.
Annunci online

 
angolosbocco 
Bisognerebbe cercare di essere felici, non fosse altro che per dare l'esempio (Prévert)
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aggregatore delle sinistre
OMONIMO (michi)
rip
GE-NIA-LE!
Robecchi!
teresa
chiara
il blog di paola
il giovane zwingli (stile!)
il fu titollo (degnocomparedifassino)
miss welby
albicoccoalcuraro
il popolo sovrano
egine
unaperfettastronza
zarathustra!
invarchi!
sostiene proudhon
anellidifumo
rojarosevt
PAPARAZZIN
my personal resp org!
ciro
TheBreakfastClub
mi ha scoperto! (grazie)
nato mancino
chuck norris!
il vocabolario di zio nario
  cerca

Free blog counters




"Quando ho la sensazione che in fabbrica ci sia un po’ di disordine – mi diceva un giovane industriale – quando vedo che si profila uno sciopero, io prendo il mio yacht. Me ne vado. In crociera. Alle Bahamas. E mi porto dietro un po’ di operai". "Come viaggio premio?". "No, come ostaggi".
(Marcello Marchesi)


STUPIDARIO COMUNALE

"Mia figlia è stata assunta fruttai" (full-time, ndr)
"Melfi non è in Campania? AH già, infatti i miei parenti sono della costiera amalfitana, vengono da Malfi"
"Qui c'è una lettera che mi critica sul giornale. Ah, ma voglio proprio vedere la Stampa di domani. C'è scritto 'segue firma', domani la pubblicheranno!"

"Ho visto un soggiorno lifting..."
"C'è stata un'altra manifestazione di splatters"
(nel 1998): "Sono indaffarata per il centenario della Repubblica
"Ho saputo che tuo padre ha avuto un iptus".
"C'è in linea l'assessore della Fiat".
"Hanno trovato un pesce metà squalo metà serpente. Esiste da 80 milioni di anni!"."E' tutta colpa degli esperimenti nucleari".
"Abbiamo il nostro uomo all'Havana". "Non conosco il dottor Lavana".
(cercando la dott.ssa Cortese): "Avrei appuntamento con la dottoressa Gentile".
"Scusate il ritardo, ho dovuto portare mia moglie dallo speleologo".
(parlando dei propri associati): "I miei sudditi..."



__________________________________

"Per egemonizzare il pd servirebbe un esorcista". (tatablues)

"Ratzy è un pinguino vestito di bianco che dice porcherie". (Ale della classe di Antigone)




"Gli aziendalisti sono diversamente universitari".
(Zarathustra)

"Yes, weak end". (Indyeuge)




La frase del momento
La cordata, non c'è altro modo.

La jena più bella degli ultimi giorni

Infiltrati.
Maroni lancia l'allarme su possibili infiltrati nel corteo della Fiom. Oddio, ci va anche lui?

[www.lastampa.it]

Consigli per gli acquisti
Un terzino destro.

Il mio personale Pantheon del momento
Michele Serra
Bruno Buozzi
Javier Zanetti

James Bond
Giacinto Facchetti

La canzone del momento
Save the last dance for me (Tina Turner)

 

BlogNews


 

Diario | Attico | Le avventure del giovane Zwingli | Il Barone Rampicante | Vita da Al Fano |
 
Diario
1visite.

20 gennaio 2009

Dal nostro inviato a Washington.

Ci colleghiamo con Washington, dove c’è il nostro inviato: Angolosbocco.

Sono iniziati i festeggiamenti per l’insediamento di Obama.
Il leader del Pd, Veltroni, ha provato ad avvicinarlo per stringergli la mano, ma Obama si è allontanato toccandosi.
L’ex presidente Bush ha detto che se già lui andava d’accordo con i pesci, figuriamoci un negro, che è molto più animale dell’uomo.
Il ministro degli esteri in pectore, Hillary Clinton, sfila per le strade di Washington mormorando strane formule voodoo.
Il papa non c’è, ha disertato la cerimonia in chiara polemica: i suoi collaboratori riferiscono che sua santità si chiede dove andremo a finire, dopo il presidente nero, il papa gay e bondi ministro.
Molte le delegazioni ufficiali da tutto il mondo: l’imperatore giapponese ha donato a Obama una spada da samurai, Gordon Brown a nome del Regno Unito ha portato una scultura inneggiante all’amicizia per la Casa Bianca, il premier israeliano ha ucciso un paio di bambini a Minneapolis in un'operazione di pace.

15 gennaio 2009

Tg Angolo.

Fa più morti Israele o il tabacco? Ne hanno discusso a lungo in una conferenza tenutasi ieri a Gaza. Purtroppo non sono pervenute le registrazioni del convegno, dato che a mezzora dalla fine la sala è stata distrutta da una bomba alla nicotina sganciata dai caccia israeliani.

Cesare Battisti rimane in Brasile. Il noto patriota, scomparso nel 1916, non tornerà in Italia. Proteste di Frattini, ma Lula conferma la decisione: “La salma di Battisti è in pessime condizioni, la teniamo qui per motivi umanitari”.

La Bce taglia i tassi, scatenando la reazione positiva dei mercati e negativa del Wwf, che ha chiesto ufficialmente all’Onu di riconoscere i tassi come specie a rischio di estinzione, a differenza dei mutui che non si estinguono mai.

Obama pronto all’insediamento alla Casa Bianca, che dal 20 gennaio si chiamerà ufficialmente Casa Abbronzata. Hanno già prenotato un trattamento completo Carlo Conti e David Beckham. Intanto il futuro ministro degli esteri Hillary Clinton annuncia la chiusura di Guantanamo, in cui rimarrà però rinchiusa a vita la nota terrorista pakistana Moniqaa Leviinshi.

Allarme gelo al nord: temperature sotto lo zero in molte città. Intervista al climatologo De Silvestris: “Se fosse agosto saremmo in presenza di una nuova glaciazione”.

Camorra, arrestato il boss dei casalesi. Era in un casale di Casale Monferrato, provincia di Alessandria. A farlo prendere è stata una soffiata del vicino, insospettito dalla grande produzione di gianduiotti di bufala.

Calciomercato. Adriano resta all’Inter o va al Tottenham? Balotelli andrà in prestito al Chelsea? Kakà verrà venduto per 110 milioni al Manchester City? Questi interrogativi scuotono le coscienze dei tifosi. Monito di Ratzinger: “Ogni intervento falloso su Legrottaglie verrà considerato un chiaro atto di persecuzione anticristiana”.

1 gennaio 2009

I Puffi sanno.

“I Puffi sanno” è una composizione che diviene ogni giorno più attuale, dimostrando la grande capacità dell’interprete di leggere i mutamenti del proprio tempo e di prevedere i bisogni che la società si troverà ad affrontare. Il tema del brano è il rispetto della natura e dell’ambiente, con un esplicito invito a dimostrare “buona volontà” al fine di aiutare il nostro pianeta a “guarire”. Vent’anni prima del documentario “An incovenient truth” di Al Gore, prima di Kyoto, prima del progetto di riconversione ecologica dell’economia fatto proprio da Barack Obama, prima del grande dibattito sul riscaldamento globale: c’è dello straordinario nella scelta di mettere la sostenibilità dello sviluppo al centro del programma fondamentale dei Puffi e del loro Villaggio, di cui “I Puffi sanno” è il manifesto essenziale, la linea guida che indica a noi umani come ai Puffi stessi la via da seguire. C’è del rivoluzionario, considerando il periodo di composizione, nell’affermare che “tutto cambierà” se ci metteremo “buona volontà” e che “più sereni saremo noi” se impararemo dai puffi nell’aiutare “Madre Natura” e nel non strappare i fiori e “tutto quel che nel bosco c’è”. La cifra stilistica del brano è poi di pregiata fattura: il ritornello e il titolo sottolineano il valore della conoscenza e della cultura nell’elaborazione di politiche ambientali; il ritmo incalzante ci ricorda a ogni battuta l’improrogabilità e l’urgenza dei problemi di inquinamento e di cambiamenti climatici; il suono delle tastiere rammenta volutamente la responsabilità dell’uomo in quanto sta avvenendo e nelle prospettive del pianeta.
Per queste motivazioni il Nobel per la Pace 2009 è conferito a Cristina D’Avena.

6 novembre 2008

Non ci sono paragoni.

Se l’Ohio è come l’Abruzzo, allora...

Obama è come Silvio: vincitore annunciato, grande comunicatore, abbronzato. Differenza: Obama non ha stallieri.

Bush è come Prodi: odiato anche dai suoi, intanto è l’unico che ha battuto gli avversari da sedici anni a questa parte. Differenza: Bush difficilmente otterrà grandi incarichi all’Onu.

Mc Cain è come Uolter: si smarca da Bush e farnetica di rimonte, ma intanto perde con un distacco in stile “fossa delle marianne”. Differenza: Mc Cain avrà senso del pudore e non guiderà l’opposizione.

Sarah Palin è come la Binetti: bigotta, impresentabile, intollerante. Differenza: la Palin non è nel partito democratico.

Hillary Clinton è come D’Alema: piena di sé, antipatica, perdente. Differenza: Hillary almeno ha avuto il coraggio di sfidare Obama.

5 novembre 2008

Black power.

A loro Obama, a noi Larussa.

Commento di Mc Cain: "Ecco, i soliti negri che ci rubano il lavoro".


6 giugno 2008

Obamì Obamà.

Tutti si aspettavano un papa nero, invece la chiesa è stata battuta sul tempo da una grande comunità, che ha saputo rinnovarsi e ottenere una grande conquista: il primo grande puffo nero della storia.
Con i complimenti del centounesimo puffo (il puffo perdente) e dell’ottavo nano (Untolo, che per la cronaca abita in Via Dotto, per le altre redazioni non si sa).

20 febbraio 2008

Prossima fermata: Piazza Labombaescappa.

È partito il pullman di veltroni, il uolterbus, il bus costruito nel 1989, il bus mai stato comunista, il bus che se giri il volante va a sinistra, ma anche a destra, ma soprattutto al centro, il bus che è partito democratico, ma tornerà democristiano.
Prima fermata in Abruzzo: scende Marini e sale un orso bruno. L’orso (Yomo) sarà la cremosa mascotte della campagna elettorale e simboleggerà il gemellaggio con Obama, che invece ha assoldato l’orso Yoghi.
Seconda fermata a Napoli: si butta la spazzatura e sale Bassolino. Nessuno a bordo si accorge di nulla.
Terza fermata in Birmania, ed è il trionfo: sale Fassino, circondato da una folla festante. In tutto il Paese i monaci promuovono processioni di ringraziamento a Veltroni per essersi portato via il tubo.
Quarta fermata al Vaticano: scendono tutti e Bertone sale a consacrare il bus, lanciando pure qualche incantesimo per impedire la risalita a bordo dei laici più convinti. Infatti riesco a risalire tutti.
Quinta fermata a Gardaland: scende Veltroni, che annuncia il trasferimento del governo da Palazzo Chigi al Castello di Mago Merlino e già che c’è presenta il capolista del Pd in Veneto: Prezzemolo.
Sesta e ultima tappa in Emilia, dove l’allegra combriccola democratica può fare una bella spesa alla Coop e rinnovare l’assicurazione Unipol, mentre Bersani sul pullman vende pentole e mortadelle all’urlo di “yes, week-end”.

Intanto anche altri partiti scegliono i loro mezzi di trasporto.
Per l’Udc una barca a vela, così Casini può spiegare le sue bandiere al vento. Vorrebbe spiegarle anche agli italiani, ma nessuno gli dà retta.
Per i socialisti una smart, che basta e avanza.
Per la rosa bianca una Multipla, così nei tre posti davanti ci stanno Baccini, Tabacci e un cane, nei tre posti dietro Pezzotta.
Per i radicali non c’è bisogno di alcun mezzo: basta un po’ di buona erba e fanno tre giri intorno alla Terra e uno intorno al Sole.
La Sinistra Arcobaleno ha scelto due mezzi di trasporto, così unendoli ottengono un intero. Spazioso, unitario, plurale, variopinto: nave? Treno? Pullman? No, scarpe. Chicco, però.

sfoglia
dicembre        febbraio