.
Annunci online

 
angolosbocco 
Bisognerebbe cercare di essere felici, non fosse altro che per dare l'esempio (Prévert)
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aggregatore delle sinistre
OMONIMO (michi)
rip
GE-NIA-LE!
Robecchi!
teresa
chiara
il blog di paola
il giovane zwingli (stile!)
il fu titollo (degnocomparedifassino)
miss welby
albicoccoalcuraro
il popolo sovrano
egine
unaperfettastronza
zarathustra!
invarchi!
sostiene proudhon
anellidifumo
rojarosevt
PAPARAZZIN
my personal resp org!
ciro
TheBreakfastClub
mi ha scoperto! (grazie)
nato mancino
chuck norris!
il vocabolario di zio nario
  cerca

Free blog counters




"Quando ho la sensazione che in fabbrica ci sia un po’ di disordine – mi diceva un giovane industriale – quando vedo che si profila uno sciopero, io prendo il mio yacht. Me ne vado. In crociera. Alle Bahamas. E mi porto dietro un po’ di operai". "Come viaggio premio?". "No, come ostaggi".
(Marcello Marchesi)


STUPIDARIO COMUNALE

"Mia figlia è stata assunta fruttai" (full-time, ndr)
"Melfi non è in Campania? AH già, infatti i miei parenti sono della costiera amalfitana, vengono da Malfi"
"Qui c'è una lettera che mi critica sul giornale. Ah, ma voglio proprio vedere la Stampa di domani. C'è scritto 'segue firma', domani la pubblicheranno!"

"Ho visto un soggiorno lifting..."
"C'è stata un'altra manifestazione di splatters"
(nel 1998): "Sono indaffarata per il centenario della Repubblica
"Ho saputo che tuo padre ha avuto un iptus".
"C'è in linea l'assessore della Fiat".
"Hanno trovato un pesce metà squalo metà serpente. Esiste da 80 milioni di anni!"."E' tutta colpa degli esperimenti nucleari".
"Abbiamo il nostro uomo all'Havana". "Non conosco il dottor Lavana".
(cercando la dott.ssa Cortese): "Avrei appuntamento con la dottoressa Gentile".
"Scusate il ritardo, ho dovuto portare mia moglie dallo speleologo".
(parlando dei propri associati): "I miei sudditi..."



__________________________________

"Per egemonizzare il pd servirebbe un esorcista". (tatablues)

"Ratzy è un pinguino vestito di bianco che dice porcherie". (Ale della classe di Antigone)




"Gli aziendalisti sono diversamente universitari".
(Zarathustra)

"Yes, weak end". (Indyeuge)




La frase del momento
La cordata, non c'è altro modo.

La jena più bella degli ultimi giorni

Infiltrati.
Maroni lancia l'allarme su possibili infiltrati nel corteo della Fiom. Oddio, ci va anche lui?

[www.lastampa.it]

Consigli per gli acquisti
Un terzino destro.

Il mio personale Pantheon del momento
Michele Serra
Bruno Buozzi
Javier Zanetti

James Bond
Giacinto Facchetti

La canzone del momento
Save the last dance for me (Tina Turner)

 

BlogNews


 

Diario | Attico | Le avventure del giovane Zwingli | Il Barone Rampicante | Vita da Al Fano |
 
Diario
1visite.

9 giugno 2009

Commenti a tiepido.

Si sono svolte le elezioni europee.
Berlusconi, come dicono tutti, è stato fermato. Infatti la coalizione di governo è crollata, pensate, dal 46,8 al 47,7. Una evidente debacle, no? Quest’Italia continua a guardare là dove l’etica pubblica è stata sostituita dall’etica pubica: vacanze con le veline nude e del resto ce ne sbattiamo i coglioni.
Il Pd esulta: “abbiamo fermato Berlusconi, siamo un grande partito”. Traduzione: “il governo si rafforza mentre noi perdiamo 4,4 milioni di voti e 7,1 punti percentuali”. È la nuova strategia dell’opposizione: perdere le elezioni e provare a convincere tutti che si ha vinto. A quel punto la gente ci cascherà, dirà “basta con questa sinistra” e per protesta voterà Silvio. Geniale.
La sinistra divisa non raggiunge il quorum. L’altra volta erano uniti e non hanno raggiunto il quorum. Qui sembra quasi che prima guardino cosa fa la sinistra e poi gli mettano il quorum. Ops, è andata proprio così, scusate.

Nel frattempo si sono svolte le elezioni amministrative.
Dove la destra governava, vince.
Dove la sinistra governava, o perde o va al ballottaggio.
Eh, però abbiamo fermato Silvio.

Commento a tiepido di Frattini: “Dalle Maldive ho esercitato il voto dall’estero e sono molto soddisfatto. In particolare il mare è splendido”.
Commento a tiepido di Fassino: “Non ho capito”.
Commento a tiepido di Gasparri: “Figurati io”.

16 aprile 2008

Riassunto / 3: si può fare (sto ca**o).

Grande vittoria di Veltroni contro "il principale esponente dello schieramento avverso", tanto grande che lo schieramento avverso è rimasto fuori dal Parlamento.
-----
Combattere la destra imitandola, perdendo come mai negli ultimi 20 anni e devastando la sinistra? Si può fare.
-----
"Prendersi un ombrello in culo: si può fare" (Walter Veltroni)
"Prendersi un ombrello in culo: sarebbe un passo avanti" (Fausto Bertinotti)
-----
La differenza tra Rutelli e Grillini è che Grillini continua a essere ciò che un tempo erano entrambi:
politici di sinistra.
Cosa avevate pensato?!?

13 aprile 2008

Angolo-voto.

Alla fine Angolosbocco ha votato.

Sono entrato nel seggio e ho fornito le mie generalità, più qualche particolarità.
Mi sono fatto timbrare la scheda e - visto che era l'undicesimo bollino - mi sono fatto consegnare la pirofila del ministero degli interni (quella per cuocere al forno le schede di troppo).
Ho preso due schede: una per la camera e una per il senato. Il problema è che una la appendo in camera, ma l'altra?
Poi ho preso la matita e ho disegnato una stellina in fronte allo scrutatore. Lui mi ha guardato strano, perché non tutti fanno come me. Allora gli ho detto "non devi ringraziarmi, questa è la stella elettorale".
Poi sono entrato nell'urna, e mi sentivo molto Foscolo (dio che cultura!).
E lì, nel segreto dell'urna, dove dio non mi vede ma schakelbach sì, mi sono chiesto perché la matita che mi avevano consegnato si chiama "matita copiativa". Secondo me perché si può copiare, mica come a scuola. Allora ho sbirciato cosa votava il tizio nella cabina a fianco: Lista Ferrara. L'ho ucciso con la matita (senza poi spostarlo, tanto era già nell'urna), sono rientrato nella mia cabina, mi sono messo il costume da bagno (non ci sono più le cabine di una volta) e ho votato.
Ho votato pensando a fassino, a livia turco, a vannino chiti.
Poi ho deposto le schede al posto giusto, ho salutato lo scrutatore con la stella copiativa in testa, ho scritto qualcosa sulla lavagna con calma e gesso, ho ululato al neon e sono uscito.
E se va bene a me, buon voto a tutti. E ricordatevi di fare una stellina in fronte allo scrutatore. Lo scrutatore si riconosce perché passa 2 giorni con la mano sulla fronte a scrutare l'orizzonte. E lo pagano pure.

11 aprile 2008

This is the end (if god wants).

Ultimo giorno di campagna elettorale, da domani tornano tutti in città: chiudetevi in casa, sbarrate le porte e gli occhi, sprangate la suocera, sparate al vicino, mangiate leggero, mettete le inferriate alle finestre, armatevi fino ai denti (si consiglia la p38 kukident). Avete abbastanza derrate alimentari? E derrate non alimentari, come la carne di plastica o le verdure di carta? Correte al supermarket e fate incetta di tutto, accettate ogni offerta, e se non volete accettarla allora usate una mannaia. E se vi manca la mannaia pregate, che il signore vi manderà la mannaia dal cielo. Però vedete di scansarvi quando arriva la mannaia dal cielo, che se no sporcate il supermarket. Se in casa vi manca qualcosa di fondamentale che nessuno ha ancora inventato, avete 12 ore per inventarla e lanciarla sul mercato. Dite che piove? Lanciatela nel supermarket. Cercate solo di non lanciarla mentre scende la mannaia dal cielo. Mettete dei sacchi di sabbia davanti a casa, così quando arriveranno almeno inciampano. Piazzate una mitragliatrice sul tetto, così nell’attesa – se vi annoiate – potete ammazzare i piccioni. Bucate le gomme della macchina: se in macchina non avete gomme ma caramelle, bucate quelle. Se le caramelle sono polo, vuol dire che avete una Volkswagen. Riempite dei secchi d’acqua, nel caso venisse a mancare. Fate lo stesso con il gas e l’elettricità. Scongelate il merluzzo e surgelate i bambini, mettete il merluzzo a letto e dategli il baco della buonanotte. Preparatevi, stanno arrivando.
Se vivete in campagna, e se siete ancora vivi, siete quasi salvi (cesare).

Ma intanto, mentre aspettiamo domani con ansia crescente, chiediamoci: cosa succede oggi?

Veltroni finalmente rivelerà a tutti il nome del “principale esponente dello schieramento avverso”: Fausto Bertinotti.
Berlusconi proporrà l’abolizione di tutte le tasse nonché la separazione delle carriere tra pm e giudici e la conseguente fusione con altre carriere: pm con pr, giudici con i giurati di X-Factor.
Bertinotti continuerà a proporre di alzare le tasse sulle rendite finanziarie, e tutti continueranno a dargli del vetero-comunista-giacobino-filoplebei-dallapartedeimammuth.
Casini dirà che bisogna votare per lui per essere sicuri di stare con Berlusconi sulla giustizia e con il Pd sulla laicità. (e con Badalamenti sulla mafia).
La Santanché insisterà: il fritto non è trendy, è ora di passare dalla padella a storace.

E noi? Che faremo noi, poveri elettori, passato il pericolo e riaperte le nostre case?
Noi non faremo nulla. Aspetteremo, seduti sul bordo del fiume, che passino i cadaveri. Per impallinarli, che con certa gente non si sa mai.

4 marzo 2008

I simboli.

Rispedito indietro il simbolo della Destra. Pare che la dicitura “Alleanza Nazionale – Fini Presidente” inducesse in errore l’elettore medio (l’elettore anulare è stato invece messo all’indice e mostrando pollice verso ha giurato che questa se la lega al dito, ma non ha specificato quale).
Ci sono problemi anche per i simboli della Democrazia Cristiana. Ci sono così tanti scudi crociati che al viminale li hanno messi tutti vicini e poi hanno passato cinque ore per risolvere il sudoku.
Non parliamo poi delle falci e martelli: tre persone sono finite in infermeria (due con tagli sul viso e una con un dito nero, ma non ha specificato quale). Ammesso invece il simbolo del Partito Operaio Che I Contadini Per Noi Possono Pure Morire, contraddistinto da due martelli.
Il simbolo del Pd è stato ammesso nonostante il modulo di presentazione fosse imbrattato di zucchero filato ma anche di dentifricio gusto ostia.
La sezione botanica del ministero si è ritrovata di colpo senza lavoro: non ci sono più querce, margherite, ulivi, biancofiori, girasoli. Hanno provato a spostarsi tutti alla sezione urbanistica, ma pure di campanili non c’è più traccia. Quando si sono affacciati all’ufficio enigmistica, hanno trovato i colleghi alle prese con il sudoku democristiano e hanno deciso che era il posto buono per lavorare. Ora sono tutti felici: fanno “riempite gli spazi” con il simbolo della Sinistra Arcobaleno, giocano a “aguzza la vista” con la figura del simbolo della Lega (un guerriero? Un dentista? La Brambilla con i capelli verdi?), gareggiano in “unite i puntini” con i neuroni di Fassino. Lui ha provato a offendersi e puntare il dito, ma non ha specificato quale.

22 febbraio 2008

Liberi pensieri in libero stato (confusionario) / 2.

Mi è capitato di nuovo: ho letto nel pensiero di un giovane incrociato per strada...

Sono un ggggiovane d’oggi che minchia non so cosa votare, zio fester. Cioè, forse voto Berlusconi perché minchia lui ci toglie l’ici, sì, abbiamo capito bene, ci toglie l’ici, che non cos’è sta ici, ma se lui non la vuole un motivo ci deve essere. Che poi tanto io vado in giro con la mia panda gt turbo diesel minchia surround e non sono mica un ricchione che usa la b’ici. Però forse voto Veltroni perché minchia lui ci va da solo, che a volte quando non c’ho una tipa sotto mano pure io ci vado da solo. A dire il vero lui ci va da solo con Di Pietro, ma tanto da piccolo anch’io, quando non ci avevo una tipa sotto mano, ci andavo da solo con un mio amico, il fratello di Pietro, che minchia poi ci prendevamo le misure e io vincevo, perché cisti wow sono troppo un figo da paura. E poi Veltroni dice che lui è nuovo, e a me mi piace troppo che è nuovo, perché pure io nella mia panda gt turbo minchia surround c’ho messo il woofer nuovo, che poi abbia e fa woofer woofer. Però forse forse voto Casini, perché minchia lui si sblinda quella sorca dell’Azzurra che me la sblinderei di brutto anch’io, ma io non posso mica, e infatti ci vado da solo, e allora magari voto Veltroni. Minchia, potrei votare la Sinistra l’Arca Balena, che minchia le balene mi piacciono un macello, che da piccolo avevo letto quel libro troppo cisti, che si chiamava Moby Line, che la balena vince perché minchia ci sta troppo dentro. Oh, magari voto la Destra, che io scrivo con la destra, e mangio con la destra e quando ci vado da solo uso la destra, e allora magari voto Veltroni. No, Ferrara non lo voto perché minchia è un ciccione incredibile, che per votare un ciccione allora voto una donna, o ancora peggio un ricchione. Minchia, sai che ti dico? Io vado al mare così minchia vado a ballare tutta la notte, mi rimorchio una bella manza e la smetto di andarci da solo, che poi minchia divento cieco e come cazzo si fa a votare se sei cieco, minchia, e poi se sono cieco mica posso guidare la mia nuova panda gt turbo diesel minchia surround. Eh porco due zio fester.

13 febbraio 2008

La scheda elettorale.

Sulla sinistra estrema, proprio sul bordo della scheda, il simbolo di Sinistra Critica. Dato che il bordo della scheda è pieno di linee incrociate, i voti previsti sono tutti nulli.
Sulla sinistra, La Sinistra L’Arcobaleno. In quel punto la scheda è gialla, ma pure rossa, arancione, verde, azzurra, indaco, violetto. Grande simbolone unitario e plurale, che contenga in filigrana i quattro simboli di partito più una falce e un martello, però che non si incrociano.
Nel centro-sinistra della scheda, i socialisti. Un simbolo piccolo piccolo, e pure molto carino. Solo che se uno si avvicina troppo, puff: sparisce il portafoglio.
Poi i radicali: un simbolo tutto bianco, in sciopero della fame.
In mezzo alla scheda un poligono tipico delle geometrie non euclidee, formato da tanti simboli: Italia dei Valori, La Rosa Bianca (La Rosa morta no, che quella era Rosa Berlusconi), l’UDC, l’UDEUR, la SVP, l’Union Valdotaine, l’MPA, la nuova DC. Votarne solo uno senza annullare la scheda sarà la prossima prova di Giochi senza Frontiere.
Gli Italiani nel Mondo non sono presenti sulla scheda. Però saranno sulle schede elettorali inglesi, argentine e malesi.
A destra il PDL, un grande simbolo che se lo tocchi suona.
All’estrema destra un po’ di simboli con varie fiamme che cercano di incendiarsi l’un l’altro. La scheda è bruciacchiata, difficile votarli senza ustionarsi.
E il PD? Il PD va da solo. Su un’altra scheda.

P.s. In alto, laddove batte il sole e anche la luna, ci sarà l'ultima spiaggia: rip presidente.

27 agosto 2007

Affari loro.

In anteprima la cronaca della prima notte elettorale in tv del Pd in versione Rutelli-Veltroni.

Raiuno.
Tutti si aspettano lo studio di Porta a Porta, anche se Petruccioli aveva promesso novità.
Lo studio è quello di Affari tuoi. In studio a condurre la lunga maratona a base di exit poll e proiezioni c’è Paolo Bonolis, affiancato – per la lettura al volo delle agenzie – da Luca Laurenti.
Escono gli exit poll.
Ma nessuno li può vedere.
Entrano 20 vallette con 20 pacchi, ognuno dei quali ha il nome di un partito (coperto da un numero tra 1 e 20).
Vicino a Bonolis c’è Elvia da Busto Arsizio, casalinga cinquantenne. A lei il compito di scegliere l’ordine di apertura dei pacchi. Prima Bonolis le chiede per chi ha votato, tanto ormai le urne sono chiuse. Lei risponde decisa: “Partito democratico, sa, a me piace tanto Fassino”. In studio qualche applauso, qualche fischio, qualche tentativo di omicidio.
Si inizia!
Elvia sceglie il pacco numero 17, per togliersi subito il numero che porta male.
Infatti è il Pd.
Bonolis si avvicina alla valletta – che ha lo sguardo forte, fiero e intelligente di Barbara Palombelli –  e sbircia dentro. Poi guarda Elvia e apre di colpo il pacco e urla: “una bella forbice 25-29%”!
Elvia non è soddisfatta, proprio no.
Ma Paolo la tranquillizza: “Questi sono dati in euro, con un’alleanza del vecchio conio varrebbero oltre il 50%”.

sfoglia
maggio        luglio