.
Annunci online

 
angolosbocco 
Bisognerebbe cercare di essere felici, non fosse altro che per dare l'esempio (Prévert)
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aggregatore delle sinistre
OMONIMO (michi)
rip
GE-NIA-LE!
Robecchi!
teresa
chiara
il blog di paola
il giovane zwingli (stile!)
il fu titollo (degnocomparedifassino)
miss welby
albicoccoalcuraro
il popolo sovrano
egine
unaperfettastronza
zarathustra!
invarchi!
sostiene proudhon
anellidifumo
rojarosevt
PAPARAZZIN
my personal resp org!
ciro
TheBreakfastClub
mi ha scoperto! (grazie)
nato mancino
chuck norris!
il vocabolario di zio nario
  cerca

Free blog counters




"Quando ho la sensazione che in fabbrica ci sia un po’ di disordine – mi diceva un giovane industriale – quando vedo che si profila uno sciopero, io prendo il mio yacht. Me ne vado. In crociera. Alle Bahamas. E mi porto dietro un po’ di operai". "Come viaggio premio?". "No, come ostaggi".
(Marcello Marchesi)


STUPIDARIO COMUNALE

"Mia figlia è stata assunta fruttai" (full-time, ndr)
"Melfi non è in Campania? AH già, infatti i miei parenti sono della costiera amalfitana, vengono da Malfi"
"Qui c'è una lettera che mi critica sul giornale. Ah, ma voglio proprio vedere la Stampa di domani. C'è scritto 'segue firma', domani la pubblicheranno!"

"Ho visto un soggiorno lifting..."
"C'è stata un'altra manifestazione di splatters"
(nel 1998): "Sono indaffarata per il centenario della Repubblica
"Ho saputo che tuo padre ha avuto un iptus".
"C'è in linea l'assessore della Fiat".
"Hanno trovato un pesce metà squalo metà serpente. Esiste da 80 milioni di anni!"."E' tutta colpa degli esperimenti nucleari".
"Abbiamo il nostro uomo all'Havana". "Non conosco il dottor Lavana".
(cercando la dott.ssa Cortese): "Avrei appuntamento con la dottoressa Gentile".
"Scusate il ritardo, ho dovuto portare mia moglie dallo speleologo".
(parlando dei propri associati): "I miei sudditi..."



__________________________________

"Per egemonizzare il pd servirebbe un esorcista". (tatablues)

"Ratzy è un pinguino vestito di bianco che dice porcherie". (Ale della classe di Antigone)




"Gli aziendalisti sono diversamente universitari".
(Zarathustra)

"Yes, weak end". (Indyeuge)




La frase del momento
La cordata, non c'è altro modo.

La jena più bella degli ultimi giorni

Infiltrati.
Maroni lancia l'allarme su possibili infiltrati nel corteo della Fiom. Oddio, ci va anche lui?

[www.lastampa.it]

Consigli per gli acquisti
Un terzino destro.

Il mio personale Pantheon del momento
Michele Serra
Bruno Buozzi
Javier Zanetti

James Bond
Giacinto Facchetti

La canzone del momento
Save the last dance for me (Tina Turner)

 

BlogNews


 

Diario | Attico | Le avventure del giovane Zwingli | Il Barone Rampicante | Vita da Al Fano |
 
Diario
1visite.

13 febbraio 2009

Cazzo ti ridi?

Metafora e metà no.
In Italia la democrazia può essere paragonata a una persona malata. Negli ultimi giorni c’è stato un improvviso peggioramento nelle condizioni della signora democrazia, una crisi. E così è dovuta arrivare un’ambulanza. Solo che era già occupata da gustavo selva.

Fedeli alla linea.
Veltroni: “Il Pd non cambia linea”. Grazie Walter, abbiamo bisogno di certezze: ora sappiamo che continuerete a brancolare nel buio.

Eutanasie auspicabili.
Non c’è davvero motivo perché Rutelli non dovesse votare la mozione del Pdl sul fine-vita: lui in politica è tenuto in vita artificialmente almeno dal 2001. Con un particolare: invece che stare nella sua bocca, il sondino ce lo prendiamo noialtri in c**o.

Figure retoriche.
Si è detto e letto negli ultimi giorni che questa destra confessionale vuole imporre uno “Stato etico”. Ammetterete che parlare di Stato etico con Berlusconi premier è come avere Veltroni segretario del Pd e parlare di opposizione intransigente. 

29 aprile 2008

Angolo (l'ottavo nano).

Angolo, l'ottavo nano, è amico di Eolo. Infatti Angolosbocco è in vacanza in un'isola eolia (un'isola eolia, due o più isole eolie, al maschile un isolo eolio, o esale, o eaceto, insomma conditelo come volete sto isolo).
Angolosbocco prende il sole e non pensa a rutelli, fa il bagno e non pensa a rutelli, mangia e non pensa a rutelli. che bella vita non pensare a rutelli. penso che farebbe bene pure a rutelli.
Angolosbocco non pensa nemmeno ad alemanno, gioca a carte e non pensa ad alemanno, beve e non pensa ad alemanno, fa la spesa e non pensa ad alemanno. che bella vita non pensare ad alemanno. penso che farebbe bene pure a rutelli.
Ora in Italia sono le 4:45. Anche all'isola eolia sono le 4:45, nonostante con tutti sti vulcani un po' di fuso ci starebbe bene.
Ora vado a fare il bucato in un cratere (lava, come lava).

16 gennaio 2008

La platea.

Come dice la Stampa, “il Papa rinuncia alla Sapienza”. Francamente, non avevo dubbi. Anzi, se la Stampa è in crisi con i titoli, ho alcuni altri personaggi da suggerire, tutti che hanno rinunciato da tempo alla sapienza. Per non sbagliare si può iniziare con Fassino, ad esempio.
Però non tutti sanno il vero motivo della rinuncia di San Benedetto, l’unico papa oligominerale. Il motivo è un sogno che ha fatto Ruini. Dopo averne parlato con Ratzty, hanno deciso insieme che era meglio lasciare perdere la visita.
Angolosbocco, esempio di giornalismo d’inchiesta, ha lo scoop del secolo: il sogno di Ruini! L’ho intercettato grazie agli amici di Telecom, che saluto. Ed eccolo a voi:


Gremita la platea che accoglie l'Imperatore Palpatine alla Sapienza. Il nome non deriva dalla somiglianza con il cattivo di guerre stellari (ovvio che si somiglino, sono la stessa persona), ma dal soprannome che Padre Georg ha dato a Ratzy nell'intimità: Uno è imperatore delle palpatine, l'altro condottiero delle strizzatine.
Sulla sinistra dell'aula magna ci sono gli studenti, forniti di preservativi ripieni di polpa di pomodoro da lanciare. Il loro tentativo è bloccato da Giuliano Ferrara, che urlando “moratoria o no, 194 è il mio peso forma” li assale e mangia tutto: polpa di pomodoro, profilattici, due studenti e quattro sedie.
Sulla destra sono schierati i papaboys, divisi tra le associazioni pro-patria, pro-messa e quella degli scomunicati (eretici erotici): la pro-tetta. Sono pronti, all'ingresso del Papa, a buttare in aria migliaia di coriandoli bianchi e gialli. Quando entra in sala Rita Levi Montalcini si confondono e gettano i coriandoli. Il problema è subito risolto da Giuliano Ferrara, che li mangia tutti, e già che c'è si pappa pure un papa-boy e un microfono.
In mezzo le autorità. In prima fila la Binetti è elegantissima, avvolta in un vestito di Chanel (Totti) e in un cilicio di Christian (Dior); Veltroni indossa il cappello delle grandi occasioni (quello fottuto da Intini al Grande Puffo nel '90 e regalato a Uolter per il suo primo compleanno); Rutelli è sommerso dal fard finché non arriva Ferrara a mangiarglielo e già che c'è ingoia pure il tavolo dei relatori; Prodi dorme.
La trepidazione è al massimo quando il Papa esce dalla Papamobile (quella con motore ibrido, metà a benzina e metà a vin santo), sale le scale ed entra in sala. Poi si ferma a salutare Ferrara e Ferrara lo mangia.

15 dicembre 2007

Le secondarie del Pd.

I giovani del Pd faranno le primarie davanti alle discoteche. L'esito sarà incerto fino all'ultimo: vincerà la lista Coca&Rhum x Veltroni? Gin tonic x Veltroni? Vodka&Veltroni? Martini&Franceschini? Fanta con Letta? Fantastica(zzi) - giovani con Odifreddi? Vin Santo x Rutelli?
In ogni caso Uolter e Franceschini vogliono dare un ruolo importante ai giovani: si occuperanno di cocktail e festicciole. E avranno pure una sede prestigiosa: Gardaland.

Fatte le primarie dei giovani in discoteca, toccherà agli altri.
C'è già chi suggerisce le primarie delle donne davanti ai saloni di bellezza.
Ma non scordiamoci le primarie degli anziani davanti alle poste (per votare basterà dare a Bettini l'ultima pensione), le primarie degli immigrati nei cpt, le primarie dei disabili sulle rampe di accesso al Campidoglio, le primarie degli ex-udc nei sexy shop, le primarie delle idee in un buco nero di un'altra galassia, le primarie degli animali nell'arca di Noé, le primarie dei gay all'inferno, le primarie di Fassino in un'ambulanza della croce rossa. Su cui tutti, come sempre, spareranno.

13 dicembre 2007

Spiriti animali.

Napolitano negli Stati Uniti parla di “animal spirits”. Repubblica traduce l’espressione con “spirito animale”.
I Nas (nuclei anti svarioni) stanno indagando. Al momento queste sono le piste battute:

Traduttore di word. Effettivamente il traduttore di word sarebbe capace di tradurre “of course” con “di corsa”, “I’ll drink a scotch” con “Io berrò un nastro adesivo” e “The ski competition? First Rocca, second me, third Raich” con “La competizione Ski? Prima Rocca, a mio parere, terzo raich”. Inoltre il traduttore di word non ha una grande cultura, né economica (e per questo è indiziato), né storica (tanto da non cogliere l’inquietante terzo posto della gara di sci).

Francesco Rutelli. Anche se gli investigatori non sono molto convinti di questa pista: per scrivere le parole “spirito animale”, Rutelli avrebbe prima dovuto chiedere il permesso a Padre Georg, che difficilmente l’avrebbe concesso.

Raf. Anche in questo caso, però, i Nas sono titubanti: come è possibile che non sappiano l’inglese gli aviatori di sua Maestà il principe Charles (quello che va con Camilla Power Point, quello tanto bello che quando finisce di andare a cavallo tutti danno la mano al cavallo e lo zuccherino a lui)? (E Camilla è parecchio stufa di tutto questo, non ne può più di stringere mani e preferirebbe lo zuccherino).

4 dicembre 2007

Figli.

I figli di Francesco Rutelli e Barbara Palombelli hanno preso tutta la loro intelligenza dai genitori. Tanto da non avergliene lasciata nemmeno un po’.

I figli di Berlusconi hanno preso i capelli dal padre. Poi, in parte, lui se li è ripresi indietro.

I figli di Prodi non hanno preso l’intelligenza del padre. Si sono limitati a prendergli simpatia, allegria, vitalità e bellezza. La poltrona invece se la stanno ancora giocando. Veltroni e Marini, non i figli.

I figli di Fini dal padre vorrebbero prendere l’amante.

Fassino non ha figli. Ci si chiede quindi chi gli abbia preso l’intelligenza. Potrebbe averla persa da giovane durante un trasloco, si dice.

28 novembre 2007

Angolosbocco in gita.

Da domani a sabato Angolosbocco va in gita a Monaco di Baviera. Baviera è stato molto gentile a presentarmi il suo monaco, così potremo discutere di teologia come piace a me. Penso che gli chiederò cosa pensa di quelli che hanno il padre che fa il prete, o di quelli che hanno il padre che si fa il prete.
Pensate che la cugina del signor Baviera, madama Sassonia, è una spilorcia e non invita mai nessuno a conoscere il suo monaco. Per questo non si parla mai del Monaco di Sassonia.

Appena giungerò a Monaco, giovedì sera, andrò dalla polizia di dogana a dichiarare che non porto con me nulla di illecito: né droga, né diamanti contraffatti, né fassino.
Al rientro dovrò invece dimostrare che non sto portando in Italia nulla di illecito: né sigarette, né alcool, né fassino.

Venerdì a Monaco ho prenotato un banchetto in un mercatino di Natale. Natale, contatto dal signor Baviera, è stato subito disponibile e mi ha detto che non devo pagargli il banchetto. “Offre il Babbo”, ha detto. “Che ti presenterà anche le sue renne”, ha aggiunto.
Al banchetto cercherò di vendere ai crucchi un po’ di rarità italiane, quelle cose che in Baviera si sognano di trovare nei negozi: mozzarella di bufala fresca (la bufala, non la mozzarella), gianduiotti torinesi, i savoia, pizza fatta come si deve, pastiera napoletana, fassino. Ho previsto che le entrate saranno ottime: i monaci birmani pagheranno milioni su milioni purché io mi tenga fassino.

Sabato a Monaco Angolosbocco deve fare un intervento in francese a un convegno.
Il testo, in soldoni, è questo:
“Allons enfants de la patrie, mes amis, tartufon, nous avons gagné le Mondial, tié, tié, tiérry henry, non je ne suis pas le monde diplomatique, s’il vous plait, merci, beaucoup, l’été c’est moi, l’hiver aussi, oui je suis catherine deneuve, oh là là, la france presidente, la baguette presidente, voilà, c’est fantastique, mon pénis est une montagne, oui je suis l’Angle Sbocc, au revoir, fassinò”.

Poi prenderò un aereo all’aeroporto di Monaco e atterrerò in Italia, dove cercherò un ufficio postale aperto per rispedire indietro l’aereo. Che non si dica che gli italiani rubano: io prendo a prestito. E Prestito di solito è d’accordo.

Dalla Germania porterò con me alcuni regali: un modellino tedesco per Veltroni, un socialdemocratico per Rutelli, un fassino per tutti coloro che ne sentono la mancanza: Migliavacca e Damiano.

24 novembre 2007

L'inno del Pd.

Scelto il simbolo (semplice, chiaro, brutto), ora tocca all’inno del Partito Democratico. E qui ci sono diverse mozioni che si fronteggiano.

Inizialmente Letta aveva provato a lanciare la mozione “Il triangolo”, ma nessuno l’aveva considerato. Letta, non il triangolo.
Rosy Bindi sostiene la mozione “Vengo anch’io”, ma Bettini per contrastarla ha messo in campo la mozione “No tu no”.
Adinolfi è nella mozione “Grande grande grande”. E non si riferisce al partito.
Prodi per una volta si è schierato ufficialmente, e ha scelto la mozione “Caruso”: un vecchio moribondo che vuole bene assaje.
Rutelli e i teodem stanno tutti nella mozione “Osanna”.
Veltroni però li ha zittiti tutti: lui sta con la mozione “Bandiera Rossa”, ma anche “Adeste Fideles”, ma anche “Somewhere over the rainbow” (che poi è la collocazione europea del partito).
Fassino, con il fido Migliavacca, ha infine lanciato la mozione “Rewind”, ma tra i diessini nessuno lo rivuole indietro.

27 agosto 2007

Affari loro.

In anteprima la cronaca della prima notte elettorale in tv del Pd in versione Rutelli-Veltroni.

Raiuno.
Tutti si aspettano lo studio di Porta a Porta, anche se Petruccioli aveva promesso novità.
Lo studio è quello di Affari tuoi. In studio a condurre la lunga maratona a base di exit poll e proiezioni c’è Paolo Bonolis, affiancato – per la lettura al volo delle agenzie – da Luca Laurenti.
Escono gli exit poll.
Ma nessuno li può vedere.
Entrano 20 vallette con 20 pacchi, ognuno dei quali ha il nome di un partito (coperto da un numero tra 1 e 20).
Vicino a Bonolis c’è Elvia da Busto Arsizio, casalinga cinquantenne. A lei il compito di scegliere l’ordine di apertura dei pacchi. Prima Bonolis le chiede per chi ha votato, tanto ormai le urne sono chiuse. Lei risponde decisa: “Partito democratico, sa, a me piace tanto Fassino”. In studio qualche applauso, qualche fischio, qualche tentativo di omicidio.
Si inizia!
Elvia sceglie il pacco numero 17, per togliersi subito il numero che porta male.
Infatti è il Pd.
Bonolis si avvicina alla valletta – che ha lo sguardo forte, fiero e intelligente di Barbara Palombelli –  e sbircia dentro. Poi guarda Elvia e apre di colpo il pacco e urla: “una bella forbice 25-29%”!
Elvia non è soddisfatta, proprio no.
Ma Paolo la tranquillizza: “Questi sono dati in euro, con un’alleanza del vecchio conio varrebbero oltre il 50%”.

30 luglio 2007

E se lo dice lui...

Sul caso della cocaina tagliata con atropina nel bergamasco, Rutelli ha subito preso posizione: per una questione di benessere (welfare), la sostanza è intoccabile.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. cocaina rutelli welfare

permalink | inviato da angolosbocco il 30/7/2007 alle 11:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        marzo