.
Annunci online

 
angolosbocco 
Bisognerebbe cercare di essere felici, non fosse altro che per dare l'esempio (Prévert)
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aggregatore delle sinistre
OMONIMO (michi)
rip
GE-NIA-LE!
Robecchi!
teresa
chiara
il blog di paola
il giovane zwingli (stile!)
il fu titollo (degnocomparedifassino)
miss welby
albicoccoalcuraro
il popolo sovrano
egine
unaperfettastronza
zarathustra!
invarchi!
sostiene proudhon
anellidifumo
rojarosevt
PAPARAZZIN
my personal resp org!
ciro
TheBreakfastClub
mi ha scoperto! (grazie)
nato mancino
chuck norris!
il vocabolario di zio nario
  cerca

Free blog counters




"Quando ho la sensazione che in fabbrica ci sia un po’ di disordine – mi diceva un giovane industriale – quando vedo che si profila uno sciopero, io prendo il mio yacht. Me ne vado. In crociera. Alle Bahamas. E mi porto dietro un po’ di operai". "Come viaggio premio?". "No, come ostaggi".
(Marcello Marchesi)


STUPIDARIO COMUNALE

"Mia figlia è stata assunta fruttai" (full-time, ndr)
"Melfi non è in Campania? AH già, infatti i miei parenti sono della costiera amalfitana, vengono da Malfi"
"Qui c'è una lettera che mi critica sul giornale. Ah, ma voglio proprio vedere la Stampa di domani. C'è scritto 'segue firma', domani la pubblicheranno!"

"Ho visto un soggiorno lifting..."
"C'è stata un'altra manifestazione di splatters"
(nel 1998): "Sono indaffarata per il centenario della Repubblica
"Ho saputo che tuo padre ha avuto un iptus".
"C'è in linea l'assessore della Fiat".
"Hanno trovato un pesce metà squalo metà serpente. Esiste da 80 milioni di anni!"."E' tutta colpa degli esperimenti nucleari".
"Abbiamo il nostro uomo all'Havana". "Non conosco il dottor Lavana".
(cercando la dott.ssa Cortese): "Avrei appuntamento con la dottoressa Gentile".
"Scusate il ritardo, ho dovuto portare mia moglie dallo speleologo".
(parlando dei propri associati): "I miei sudditi..."



__________________________________

"Per egemonizzare il pd servirebbe un esorcista". (tatablues)

"Ratzy è un pinguino vestito di bianco che dice porcherie". (Ale della classe di Antigone)




"Gli aziendalisti sono diversamente universitari".
(Zarathustra)

"Yes, weak end". (Indyeuge)




La frase del momento
La cordata, non c'è altro modo.

La jena più bella degli ultimi giorni

Infiltrati.
Maroni lancia l'allarme su possibili infiltrati nel corteo della Fiom. Oddio, ci va anche lui?

[www.lastampa.it]

Consigli per gli acquisti
Un terzino destro.

Il mio personale Pantheon del momento
Michele Serra
Bruno Buozzi
Javier Zanetti

James Bond
Giacinto Facchetti

La canzone del momento
Save the last dance for me (Tina Turner)

 

BlogNews


 

Diario | Attico | Le avventure del giovane Zwingli | Il Barone Rampicante | Vita da Al Fano |
 
Diario
1visite.

30 settembre 2009

Il congresso.

Il congresso del Pd sta entrando nel vivo. Dopo due mesi di discussioni sul Pd (mentre nel mondo succedeva di tutto) ora votano, poi si fa un altro mese discutendo sul Pd e poi si rivota, e a quel punto potranno votare cani e porci. Che figata, è come l’extended version dei dvd, che tu ti aspetti che il film finisca e invece ci sono altri venti minuti in omaggio, roba che al cinema non hanno fatto vedere. Qui è uguale: pensi che dopo un mese di congressi di circolo, seguiti da convenzioni provinciali (“convenzione” di solito vuol dire “accordo tra enti” o “uso, abitudine” ma, si sa, nel Pd si usano linguaggi nuovi per una politica nuova), convenzioni regionali e convenzione nazionale tutto sia finito e il segretario sia eletto? E invece no, sorpresone: ci sono ancora le primarie. Sembra tutto finito e invece era tutto finto, ma mica vorremmo mettere i puntini sulle i, anzi mica vorremmo mettere le i, che fanno tanto steccato del novecento? Sì ma chi ha vinto il congresso parte avvantaggiato, pensi. Ti immagini che le primarie contino a metà. No no, partono tutti alla pari. Scusa ma se il congresso lo vincesse, metti caso, Bersani, e poi alle primarie vanno a votare tutti quelli della Lega (che sono notoriamente di più dei piddini) e fanno vincere Franceschini? Vorrebbe dire che Darietto vince e fa il segretario. Sì, dirai tu, ma gli iscritti che li hai fatti partecipare al congresso a fare? Perché li fai discutere, litigare e votare se tanto il risultato non conta una cippa? Perché fa figo. Un partito strutturato come i vecchi Ds, con i congressi e ste manfrine da nostalgici comunisti tipo la “discussione”, “la partecipazione”, “la militanza”, “gli iscritti”, “il partito”, “la politica”; ma anche un partito nuovo, leggero, liquido, che fa decidere i propri destini a chiunque abbia voglia di andare a votare le primarie, e gli iscritti si adeguino a quel che vuole la società civile, quella che ha sempre qualcosa da dire ma quando c’è da dare un volantino hanno tutti da lavorare nello studio da commercialista, da portare la suocera a Antibes, da tosare il labrador (ma il labrador non era a pelo corto? Oh, senti, io voto alle primarie ma mica c’ho tempo da perdere con il partito, io decido, poi gli iscritti eseguano, che io sono della società civile, mica uno sfigato). Insomma, capisci a me, basta che ci mettiamo d’accordo su chi è il candidato più stupido, lo votiamo in massa alle primarie, lo facciamo vincere e poi ci facciamo grasse risate alle loro spalle, standocene tranquilli in poltrona con la nostra unica tessera in tasca: l’ikea family.

Bello il congresso. Non vedo l’ora che esca il sequel al cinema. Perché lo fanno il sequel, vero?

1 luglio 2009

Aridatece Latorre!

Debora Serracchiani, la gggiovane che le ha cantate e suonate al Pd finché non le hanno dato un posto, rilascia un 'intervista a Repubblica, dimostrando di essere davvero gggiovane e di rappresentare la speranza per l'Italia che verrà.
Lei, che ha attaccato duramente il gruppo dirigente vecchio e logoro, si schiera con il nuovo che avanza: Franceschini, Marini, Fioroni, Fassino, Veltroni. Insieme fanno la combriccola degli -ini, -oni, -ino, -ani. O, se preferite, la combriccola del "ni": quelli del sì ma anche del no.
Lei che è ggggiovane dentro non ne può più delle "piattaforme programmatiche". E ha ragione. Basta con i programmi, che mica servono a fare politica! Qua servono novità! Nuovi modi di pensare alla politica! Un esempio? "Sostengo Franceschini perché è più simpatico". Brava. E se la Bindi la trovi antipatica ma condividi le sue idee politiche cosa fai, te la porti a letto?
"Bersani è d'apparato". E chi li distribuiva i tuoi volantini? Chi li stampava? Chi li pagava? Lo spirito santo? Franceschini perché è simpatico? I ggggiovani perché sono ggggiovani? O l'apparato?
Ma poi arriva il meglio del meglio. Il momento in cui la nostra Debora, brutta ma non per questo intelligente, giovane ma non per questo diversa dai dinosauri di partito, laica ma non per questo laica (miracoli del pd), il momento in cui lei - dicevamo - dimostra di essere una fine politica.
"Di qua c'è il progetto del Pd, dall'altra parte c'è D'Alema. Io sto col Pd".
Da cui si deduce che il termine "Pd" non è sinonimo di "intelligenza", anzi: a congresso devono scegliere tra l'uno e l'altra, a quanto pare. E si deduce pure che la Debora si sente l'antagonista di Massimo. Un po' come se Burdisso si sentisse alla pari di Cristiano Ronaldo.
L'intervista volge al termine.
Le chiedono: "In questi mesi si è data una ragione della sua clamorosa e immediata popolarità?"
La risposta di Debora è una risposta gggiovane e di rottura: "E' il fatto che sono una persona normale".
Certo che sei normale, Serracchiani. E come tutti i normali prima scalpiti, poi quando ti danno l'osso diventi fedele al tuo buon padroncino e ringhi contro chi non gli vuole bene.
Sei normalissima, ggggiovane Debora. D'altra parte di straordinario al Pd non è rimasto nessuno. A parte Massimo, s'intende: antipatico, ma - roba da vecchi e d'apparato - intelligente.


9 giugno 2009

Commenti a tiepido.

Si sono svolte le elezioni europee.
Berlusconi, come dicono tutti, è stato fermato. Infatti la coalizione di governo è crollata, pensate, dal 46,8 al 47,7. Una evidente debacle, no? Quest’Italia continua a guardare là dove l’etica pubblica è stata sostituita dall’etica pubica: vacanze con le veline nude e del resto ce ne sbattiamo i coglioni.
Il Pd esulta: “abbiamo fermato Berlusconi, siamo un grande partito”. Traduzione: “il governo si rafforza mentre noi perdiamo 4,4 milioni di voti e 7,1 punti percentuali”. È la nuova strategia dell’opposizione: perdere le elezioni e provare a convincere tutti che si ha vinto. A quel punto la gente ci cascherà, dirà “basta con questa sinistra” e per protesta voterà Silvio. Geniale.
La sinistra divisa non raggiunge il quorum. L’altra volta erano uniti e non hanno raggiunto il quorum. Qui sembra quasi che prima guardino cosa fa la sinistra e poi gli mettano il quorum. Ops, è andata proprio così, scusate.

Nel frattempo si sono svolte le elezioni amministrative.
Dove la destra governava, vince.
Dove la sinistra governava, o perde o va al ballottaggio.
Eh, però abbiamo fermato Silvio.

Commento a tiepido di Frattini: “Dalle Maldive ho esercitato il voto dall’estero e sono molto soddisfatto. In particolare il mare è splendido”.
Commento a tiepido di Fassino: “Non ho capito”.
Commento a tiepido di Gasparri: “Figurati io”.

27 febbraio 2009

Bene o male.

Da quando c'è Dario "Dario chi?" Franceschini, il Pd è man mano scomparso dalle prime dei giornali, dai siti dei quotidiani on line, dai titoli dei tg.
Di fatto è in atto una nuova strategia per fermare l'emorragia di voti: bene o male, purché non se ne parli.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pd franceschini funzionerà?

permalink | inviato da angolosbocco il 27/2/2009 alle 17:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

20 febbraio 2009

Chi dopo Uolter?

Nome: Dario
Cognome: Franceschini
Soprannome: Dario chi?
Sponsor: Fini, Bossi, Berlusconi, Fassino
Programma: Proseguire nell’alimentazione con sondino del partito.
Caratteristiche: Giovane ma anche vecchio, laico ma anche cattolico, carismatico ma anche no. Un piccolo uolter che va a messa.
Forza: nessuna.
Debolezza: intrinseca.

Nome: Renato
Cognome: Soru
Soprannome: Renato Soru
Sponsor: i quattro sardi in paella
Programma: Inedificabilità nel Pd a 3 kilometri dagli steccati del ‘900.
Caratteristiche: Quando vince, vince. Quando perde, si dimettono gli altri. La sinistra non è pronta per lui.
Forza: è un editore.
Debolezza: è un editore.

Nome: Nonna
Cognome: Papera
Soprannome: Tina Anselmi
Sponsor: Ciccio, Giovanna Melandri, Vannino Chiti, Fioroni
Programma: torte per l’autofinanziamento, rigolini di legno contro le correnti d’aria, trasformazione del loft in un presidio slow food, se non l’ha già fatto Bettini.
Caratteristiche: Outsider della politica, conosciuta e riconosciuta come rassicurante. Ha come medico Scapagnini, il che spiega perché abbia 80 anni da quasi un secolo.
Forza: è donna.
Debolezza: è nonna e pure papera.

Nome: Dotto, Brontolo, Eolo, Gongolo, Mammolo, Pisolo, Cucciolo.
Cognome: Nano.
Soprannome: i 7 nani
Sponsor: Biancaneve, Parisi (in nome della gestione collegiale a 7 mani), Enrico Letta (per lui i bassi sono bambini, quindi giovani)
Programma: Toccato il fondo, continuare a scavare. Volare basso.
Caratteristiche: Popolari, noti, coesi, grandi lavoratori, amanti delle orge.
Forza: nelle braccia.
Debolezza: Dotto balbetta.

Nome: Mario
Cognome: Adinolfi
Soprannome: Bello magro & intelligente
Sponsor: Mario Adinolfi
Programma: Basta con il partito leggero.
Caratteristiche: Si aprì la portiera, non uscì nessuno. Era rimasto incastrato.
Forza: di gravità.
Debolezza: non sta nelle poltroncine di Porta a Porta.

Nome: Miranda
Cognome: Priestley
Soprannome: Il Diavolo (che veste Prada)
Sponsor: Massimo D’Alema, la Strega di Biancaneve, varie sette sataniche
Programma: E così non sapete come si dirige un partito? No, non era una domanda.
Caratteristiche: Non propriamente una buonista.
Forza: d’urto.
Debolezza: non ti permettere.

26 gennaio 2008

Mai più.

Veltroni non farà mai più un'alleanza con chi non è d'accordo con lui. Quindi alle prossime elezioni sarà alleato di Bettini, Franceschini e Veronica Lario.
La sinistra non farà mai più un'alleanza con moderati e centristi. Quindi alle prossime elezioni la cosa rossa va da sola.
Mastella non farà mai più un'alleanza con chi non si dichiara pronto a bombardare tutte le procure gettando tacchini da 2.000 metri d'altezza.
Dini non farà mai più un'alleanza con chi gli dice che è brutto.
Boselli non farà mai più un'alleanza con chi non vuole mettere almeno 15-16 bestemmie nel programma.
Mara Carfagna non farà mai più un'alleanza con Elisabetta Gardini e Gabriella Carlucci.
Elisabetta Gardini non farà mai più un'alleanza con Mara Carfagna e Platinette.
Gabriella Carlucci non farà mai più un'alleanza con Platinette e Mazinga.
Mazinga e il Grande Puffo non faranno mai più un'alleanza con Holly e Benji.
Holly e Benji non faranno mai più un'alleanza con Veltroni perché tifa per la Roma e la Juve e non per la New Team.
Titti non farà mai più un'alleanza con Silvestro, dopo che l'ultima volta le ha dato una spallata e se l'è mangiata.
Prodi ha proposto un accordo elettorale a Titti.
Veltroni ha detto che il simbolo con cui si presenterà sarà "Pd con Silvestro", ma Silvestro ha deciso di candidarsi con l'Udc.
Napolitano intanto cerca di varare un governo balneare, per potersene finalmente andare al mare: da 3 mesi ha in programma una bella gita con Ciampi, Scalfaro, Nemo, Shreck e Edwige Fenech.

15 dicembre 2007

Le secondarie del Pd.

I giovani del Pd faranno le primarie davanti alle discoteche. L'esito sarà incerto fino all'ultimo: vincerà la lista Coca&Rhum x Veltroni? Gin tonic x Veltroni? Vodka&Veltroni? Martini&Franceschini? Fanta con Letta? Fantastica(zzi) - giovani con Odifreddi? Vin Santo x Rutelli?
In ogni caso Uolter e Franceschini vogliono dare un ruolo importante ai giovani: si occuperanno di cocktail e festicciole. E avranno pure una sede prestigiosa: Gardaland.

Fatte le primarie dei giovani in discoteca, toccherà agli altri.
C'è già chi suggerisce le primarie delle donne davanti ai saloni di bellezza.
Ma non scordiamoci le primarie degli anziani davanti alle poste (per votare basterà dare a Bettini l'ultima pensione), le primarie degli immigrati nei cpt, le primarie dei disabili sulle rampe di accesso al Campidoglio, le primarie degli ex-udc nei sexy shop, le primarie delle idee in un buco nero di un'altra galassia, le primarie degli animali nell'arca di Noé, le primarie dei gay all'inferno, le primarie di Fassino in un'ambulanza della croce rossa. Su cui tutti, come sempre, spareranno.

5 novembre 2007

La segreteria di Veltroni.

Varata la segreteria del Pd made in Veltroni.
Eccone i componenti, di cui – come si sa – 9 donne e 8 uomini.


1 Vicesegretario: Dario Franceschini. Giovane, con gli occhiali, capelli castani, cattolico che ama i poveri (a patto che siano etero, naturalmente). Il genero che tutte le suocere vorrebbero.

2 Responsabile organizzazione: Moira Orfei. Doti gestionali e comunicative indiscutibili, proviene dalla società civile. Amante degli animali a tal punto da essersi pentita di averli usati nel circo, dove li sta sostituendo con i rumeni. La dinamica del gruppo.

3 Responsabile diritti civili: Camillo Ruini. Uno che buca il piccolo schermo senza usare il preservativo, uno che sa il fatto suo ma si occupa dei fatti degli altri, uno che può parlare di sesso da vero super partes. Il nuovo che avanza (e che non ci sta nel frigo).

4 Responsabile ambiente: l’orso Yoghi. La sua esperienza a Yellowstone può essere d’esempio per l’intero Paese, nonostante il suo rapporto con i ranger sia un po’ tantino influenzato dal suo passato no global. L’ospite straniero.

5 Responsabile lavoro: Luca Cordero di Montezemolo. Era interessato a occuparsi di un campo che non l’ha mai riguardato da vicino (solo nel 1988 fu a meno di un metro da un lavoratore, e svenne subito). La scommessa.

6 Responsabile sport: Suor Paola. E che non si dica che il sindaco di Roma tifa Juventus. Non ha mai tifato Juve, non è mai stato comunista e non si chiama Walter. La laica che mancava.

7 Responsabile giustizia: Clementina Forleo. È una casalinga di Casalpusterlengo, omonima della magistrata, scelta perché se non puoi governare i casini, almeno confondi un po’ le acque: Clementina Forleo attacca Mastella, ma Clementina Forleo le risponde indignata. Il coniglio estratto dal cilindro (di un’auto).

8 Responsabile campagne elettorali: Tania Dervaux. Una scelta che dimostra apertura all’Europa e soprattutto che il Partito Democratico ha una strategia politica chiara per vincere le elezioni. La politica di bocca buona.

9 Responsabile infrastrutture: Gina Lollobrigida. Un richiamo al mondo del cinema al quale Veltroni tiene molto. Gina è l’emblema di come un’infrastruttura serva a mantenersi giovani e lisci. E se vale per i lifting, perché non per il ponte di Messina? La restauratrice.

10 Responsabile cultura: Simona Ventura. Non tanto per la cultura, quanto per poter mandare Rosy Bindi su un’isola deserta per qualche mese all’anno. La famosa isolata.

11 Responsabile attività produttive: Biancaneve. Un segnale inequivocabile della differenza tra Veltroni e la Tatcher: lui con i minatori vuole dialogare. E poi la mela rossa è un apertura alla sinistra radicale. La più bella.

12 Responsabile economia: La nonna di angolosbocco. Perché risparmia e attraversa la strada da sola. Chiaro ammiccamento al notissimo blogger per portarlo nel Pd. La rappresentante della sinistra.

13 Responsabile terzo settore: Giancarlo Fisichella. Un cognome che piace al centro, un uomo che piace alle donne, uno che nel terzo settore fa spesso il record. Il pid stop.

14 Responsabile donne: Rocco Siffredi. La dimostrazione che per occuparsi di pari opportunità non serva essere donne, anzi: la dimostrazione che occorrano uomini per sensibilizzare gli uomini e ottenere così pari diritti per tutti. In più Rocco alle donne piace perché è super partes, e pure super altro. La quantità totale.

15 Responsabile giovani: Margherita Hack. Il principio è lo stesso del responsabile donne: sempre meglio avere un responsabile super partes, ultra partes, mega partes, no super no party. Inoltre la Hack non è certo seconda a nettuno. La (astro) fisica bestiale.

16 Responsabile esteri: Piero Fassino. No, questo non è uno scherzo.

17 Responsabile formazione per i giovani democratici: Ciriaco De Mita. No, nemmeno questo è uno scherzo.

19 ottobre 2007

Center-Loft.

Repubblica ci dà sempre notizie interessanti: “Loft con vista sul Circo Massimo: ecco la sede del nuovo partito”. Precisando che il nuovo partito è il Pd, questa fondamentale decisione di Veltroni e Franceschini conferma alcune impressioni. Per capirlo basta considerare le parole con la maiuscola.

Nel Pd magari non ci sarà nulla di sinistra, ma sicuramente qualcosa di sinistro: basta cambiare una lettera. Come Left e Loft, appunto.

Quanto al Circo, nani e ballerine non possono certo mancare, perché rappresentano la cultura socialista che entra nel Pd. Beh, a essere sinceri la cultura socialista nel Pd non è solo nani e ballerine. Ci sono pure Amato e Del Turco.
Ripensandoci: solo nani e ballerine.

E infine Massimo. Beh, D’Alema da qualche parte rientra sempre. A volte dalla porta, a volte dalla finestra, a volte dal loft.

sfoglia
agosto        ottobre