.
Annunci online

 
angolosbocco 
Bisognerebbe cercare di essere felici, non fosse altro che per dare l'esempio (Prévert)
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aggregatore delle sinistre
OMONIMO (michi)
rip
GE-NIA-LE!
Robecchi!
teresa
chiara
il blog di paola
il giovane zwingli (stile!)
il fu titollo (degnocomparedifassino)
miss welby
albicoccoalcuraro
il popolo sovrano
egine
unaperfettastronza
zarathustra!
invarchi!
sostiene proudhon
anellidifumo
rojarosevt
PAPARAZZIN
my personal resp org!
ciro
TheBreakfastClub
mi ha scoperto! (grazie)
nato mancino
chuck norris!
il vocabolario di zio nario
  cerca

Free blog counters




"Quando ho la sensazione che in fabbrica ci sia un po’ di disordine – mi diceva un giovane industriale – quando vedo che si profila uno sciopero, io prendo il mio yacht. Me ne vado. In crociera. Alle Bahamas. E mi porto dietro un po’ di operai". "Come viaggio premio?". "No, come ostaggi".
(Marcello Marchesi)


STUPIDARIO COMUNALE

"Mia figlia è stata assunta fruttai" (full-time, ndr)
"Melfi non è in Campania? AH già, infatti i miei parenti sono della costiera amalfitana, vengono da Malfi"
"Qui c'è una lettera che mi critica sul giornale. Ah, ma voglio proprio vedere la Stampa di domani. C'è scritto 'segue firma', domani la pubblicheranno!"

"Ho visto un soggiorno lifting..."
"C'è stata un'altra manifestazione di splatters"
(nel 1998): "Sono indaffarata per il centenario della Repubblica
"Ho saputo che tuo padre ha avuto un iptus".
"C'è in linea l'assessore della Fiat".
"Hanno trovato un pesce metà squalo metà serpente. Esiste da 80 milioni di anni!"."E' tutta colpa degli esperimenti nucleari".
"Abbiamo il nostro uomo all'Havana". "Non conosco il dottor Lavana".
(cercando la dott.ssa Cortese): "Avrei appuntamento con la dottoressa Gentile".
"Scusate il ritardo, ho dovuto portare mia moglie dallo speleologo".
(parlando dei propri associati): "I miei sudditi..."



__________________________________

"Per egemonizzare il pd servirebbe un esorcista". (tatablues)

"Ratzy è un pinguino vestito di bianco che dice porcherie". (Ale della classe di Antigone)




"Gli aziendalisti sono diversamente universitari".
(Zarathustra)

"Yes, weak end". (Indyeuge)




La frase del momento
La cordata, non c'è altro modo.

La jena più bella degli ultimi giorni

Infiltrati.
Maroni lancia l'allarme su possibili infiltrati nel corteo della Fiom. Oddio, ci va anche lui?

[www.lastampa.it]

Consigli per gli acquisti
Un terzino destro.

Il mio personale Pantheon del momento
Michele Serra
Bruno Buozzi
Javier Zanetti

James Bond
Giacinto Facchetti

La canzone del momento
Save the last dance for me (Tina Turner)

 

BlogNews


 

Diario | Attico | Le avventure del giovane Zwingli | Il Barone Rampicante | Vita da Al Fano |
 
Diario
1visite.

19 settembre 2010

"La politica è una cosa seria".

Profonde divergenze politiche tra Bersani e Veltroni: entrambi vogliono candidarsi a perdere le elezioni.

Vendola: "Non ho capito la posizione di Bersani su Melfi". La notizia è che ne avrebbe una sul resto.

Bersani alla festa del Pd: "Rimbocchiamoci le maniche". Che se no a mangiar costine si sporca la camicia.

Il bello del Pd è che forse parlando di contenuti potrebbero persino andare d'accordo, e invece passano il tempo a darsele di santa ragione senza parlare di nulla. Provate a dirlo a Veltroni, o a Bersani, o a Renzi. Diteglielo: "ragazzi, parlate di contenuti". "Conte-che??". Ecco.

Anche Chiamparino vuole candidarsi a premier e pretende una nuova legge elettorale: maggioritario con un solo collegio uninominale. A Torino.

D'Alema: "Non capisco questa passione di Vendola per le primarie". Massimo, vuoi mettere la soddisfazione di battere ogni volta un tuo sgherro?

Prosegue il calciomercato del Milan: si parla di uno scambio Ronaldinho-Casini.

La Gelmini scrive al sindaco di Adro: "Gentile Sindaco, la invito a togliere i simboli politici dall'arredo scolastico. In particolare quegli scandalosi estintori rossi".

Fini: "Un maestro elementare dichiaratamente omosessuale non può fare il maestro". Non era una battuta, era semplicemente il 1998.

12 giugno 2008

Italia in crisi.

L’Italia è in crisi. Deficit? Macché. Rifiuti? Figuriamoci. Criminalità organizzata? Ma va. (per quanto vada riconosciuto che la criminalità in Italia è l’unica in grado di organizzarsi. Forse dovremmo affidare lo Stato alla mafia e la mafia allo Stato, e risolviamo tutto). No no, l’Italia è in crisi perché dobbiamo vincere con Romania e Francia per non uscire dall’Europeo.
Nel governo ogni ministro ha pronta una sua soluzione.

La Russa è pronto a bombardare preventivamente la Romania prima della partita. In caso poi l’Italia perdesse, invierà l’esercito a invadere la Svizzera e a rubare la Coppa. Oltre alla coppa, il ministro suggerisce di rubare un po’ di emmenthal e del pane (i panini coppa e formaggio gli piacciono assai), e pure del cioccolato per il dessert. Se poi qualche colonnello vuole appropriarsi di un orologio a cucù o di una banca, va comunque bene. Poi si rimane in Svizzera cinque anni a portare la democrazia.
Brunetta vuole sostituire Donadoni con sé stesso, rendere efficiente la squadra, licenziare i fannulloni come Buffon, che sta in porta e non corre mai, che se volevamo un usciere ci costava di meno. Meritocrazia: chi è più alto di Brunetta a casa.
La Gelmini vuole parlare alla squadra, spiegando loro quant’è bello giocare insieme, credere nei valori dello sport sano, della mente sana in corpo sano (“e del corpo sano in un altro corpo sano” aggiungerà la Carfagna), dell’aiuto reciproco, nella bontà d’animo, nella cura degli ultimi (che siamo noi), nell’amore verso gli avversari (ma non i rumeni che sono tutti clandestini).
Maroni vuole espellere i rumeni dopo averli messi per 2 mesi in un cpt, poi per 4 mesi in un carcere di massima sicurezza, indi per un anno sotto una pressa (per ottenere tanti cd rom), dopo ancora un annetto nel frullatore e infine 3 mesi nella casa del Grande Fratello. Che poi vediamo se c’hanno ancora voglia di rimanere.
La Carfagna vuole testare di persona la preparazione atletica dei nostri giocatori. I nostri giocatori sono assai felici di verificare la preparazione atletica della ministra. Che, in nome delle pari opportunità, concederà venti minuti a testa, non uno di più, non uno di meno. Commento di Cassano: “è comunque più tempo di quanto ne passo in campo”.
Ma la soluzione migliore è quella del ministro Bondi, che reciterà prima della partita una sua poesia per ognuno dei giocatori. Si conosce al momento solo quella, molto toccante, per Aquilani: “Dopo Falcao / ci sei tu / o Aquilani / Sempre dalla Roma / Sempre con un nome / che ricorda / un uccello”. In effetti pare che la poesia sia stata ispirata dalla Carfagna.
Replica – tipica di un’opposizione seria e rigorosa – del Ministro molto ombra degli esteri, Fassino: “Giù le mani dalla nazionale, che con il fallo di mano ci danno rigore contro, e comunque con il fallo di mano si diventa cechi, e noi siamo italiani”.

9 giugno 2008

Opera spia.

La nuova legge sulle intercettazioni verrà scritta dal Ministro Al Fano (il cugino marchigiano di Al Bano), ma prenderà il nome dall’ispiratore, noto centravanti rumeno della Fiorentina. Infatti si chiamerà Legge Adrian.
Con la nuova legge tutto cambierà.
I bambini beccati a origliare le conversazioni di papà e mamma (o – ancora peggio – gli strani rumori provenienti dalla camera del fratello maggiore) saranno puniti con la reclusione nello sgabuzzino da tre ore a tre mesi, più un’ammenda da 5 a 200 ovetti kinder.
Le vecchiette che cercano in ogni modo di captare cosa si dicono i vicini di casa (salvo poi confondersi con la tv e raccontare alle amiche che hanno come nuova vicina Maria De Filippi o Costanzo, che tanto la voce è la stessa) saranno reinviate a giudizio e dovranno poi riuscire a tornare indietro da sole, senza aiuto e senza soldi. Chi non ce la fa, può rimanere a giudizio e, se ha buona memoria, può citare (in giudizio) qualche poesia a memoria.
C’è poi da dire che la legge non riguarderà solo le intercettazioni (2 anni di galera ai difensori che intercettano un cross di un giocatore di qualunque squadra milanese in maglia rossonera), bensì in generale l’attività di spionaggio.
Chi a scuola copia il compito dal vicino verrà punito e dovrà seguire un apposito corso di recupero in tre moduli: primo modulo tenuto da Maria Stella Gelmini dal titolo “il bon ton a scuola: chi fa la spia non è figlio di Maria”, secondo modulo tenuto da Renato Brunetta dal titolo “la decrescita è una cagata, guardate me e lo capite da voi”, terzo modulo tenuto da Gian Antonio Stella dal titolo “la casta fa schifo, quindi ragazza vedi di darla via e pure subito”.
Infine la pena più dura per il più atroce dei reati, la colpa di cui un vero eroe non si macchierebbe mai: fare la spia al giudice, spifferando tutto e infamando così gli amici che tanto hanno fatto per te. In quel caso la legge è molto severa: Siberia per l’infame, Antartide per il giudice, Birmania per Fassino, che anche se non lo vogliono se lo devono tenere lo stesso, o almeno facciamo un buon accordo, un anno a voi un anno a noi.
Con la Legge Adrian nulla resterà impunito, per il semplice motivo che il fatto proprio non sussiste. Tié.

sfoglia
luglio        ottobre