.
Annunci online

 
angolosbocco 
Bisognerebbe cercare di essere felici, non fosse altro che per dare l'esempio (Prévert)
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aggregatore delle sinistre
OMONIMO (michi)
rip
GE-NIA-LE!
Robecchi!
teresa
chiara
il blog di paola
il giovane zwingli (stile!)
il fu titollo (degnocomparedifassino)
miss welby
albicoccoalcuraro
il popolo sovrano
egine
unaperfettastronza
zarathustra!
invarchi!
sostiene proudhon
anellidifumo
rojarosevt
PAPARAZZIN
my personal resp org!
ciro
TheBreakfastClub
mi ha scoperto! (grazie)
nato mancino
chuck norris!
il vocabolario di zio nario
  cerca

Free blog counters




"Quando ho la sensazione che in fabbrica ci sia un po’ di disordine – mi diceva un giovane industriale – quando vedo che si profila uno sciopero, io prendo il mio yacht. Me ne vado. In crociera. Alle Bahamas. E mi porto dietro un po’ di operai". "Come viaggio premio?". "No, come ostaggi".
(Marcello Marchesi)


STUPIDARIO COMUNALE

"Mia figlia è stata assunta fruttai" (full-time, ndr)
"Melfi non è in Campania? AH già, infatti i miei parenti sono della costiera amalfitana, vengono da Malfi"
"Qui c'è una lettera che mi critica sul giornale. Ah, ma voglio proprio vedere la Stampa di domani. C'è scritto 'segue firma', domani la pubblicheranno!"

"Ho visto un soggiorno lifting..."
"C'è stata un'altra manifestazione di splatters"
(nel 1998): "Sono indaffarata per il centenario della Repubblica
"Ho saputo che tuo padre ha avuto un iptus".
"C'è in linea l'assessore della Fiat".
"Hanno trovato un pesce metà squalo metà serpente. Esiste da 80 milioni di anni!"."E' tutta colpa degli esperimenti nucleari".
"Abbiamo il nostro uomo all'Havana". "Non conosco il dottor Lavana".
(cercando la dott.ssa Cortese): "Avrei appuntamento con la dottoressa Gentile".
"Scusate il ritardo, ho dovuto portare mia moglie dallo speleologo".
(parlando dei propri associati): "I miei sudditi..."



__________________________________

"Per egemonizzare il pd servirebbe un esorcista". (tatablues)

"Ratzy è un pinguino vestito di bianco che dice porcherie". (Ale della classe di Antigone)




"Gli aziendalisti sono diversamente universitari".
(Zarathustra)

"Yes, weak end". (Indyeuge)




La frase del momento
La cordata, non c'è altro modo.

La jena più bella degli ultimi giorni

Infiltrati.
Maroni lancia l'allarme su possibili infiltrati nel corteo della Fiom. Oddio, ci va anche lui?

[www.lastampa.it]

Consigli per gli acquisti
Un terzino destro.

Il mio personale Pantheon del momento
Michele Serra
Bruno Buozzi
Javier Zanetti

James Bond
Giacinto Facchetti

La canzone del momento
Save the last dance for me (Tina Turner)

 

BlogNews


 

Diario | Attico | Le avventure del giovane Zwingli | Il Barone Rampicante | Vita da Al Fano |
 
Diario
1visite.

29 maggio 2009

Come direbbe un bimbo davanti a un tg: UE(EEEE).

Le elezioni europee si avvicinano e la campagna elettorale entra nel vivo.
L'Udc polemizza con il governo sulla moralità del premier. Poi si ricorda di Cosimo Mele e polemizza con l'opposizione "bigotta e conservatrice".
Sinistra e Libertà manda affanculo Gasparri.
Gasparri non capisce.
Rifondazione organizza la rivoluzione proletaria per sabato alle 15 in seguito al comizio di Ferrero. Partecipanti previsti: tra i 9 e i 13, compreso Ferrero.
Gasparri non capisce, ma stavolta non è il solo.
La Lega ce l'ha duro.
Questa Gasparri la capisce. Più o meno.
L'Italia dei Valori si presenta insieme a Borsa di Milano S.p.a. Indecisione sul nome della lista: Italia di Milano o Borsa Valori?
Il Pd attacca: "Berlusconi non sa educare i figli".
Piersilvio risponde: "Sempre meglio figlio di Berlusconi che della Bindi. E comunque non sono mica Lapo Elkann".
Lapo risponde: "Se è per questo io mi chiamo Dolores".
Gasparri non capisce.
Il Pdl non fa quasi campagna elettorale a causa degli impegni dei leader. Berlusconi si deve difendere dagli ignobili attacchi di Repubblica e intanto deve guidare il governo e fare una cinquantina di provini a Villa Certosa, poveretto. Bondi compone poesie inneggianti a Cicchitto, a Noemi di X factor e a Noemi di S factor. Brunetta vola basso. La Carfagna non parla perché ha la bocca piena. Fini si candida con Sinistra e Libertà. Frattini è alle Maldive. Gasparri non capisce.

20 febbraio 2008

Prossima fermata: Piazza Labombaescappa.

È partito il pullman di veltroni, il uolterbus, il bus costruito nel 1989, il bus mai stato comunista, il bus che se giri il volante va a sinistra, ma anche a destra, ma soprattutto al centro, il bus che è partito democratico, ma tornerà democristiano.
Prima fermata in Abruzzo: scende Marini e sale un orso bruno. L’orso (Yomo) sarà la cremosa mascotte della campagna elettorale e simboleggerà il gemellaggio con Obama, che invece ha assoldato l’orso Yoghi.
Seconda fermata a Napoli: si butta la spazzatura e sale Bassolino. Nessuno a bordo si accorge di nulla.
Terza fermata in Birmania, ed è il trionfo: sale Fassino, circondato da una folla festante. In tutto il Paese i monaci promuovono processioni di ringraziamento a Veltroni per essersi portato via il tubo.
Quarta fermata al Vaticano: scendono tutti e Bertone sale a consacrare il bus, lanciando pure qualche incantesimo per impedire la risalita a bordo dei laici più convinti. Infatti riesco a risalire tutti.
Quinta fermata a Gardaland: scende Veltroni, che annuncia il trasferimento del governo da Palazzo Chigi al Castello di Mago Merlino e già che c’è presenta il capolista del Pd in Veneto: Prezzemolo.
Sesta e ultima tappa in Emilia, dove l’allegra combriccola democratica può fare una bella spesa alla Coop e rinnovare l’assicurazione Unipol, mentre Bersani sul pullman vende pentole e mortadelle all’urlo di “yes, week-end”.

Intanto anche altri partiti scegliono i loro mezzi di trasporto.
Per l’Udc una barca a vela, così Casini può spiegare le sue bandiere al vento. Vorrebbe spiegarle anche agli italiani, ma nessuno gli dà retta.
Per i socialisti una smart, che basta e avanza.
Per la rosa bianca una Multipla, così nei tre posti davanti ci stanno Baccini, Tabacci e un cane, nei tre posti dietro Pezzotta.
Per i radicali non c’è bisogno di alcun mezzo: basta un po’ di buona erba e fanno tre giri intorno alla Terra e uno intorno al Sole.
La Sinistra Arcobaleno ha scelto due mezzi di trasporto, così unendoli ottengono un intero. Spazioso, unitario, plurale, variopinto: nave? Treno? Pullman? No, scarpe. Chicco, però.

13 febbraio 2008

La scheda elettorale.

Sulla sinistra estrema, proprio sul bordo della scheda, il simbolo di Sinistra Critica. Dato che il bordo della scheda è pieno di linee incrociate, i voti previsti sono tutti nulli.
Sulla sinistra, La Sinistra L’Arcobaleno. In quel punto la scheda è gialla, ma pure rossa, arancione, verde, azzurra, indaco, violetto. Grande simbolone unitario e plurale, che contenga in filigrana i quattro simboli di partito più una falce e un martello, però che non si incrociano.
Nel centro-sinistra della scheda, i socialisti. Un simbolo piccolo piccolo, e pure molto carino. Solo che se uno si avvicina troppo, puff: sparisce il portafoglio.
Poi i radicali: un simbolo tutto bianco, in sciopero della fame.
In mezzo alla scheda un poligono tipico delle geometrie non euclidee, formato da tanti simboli: Italia dei Valori, La Rosa Bianca (La Rosa morta no, che quella era Rosa Berlusconi), l’UDC, l’UDEUR, la SVP, l’Union Valdotaine, l’MPA, la nuova DC. Votarne solo uno senza annullare la scheda sarà la prossima prova di Giochi senza Frontiere.
Gli Italiani nel Mondo non sono presenti sulla scheda. Però saranno sulle schede elettorali inglesi, argentine e malesi.
A destra il PDL, un grande simbolo che se lo tocchi suona.
All’estrema destra un po’ di simboli con varie fiamme che cercano di incendiarsi l’un l’altro. La scheda è bruciacchiata, difficile votarli senza ustionarsi.
E il PD? Il PD va da solo. Su un’altra scheda.

P.s. In alto, laddove batte il sole e anche la luna, ci sarà l'ultima spiaggia: rip presidente.

26 gennaio 2008

Mai più.

Veltroni non farà mai più un'alleanza con chi non è d'accordo con lui. Quindi alle prossime elezioni sarà alleato di Bettini, Franceschini e Veronica Lario.
La sinistra non farà mai più un'alleanza con moderati e centristi. Quindi alle prossime elezioni la cosa rossa va da sola.
Mastella non farà mai più un'alleanza con chi non si dichiara pronto a bombardare tutte le procure gettando tacchini da 2.000 metri d'altezza.
Dini non farà mai più un'alleanza con chi gli dice che è brutto.
Boselli non farà mai più un'alleanza con chi non vuole mettere almeno 15-16 bestemmie nel programma.
Mara Carfagna non farà mai più un'alleanza con Elisabetta Gardini e Gabriella Carlucci.
Elisabetta Gardini non farà mai più un'alleanza con Mara Carfagna e Platinette.
Gabriella Carlucci non farà mai più un'alleanza con Platinette e Mazinga.
Mazinga e il Grande Puffo non faranno mai più un'alleanza con Holly e Benji.
Holly e Benji non faranno mai più un'alleanza con Veltroni perché tifa per la Roma e la Juve e non per la New Team.
Titti non farà mai più un'alleanza con Silvestro, dopo che l'ultima volta le ha dato una spallata e se l'è mangiata.
Prodi ha proposto un accordo elettorale a Titti.
Veltroni ha detto che il simbolo con cui si presenterà sarà "Pd con Silvestro", ma Silvestro ha deciso di candidarsi con l'Udc.
Napolitano intanto cerca di varare un governo balneare, per potersene finalmente andare al mare: da 3 mesi ha in programma una bella gita con Ciampi, Scalfaro, Nemo, Shreck e Edwige Fenech.

15 novembre 2007

La finanziaria.

Alla Camera la finanziaria sarà ulteriormente emendata. Ecco i tre emendamenti che la maggioranza ha concordato.

Per venire incontro agli eletti all’estero, l’emendamento Fava.

In Argentina, ma anche in Antartide, non si usa dire “prendere due piccioni con una fava” e per questo si propone di abolire tale dicitura. I Verdi sono d’accordo in chiave animalista.
D’accordo anche Gasparri, che ha rilasciato apposita dichiarazione: “Prendere due piccioni con una fava non è cosa semplice. Pensi che io provo sempre a prendere un piccione con una volkswagen e non ci riesco quasi mai. Prenderne due sotto in un colpo solo sarebbe un evento eccezionale, da fermarsi in mezzo alla strada con le 4 frecce, entrare in un bar e brindare con tutti quelli in coda che suonano il clacson. Questo per dire che prendere 2 piccioni con una fava è veramente un'azione degna di nota. Anche se io debbo ammettere che usare la mia fava per prendere i piccioni mi fa un po' schifo. E ammetto pure che la mia volkswagen è più grande della mia fava. Questione di millimetri, ma comunque più grande”.

Per venire incontro alla sinistra radicale, l’emendamento TAV.

I fondi per l’alta velocità sono confermati, ma si impegna il governo a costruirla in pianura. Per Rifondazione significa che la TAV in Val Susa non si farà. Per Dini significa che la Val Susa verrà spianata.

Per venire incontro a Follini e a Cesa (finalmente d’accordo per la prima dalla separazione politica), l’emendamento Pari Opportunità.

Gli ex premier democristiani e con gli occhiali che superano lo steccato (non quello del novecento, che se lo superi finisci in Birmania) riceveranno il bonus troia proposto da Cesa. Tutti gli altri riceveranno solo un modesto voucher-troia, che dà lo sconto del 50%, dietro approvazione della commissione parlamentare di vigilanza, che – lo dice il nome – vigilia sul rapporto. La commissione è composta da esperti: l’on. Mele (per la parte economica), l’on. Sircana (per la non discriminazione), l’on. Fini (per la parte eterologa), la sen. Levi Montalcini (per puro interesse scientifico).

3 agosto 2007

Test.

L’Udc organizza il test antidroga analizzando saliva, pipì e sangue. An dice che bisogna analizzare i capelli (Selva è calvo). Ma non sono gli unici test a cui sono stati sottoposti i parlamentari in questa calda estate (la più calda del 2007). Ecco gli altri.

Test antidrag. Ideato dalla Lega, il test analizza le pupille per stabilire se in passato il parlamentare ha fatto la drag queen. Su 480 che si sono sottoposti, l’unico positivo è risultato Calderoli. Pare che a vent’anni, quando studiava da dentista, fosse noto come Caval Donato.

Test della verità. Attraverso un’analisi incrociata di sangue, urina, dichiarazioni, frammenti di pelle e fedina penale si può scoprire quante bugie un parlamentare racconti. Tutti i partecipanti sono risultati perfettamente sinceri: erano due passanti.

Test antidraghi. A chi si sottopone vengono lette varie frasi, di cui solo alcune pronunciate da Mario Draghi. Chi si dichiara d’accordo con tutte le dichiarazioni di Draghi risulta pesantemente positivo. Negativi finora Ferrero e Tabacci. Fassino si è detto d’accordo con qualunque dichiarazione, a parte una. Era sua.

Test della torre. Il test si svolge su un tram affittato da Sircana (il che spiega certe vecchie foto, in fin dei conti aveva solo sbagliato consonante). A ogni parlamentare vengono lette coppie di nomi, chiedendogli di scegliere se ne salva uno (indicando chi) o se butta giù la torre. Fassino, con uno sguardo a metà tra la tremenda vendetta e la cernia con la gastrite, ha preso Latorre e l’ha sbattuto giù dal tram.

Test del palloncino. Si soffia in un palloncino collegato a un pc, su cui viene subito visualizzato il verdetto. Per Mele “coca casa e cesa”, per Selva “8 daiquiri nelle ultime 12 ore”, per Veltroni “2% di sangue nel glucosio”, per D’Alema “9% di sangue nell’acido cloridrico: oggi siamo di buon umore!”, per Prodi “nonostante la riforma, la pensione si avvicina”, per Fassino “ritenta, sarai più fortunato”.

31 luglio 2007

Professioni usuranti.

Cesa (segretario Udc) giustifica l’onorevole Mele (quello a cui vanno a genio le pere, tanto che se non fosse eletto in Puglia si direbbe quasi che è parmigiano): "La vita del parlamentare è dura se fatta seriamente, ricca di impegni fuori casa, con tanti giorni da solo a Roma...".
Cesa ha ragione. Per questo il Parlamento sta varando un apposito provvedimento, da inserire nella fondamentale riforma del welfare (quella con la quale o senza la quale tutto rimane tale e quale).
Eccone i punti salienti.


Gnocca alla romana. Sei sempre solo a Roma, lontano dai tuoi affetti e afflitto dalla tipica stanchezza che colpisce i poveri parlamentari? Non preoccuparti più. Il servizio Gnocca alla romana ti fornisce un’accompagnatrice seria e discreta, scelta con cura dal ministro Bindi in persona (quando le gira viene direttamente lei). L’accompagnatrice è istruita alla perfezione: piuttosto di finire in ospedale si butta nel Tevere, non si droga oltre i limiti previsti per le amanti dei parlamentari, non sa come ti chiami, non si ricorda la tua faccia e alla fine della nottata si veste pure da prete e dice messa. In latino.

Ricongiungimento intelligente. Ti senti solo e vuoi vedere tua moglie? Da oggi non è più un problema: un elicottero della presidenza della Camera la preleverà dal suo letto (o da quello in cui è) ed entro pochi minuti sarà al tuo fianco. E se nel frattempo hai deciso di usufruire del servizio Gnocca alla romana, ti basterà attivare l'opzione Bonus troia e l’elicottero sbaglierà rotta per tutto il tempo necessario. Tanto il pilota è Cossiga.

Coca casa e chiesa. Il focolare domestico e la messa domenicale, per quanto fondamentali nella vita di un buon cattolico di centro, non ti bastano più? Vuoi aggiungere qualcosa di interessante alla tua monotona vita fatta di ostruzionismo in commissione bilancio? Chiama il numero bianco, e sulle note di Bollicine di Vasco, una gentile operatrice (precaria, nel senso che risponde in piedi su una gamba sola) ti chiederà pochi dati: indirizzo e grammi. E con la magica polverina (che ti arriverà in una busta con il timbro di un noto senatore a vita, che a forza di farne uso dimostra 90 anni ma ne ha 47) finalmente potrai svagarti: la finanziaria sarà divertente, il question time meglio del luna park e farai il pianista in parlamento a ritmo di jazz.

sfoglia
aprile        giugno