3) La tesi in economia
  3.1 Scrivere una tesi in economia vuol dire risparmiare
  3.2 Risparmiare carta: l'utilizzo della pelle umana di Ferrara, che oltre alla tesi ci si può stampare pure la Treccani
  3.3 Risparmiare inchiostro: l'utilizzo del sangue rubato all'Avis, sperando che sia compatibile con la pelle di Ferrara
  3.4 Risparmiare tempo: l'utilizzo del metodo Braille (colpire i tasti a caso con gli occhi chiusi)
  3.5 Risparmiare energia: l'utilizzo della calcolatrice solare al posto del computer
4) Conclusioni
  4.1 A sto punto la tesi è fatta
  4.2 Me li date 4 punti?
  4.3 E magari la lode?
  4.4 Ciao grazie arrivederci
  4.5 Appendice: il ruolo economico nazionale della Brigata Vacca Augusta.

11 gennaio 2008

Catene di san gennaro.

GG, il blogger che prima o poi comprerà una vocale, mi ha nominato tra i 5 blogger che lo fanno pensare. E per fortuna che sono Angolosbocco. Se ero Angolopensiero chissà cosa provocavo…
Questa storia dei 5 blogger che ti fanno pensare è una catena di sant’antonio. Sant’antonio è personcina per bene e generosa, tanto che le sue catene passano di mano in mano e lui non si offende mai. Diro di più: le sue catene si moltiplicano e lui non se la prende con l’evidente conquista del mercato da parte delle contraffazioni “made in china”.
Però c’è un però, che se ci fosse un melò tutto sarebbe diverso. E se ci fosse un pedalò sarebbe un passato remoto. Il però (albero da cui si colgono le peré) è che le catene vanno interrotte, come dice il maestro. Anzi, vanno sciolte, così diventano catene di san gennaro e possono superare gli steccati dei blog del novecento in nome di un sano internet e di una sana laicità.
Allora io non dico a nessuno di continuare il giochetto. Però lo faccio perché un bel gioco dura poco, ma se non dura per nulla non è un gioco, è un governo prodi.

Allora ecco a voi i 5 blogger che fanno pensare Angolosbocco:

Rip, il maestro, l’unico che senza promettere nulla continua a creare posti di lavoro.

Tess, nonostante la juve e il pd. Però porta bene all'inter.

Titollo, perché ogni suo post mi fa pensare. A come mandarlo in vacca tramite commenti cretini. E ha lo stesso effetto su tutta la Brigata Vacca Augusta.

Il Professor Ulrico Brucke, unico caso di professore universitario (e che prof!) baby pensionato. Il messia di cui tutti attendiamo il ritorno.

Tatablues, perché non ha un blog ma non importa, è la migliore commentatrice di post altrui (professione niente male), è la guida morale della BVA, è la profetessa del nostro unico dio: Trottolo.

Poi ci sono i blogger che danno da pensare ad Angolosbocco. E sono tanti. Ma non preoccupatevi: per loro sto elaborando un servizio di psichiatria obbligatoria on line.

10 gennaio 2008

Cenerentola.

Versione base.
Cenerentola vuole andare al ballo, ma non ha nulla da mettersi.
Arriva la fata madrina e le procura abito, carrozza e scarpine di cristallo.
Quando suona la mezzanotte, Cenerentola fugge perdendo una scarpina.
Il principe la raccoglie e cerca ovunque la proprietaria finché non la trova e la sposa.


Versione doposci.
Cenerentola vuole andare al ballo, ma non ha nulla da mettersi.
Arriva la fata madrina e le procura abito, carrozza e moon boot.
Quando suona la mezzanotte, Cenerentola fugge perdendo un moon boot.
Il principe lo raccoglie, lo annusa e muore.

Versione Jerry Scotti.
Cenerentola vuole andare a “Chi vuole essere milionario”, ma non sa nulla.
Arriva la fata madrina e le introduce una Treccani in testa.
Cenerentola muore poco dopo per le ferite riportate.

Versione proprio porno (e un po’ trash).
Cenerentola vuole andare al ballo, perché sa che il principe è superdotato.
Arriva la fata madrina e le procura un abito succinto, un goldone e un vibratore.
Quando suona la mezzanotte, Cenerentola fugge dal letto perdendo il vibratore.
Il principe lo raccoglie e se lo sposa.

Versione ospedaliera.
Cenerentola non vuole andare al ballo, perché c’è E.R. in tv.
Arriva il dottor House e la costringe ad andarci a suon di bastonate.
Quando suona la mezzanotte, Cenerentola fugge perdendo un defibrillatore.
Il principe lo raccoglie, cerca di capire cos’è, prende la scossa e muore.

Versione con scasso.
Cenerentola vuole andare al ballo ma non ha nulla da mettersi.
Arriva il fato padrino e le procura abito, carrozza e una lupara.
Quando suona la mezzanotte, Cenerentola imbraccia la lupara e si fa consegnare tutti i gioielli.
Il principe non c’entra un cazzo.

Versione cinematografica.
Cenerentola vuole andare al cinema a vedere Cenerentola, ma non ha i soldi per il biglietto.
Arriva la fata madrina e le procura abito, carrozza e 7 euro.
Quando suona la mezzanotte, Cenerentola è al cinema.
Il principe vaga sullo scalone del castello in cerca di una scarpina, trova invece il gatto con gli stivali, glieli ruba, poi ci ripensa e se lo sposa.

Versione incomprensioni.
Cenerentola vuole andare al ballo, ma non sa ballare.
Arriva la fata madrina e le procura abito, carrozza e scarpine di cristallo.
“Sei proprio una cogliona” dice Cenerentola, “che me ne faccio se non so ballare?”.
Quando suona la mezzanotte, la fata è morta da un pezzo.

Versione festino.
Cenerentola vuole andare al ballo, ma non ha nulla da mettersi.
Arriva Nonna Papera con una torta di mele e un tocco di fumo.
Quando suona la mezzanotte, arrivano anche Holly e Benji con la cioccolata Cameo e un tocco di fumo.
Alle due giunge la carrozza reale da cui scende Dylan Dog con Titti sulla spalla e un tocco di fumo sull’altra.
Alle tre Cenerentola va in bagno e trova la Sirenetta nel bidé che canta “In fondo al mar” fumandosi un cannone così.
Alle quattro Basettoni li arresta tutti.

sfoglia
dicembre   <<  1 | 2  >>   febbraio