.
Annunci online

 
angolosbocco 
Bisognerebbe cercare di essere felici, non fosse altro che per dare l'esempio (Prévert)
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aggregatore delle sinistre
OMONIMO (michi)
rip
GE-NIA-LE!
Robecchi!
teresa
chiara
il blog di paola
il giovane zwingli (stile!)
il fu titollo (degnocomparedifassino)
miss welby
albicoccoalcuraro
il popolo sovrano
egine
unaperfettastronza
zarathustra!
invarchi!
sostiene proudhon
anellidifumo
rojarosevt
PAPARAZZIN
my personal resp org!
ciro
TheBreakfastClub
mi ha scoperto! (grazie)
nato mancino
chuck norris!
il vocabolario di zio nario
  cerca

Free blog counters




"Quando ho la sensazione che in fabbrica ci sia un po’ di disordine – mi diceva un giovane industriale – quando vedo che si profila uno sciopero, io prendo il mio yacht. Me ne vado. In crociera. Alle Bahamas. E mi porto dietro un po’ di operai". "Come viaggio premio?". "No, come ostaggi".
(Marcello Marchesi)


STUPIDARIO COMUNALE

"Mia figlia è stata assunta fruttai" (full-time, ndr)
"Melfi non è in Campania? AH già, infatti i miei parenti sono della costiera amalfitana, vengono da Malfi"
"Qui c'è una lettera che mi critica sul giornale. Ah, ma voglio proprio vedere la Stampa di domani. C'è scritto 'segue firma', domani la pubblicheranno!"

"Ho visto un soggiorno lifting..."
"C'è stata un'altra manifestazione di splatters"
(nel 1998): "Sono indaffarata per il centenario della Repubblica
"Ho saputo che tuo padre ha avuto un iptus".
"C'è in linea l'assessore della Fiat".
"Hanno trovato un pesce metà squalo metà serpente. Esiste da 80 milioni di anni!"."E' tutta colpa degli esperimenti nucleari".
"Abbiamo il nostro uomo all'Havana". "Non conosco il dottor Lavana".
(cercando la dott.ssa Cortese): "Avrei appuntamento con la dottoressa Gentile".
"Scusate il ritardo, ho dovuto portare mia moglie dallo speleologo".
(parlando dei propri associati): "I miei sudditi..."



__________________________________

"Per egemonizzare il pd servirebbe un esorcista". (tatablues)

"Ratzy è un pinguino vestito di bianco che dice porcherie". (Ale della classe di Antigone)




"Gli aziendalisti sono diversamente universitari".
(Zarathustra)

"Yes, weak end". (Indyeuge)




La frase del momento
La cordata, non c'è altro modo.

La jena più bella degli ultimi giorni

Infiltrati.
Maroni lancia l'allarme su possibili infiltrati nel corteo della Fiom. Oddio, ci va anche lui?

[www.lastampa.it]

Consigli per gli acquisti
Un terzino destro.

Il mio personale Pantheon del momento
Michele Serra
Bruno Buozzi
Javier Zanetti

James Bond
Giacinto Facchetti

La canzone del momento
Save the last dance for me (Tina Turner)

 

BlogNews


 

Diario | Attico | Le avventure del giovane Zwingli | Il Barone Rampicante | Vita da Al Fano |
 
Diario
1visite.

28 novembre 2007

Angolosbocco in gita.

Da domani a sabato Angolosbocco va in gita a Monaco di Baviera. Baviera è stato molto gentile a presentarmi il suo monaco, così potremo discutere di teologia come piace a me. Penso che gli chiederò cosa pensa di quelli che hanno il padre che fa il prete, o di quelli che hanno il padre che si fa il prete.
Pensate che la cugina del signor Baviera, madama Sassonia, è una spilorcia e non invita mai nessuno a conoscere il suo monaco. Per questo non si parla mai del Monaco di Sassonia.

Appena giungerò a Monaco, giovedì sera, andrò dalla polizia di dogana a dichiarare che non porto con me nulla di illecito: né droga, né diamanti contraffatti, né fassino.
Al rientro dovrò invece dimostrare che non sto portando in Italia nulla di illecito: né sigarette, né alcool, né fassino.

Venerdì a Monaco ho prenotato un banchetto in un mercatino di Natale. Natale, contatto dal signor Baviera, è stato subito disponibile e mi ha detto che non devo pagargli il banchetto. “Offre il Babbo”, ha detto. “Che ti presenterà anche le sue renne”, ha aggiunto.
Al banchetto cercherò di vendere ai crucchi un po’ di rarità italiane, quelle cose che in Baviera si sognano di trovare nei negozi: mozzarella di bufala fresca (la bufala, non la mozzarella), gianduiotti torinesi, i savoia, pizza fatta come si deve, pastiera napoletana, fassino. Ho previsto che le entrate saranno ottime: i monaci birmani pagheranno milioni su milioni purché io mi tenga fassino.

Sabato a Monaco Angolosbocco deve fare un intervento in francese a un convegno.
Il testo, in soldoni, è questo:
“Allons enfants de la patrie, mes amis, tartufon, nous avons gagné le Mondial, tié, tié, tiérry henry, non je ne suis pas le monde diplomatique, s’il vous plait, merci, beaucoup, l’été c’est moi, l’hiver aussi, oui je suis catherine deneuve, oh là là, la france presidente, la baguette presidente, voilà, c’est fantastique, mon pénis est une montagne, oui je suis l’Angle Sbocc, au revoir, fassinò”.

Poi prenderò un aereo all’aeroporto di Monaco e atterrerò in Italia, dove cercherò un ufficio postale aperto per rispedire indietro l’aereo. Che non si dica che gli italiani rubano: io prendo a prestito. E Prestito di solito è d’accordo.

Dalla Germania porterò con me alcuni regali: un modellino tedesco per Veltroni, un socialdemocratico per Rutelli, un fassino per tutti coloro che ne sentono la mancanza: Migliavacca e Damiano.

26 novembre 2007

Fischiare dietro alle donne.

Melandri, Turco, Pollastrini. Tutte e tre fischiate al corteo contro la violenza sulle donne.
La Pollastrini perché dicono che non faccia abbastanza.
La Melandri perché nominarla ministro è stato un chiaro atto di violenza, per quanto nei confronti dei giovani e dellio sport.
La Turco perché era l'unica eccezione in un corteo di sole donne.
Livia però ha reagito bene: "E' bello dopo tanti anni sentirsi fischiare mentre si cammina. E devo dire che alcune erano proprio tope".

24 novembre 2007

L'inno del Pd.

Scelto il simbolo (semplice, chiaro, brutto), ora tocca all’inno del Partito Democratico. E qui ci sono diverse mozioni che si fronteggiano.

Inizialmente Letta aveva provato a lanciare la mozione “Il triangolo”, ma nessuno l’aveva considerato. Letta, non il triangolo.
Rosy Bindi sostiene la mozione “Vengo anch’io”, ma Bettini per contrastarla ha messo in campo la mozione “No tu no”.
Adinolfi è nella mozione “Grande grande grande”. E non si riferisce al partito.
Prodi per una volta si è schierato ufficialmente, e ha scelto la mozione “Caruso”: un vecchio moribondo che vuole bene assaje.
Rutelli e i teodem stanno tutti nella mozione “Osanna”.
Veltroni però li ha zittiti tutti: lui sta con la mozione “Bandiera Rossa”, ma anche “Adeste Fideles”, ma anche “Somewhere over the rainbow” (che poi è la collocazione europea del partito).
Fassino, con il fido Migliavacca, ha infine lanciato la mozione “Rewind”, ma tra i diessini nessuno lo rivuole indietro.

22 novembre 2007

Un simbolo, un perché.


Il ramoscello d'ulivo è chiaramente in posizione eretta, come a dire "con Uolter anche i rami s'arrapano". È evidente che se avesse vinto la Bindi la punta del ramoscello sarebbe stata sotto il margine inferiore del simbolo.
la P (verde come l'epatite) entra dentro la D (bianca come la democrazia cristiana), un po' come il cilicio nella Binetti. Non a caso dopo il bianco c'è il rosso, a simboleggiare il sangue di chi si flagella in nome di dio o di Uolter, che poi è un po' la stessa cosa.
Il carattere della scritta Partito Democratico è molto innovativo: sembra un arial, ma anche un helvetica, e in ogni caso è un carattere sereno e pacato, ma annnnche molto pacato.
Notate gli occhielli interni della P e della D: in alto a sinistra fanno una piccola svirgolata. A sinistra, sì sì, avete letto bene. Però piiiiiiiiiiiiiiiiiccola, se no Follini si mette a piangere che poi per consolarlo l’ultima volta gli abbiamo dovuto dare la vicepresidenza del consiglio
. Ah no, quella volta era ancora nel centrodestra, non ci riguarda. Pardon, a volte capita di confondersi.

L’esperto simbologo, il doctor Spin, pone però una domanda: “Ma come cazzo lo mettono sulla scheda elettorale, che deve essere tondo? Il resto del cerchio lo lasciano bianco? O lo riempiono con Uolter (Veltroni - tutto intorno a te)?”.
In effetti questo è un simbolo rettangolare: ottimo x le bandiere, pessimo per la scheda elettorale. Peccato che il Pd sia  un partito a vocazione maggioritaria (ma anche proporzionale: una vocazione un po’ teutonica ma anche un po’ spagnoleggiante) per le elezioni, non per la piazza. A meno che non si tratti di Piazza San Pietro, o San Uolter, che poi è un po’ la stessa cosa.

In sintesi il simbolo è così così, ma annnnche... brutto.

21 novembre 2007

Prendiamo le cose alla lettera.

Dopo il PD, nasce il PDP, Partito Del Popolo, o Partito Del Padrone, o Pardon DePardieu, o Porca D’una Puttana, o Pare Dica Porcate.
Ora cosa dobbiamo attenderci?

Il PD si fonderà con l’UDEUR e con LD (Liberal Democratici, ma anche Lamberto Dini) e daranno vita al PDPDPD (Partito Democratico Per la Democrazia Popolare Democratica).

Il PDP si fonderà invece con AN (Ancona) e UDC (Unti Da Casini) per far nascere il PDPDPDPDP (Partito Del Popolo Debitore Principalmente Di Piccole Donazioni Previtiane).

La risposta a sinistra sarà la confluenza di PRC (Partito Romanticamente Creativo), PDCI (Partito DemoCristiani Infami) e SD (Scomodi Divani) nell’innovativo PDS (Partito Dei Supersititi), che poi si unirà ai VERDI (Verdi) nell’ancor più innovativo PARTITO (Partito Anarchico Razionalista Temerario In Tutte le Occasioni).

A destra la Lega si unirà, cosa strana, con La Destra di Storace (la sinistra di Storace è con Berlusconi) e insieme creeranno un insieme di fascismo e Padania: la repubblica di Salò.

Quanto al PS, si limiterà a esercitare il proprio ruolo statutario in fondo a ogni lettera di Prodi (quindi P, R, O, D, I): il Post Scriptum.

19 novembre 2007

Le spoglie di Prodi.

Ecco il calendario più esclusivo, innovativo ed eccitante del 2008! (clicca qui se sei maggiorenne, vaccinato e pronto a tutto).
Sono ragazze reggiane che si spogliano per Prodi. “Il primo calendario di lotta e di governo, erotically correct” c’è scritto in copertina. E noi ci crediamo.
D’altra parte si sa, se non Prodi non Godi.
Da notare che il calendario è uscito con 2 mesi di anticipo, in modo che Sircana potesse sventolarlo sotto il naso di Dini durante il voto della finanziaria. Dini ha bofonchiato qualcosa, non ha capito nulla e intanto le sue bave sono cadute dritte sopra il tasto del SI’.

Ora, si pongono alcune domande.
Le donne si spogliano per Prodi o c’è qualcosa che le spoglia per Prodi? E sì, chi è lo spogliatore di donne per Prodi? Il guardasigilli (e in questo caso non solo sigilli ma pure guardatintilli) Mastella? L’attuatore del programma di spogliamento Santagata (in questo caso poco Santa e molto Agata)?
E poi, sarebbe questa la ripetizione dello spoglio elettorale?
E ancora, “senza veli per Prodi” è un attacco alla santità del matrimonio? O è un rifiuto del chador? O è un attacco indiretto delle cooperative emiliane alla barca a veli di D’Alema? O è un modo per dire che lo zucchero a velo no perché Prodi è come il caffè e ci piace il suo aroma forte?

Che dire?
Nude per Prodi. Vedo ma anche non vedo per Veltroni. Col cilicio per Rutelli. La Turco per Fassino.

18 novembre 2007

Favoletta della buonasera con morale annessa.

C'era una volta un gallo, seduto sul pollaio, che disse alla tacchina "raccontami una storia", e la tacchina nitrì.

Morale 1: non tutti i galli sono come Vercingetorige.

17 novembre 2007

Poco fumo, tanto arresto.

A Napoli sarà vietato fumare nei parchi alla presenza di bambini o di donne in gravidanza.

Ma perché fermarsi lì? Si può fare meglio.
Ecco le proposte che Angolosbocco ha fatto pervenire al Sindaco con la voce più tenera d’Italia, Rosa Russo Jervolino.

Per evitare di avere una città piena di cacche di animali, d’ora in poi sarà vietato avere un cane se non si possiede una villa con un giardino di almeno un ettaro. In presenza di bambini o di donne in gravidanza avere un cane sarà del tutto vietato. In compenso nei ristoranti sarà possibile attrezzare una sala “fumatori e rottweiler”.

Per risolvere una volta per tutte il problema dello smog, sarà vietato tenere il motore acceso se nel raggio di un chilometro ci sono bambini o donne in gravidanza. I contravventori saranno puniti con la multa da 90 a 9.000 euri, nonché con l’obbligo di mangiare con i rottweiler o di rimanere incinti.

E infine la soluzione per azzerare gli scippi. Sarà infatti vietato scippare i cani alla presenza di bambini, di donne in gravidanza o di auto con il motore acceso. Gli scippatori che non rispetteranno tale norma saranno privati della licenza di pubblico scippo.

Sicurezza, legge, ordine. Così si fa, perbacco e pervenere!

16 novembre 2007

Ricevo e rispondo.

Illustrissimissimo Granduca del Grandangolo Sbocco,
Le scrivo per porgerLe un dubbio che mi attanaglia, mi attenaglia, mi appinza, mi afforbice.
È un dubbio di carattere amletico (“essere o avere?”), ma anche otellico e vagamente machbetico.
Ma non voglio farle perdere tempo, che poi andare alla ricerca del tempo perduto non è semplice soprattutto se non si dispone di una macchina del tempo con la quale produrre minuti e venderli come se fossero ore e quindi a peso d’ore. Vengo dunque al dunque, ma se Lei preferisce vengo dunque al quindi, o quindi al dunque, o fatto all’infatti o sverso al capoverso.
Il dubbio è: perché?
Nella convinzione di un Suo pronto e chiparla riscontro (e dico riscontro perché il primo scontro c’è già stato come Lei ben sa dato che il primo scontro non si scorda mai, così come il primo sconto come diceva sempre mio zio commerciante), Le porgo i miei più cordiali saluti, allegando un quartino di cordiale (saluto).
Suo,
Antongiacomo Rossi
Presidente di Turno


Caro Antongiacomo Rossi,
La ringrazio per la sua gentile Lettera. E' sempre più raro, di questi tempi, ricevere lettere. A volte occorre pagare fior e piante di quattrini per avere una lettera. Talvolta persino fior di cinquini. L'altro giorno ho dovuto spendere ben 80 euri per comprare una B. Ah, i bei tempi andati, in cui al massimo si comprava una vocale. Ora per girare la ruota bisogna usare il cric, sempre che non ti arrivi prima alle spalle Mike Bongiorno con la spranga. E Mike Bongiorno ci porta a Fiorello, e di nuovo al fior di quattrini, al sol dell'avvenire e all'ava come lava. Lo dicono sempre a Stromboli: "Lava come lava. Minchia se lava".
Spero di aver risposto ai suoi dubbi, e se così non fosse spero di aver riposto le cose al giusto posto, ovvero le calze pulite nel cassetto e quelle sporche in lavatrice, che se fa confusione la lavatrice si offende e i piedi pure.
Un abbraccio ai suoi sottoposti (i turnelli),
cordialmente e Grappamente,
Angolosbocco
Granduca del Grandangolo Sbocco


15 novembre 2007

La finanziaria.

Alla Camera la finanziaria sarà ulteriormente emendata. Ecco i tre emendamenti che la maggioranza ha concordato.

Per venire incontro agli eletti all’estero, l’emendamento Fava.

In Argentina, ma anche in Antartide, non si usa dire “prendere due piccioni con una fava” e per questo si propone di abolire tale dicitura. I Verdi sono d’accordo in chiave animalista.
D’accordo anche Gasparri, che ha rilasciato apposita dichiarazione: “Prendere due piccioni con una fava non è cosa semplice. Pensi che io provo sempre a prendere un piccione con una volkswagen e non ci riesco quasi mai. Prenderne due sotto in un colpo solo sarebbe un evento eccezionale, da fermarsi in mezzo alla strada con le 4 frecce, entrare in un bar e brindare con tutti quelli in coda che suonano il clacson. Questo per dire che prendere 2 piccioni con una fava è veramente un'azione degna di nota. Anche se io debbo ammettere che usare la mia fava per prendere i piccioni mi fa un po' schifo. E ammetto pure che la mia volkswagen è più grande della mia fava. Questione di millimetri, ma comunque più grande”.

Per venire incontro alla sinistra radicale, l’emendamento TAV.

I fondi per l’alta velocità sono confermati, ma si impegna il governo a costruirla in pianura. Per Rifondazione significa che la TAV in Val Susa non si farà. Per Dini significa che la Val Susa verrà spianata.

Per venire incontro a Follini e a Cesa (finalmente d’accordo per la prima dalla separazione politica), l’emendamento Pari Opportunità.

Gli ex premier democristiani e con gli occhiali che superano lo steccato (non quello del novecento, che se lo superi finisci in Birmania) riceveranno il bonus troia proposto da Cesa. Tutti gli altri riceveranno solo un modesto voucher-troia, che dà lo sconto del 50%, dietro approvazione della commissione parlamentare di vigilanza, che – lo dice il nome – vigilia sul rapporto. La commissione è composta da esperti: l’on. Mele (per la parte economica), l’on. Sircana (per la non discriminazione), l’on. Fini (per la parte eterologa), la sen. Levi Montalcini (per puro interesse scientifico).

sfoglia
ottobre   <<  1 | 2  >>   dicembre