.
Annunci online

 
angolosbocco 
Bisognerebbe cercare di essere felici, non fosse altro che per dare l'esempio (Prévert)
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aggregatore delle sinistre
OMONIMO (michi)
rip
GE-NIA-LE!
Robecchi!
teresa
chiara
il blog di paola
il giovane zwingli (stile!)
il fu titollo (degnocomparedifassino)
miss welby
albicoccoalcuraro
il popolo sovrano
egine
unaperfettastronza
zarathustra!
invarchi!
sostiene proudhon
anellidifumo
rojarosevt
PAPARAZZIN
my personal resp org!
ciro
TheBreakfastClub
mi ha scoperto! (grazie)
nato mancino
chuck norris!
il vocabolario di zio nario
  cerca

Free blog counters




"Quando ho la sensazione che in fabbrica ci sia un po’ di disordine – mi diceva un giovane industriale – quando vedo che si profila uno sciopero, io prendo il mio yacht. Me ne vado. In crociera. Alle Bahamas. E mi porto dietro un po’ di operai". "Come viaggio premio?". "No, come ostaggi".
(Marcello Marchesi)


STUPIDARIO COMUNALE

"Mia figlia è stata assunta fruttai" (full-time, ndr)
"Melfi non è in Campania? AH già, infatti i miei parenti sono della costiera amalfitana, vengono da Malfi"
"Qui c'è una lettera che mi critica sul giornale. Ah, ma voglio proprio vedere la Stampa di domani. C'è scritto 'segue firma', domani la pubblicheranno!"

"Ho visto un soggiorno lifting..."
"C'è stata un'altra manifestazione di splatters"
(nel 1998): "Sono indaffarata per il centenario della Repubblica
"Ho saputo che tuo padre ha avuto un iptus".
"C'è in linea l'assessore della Fiat".
"Hanno trovato un pesce metà squalo metà serpente. Esiste da 80 milioni di anni!"."E' tutta colpa degli esperimenti nucleari".
"Abbiamo il nostro uomo all'Havana". "Non conosco il dottor Lavana".
(cercando la dott.ssa Cortese): "Avrei appuntamento con la dottoressa Gentile".
"Scusate il ritardo, ho dovuto portare mia moglie dallo speleologo".
(parlando dei propri associati): "I miei sudditi..."



__________________________________

"Per egemonizzare il pd servirebbe un esorcista". (tatablues)

"Ratzy è un pinguino vestito di bianco che dice porcherie". (Ale della classe di Antigone)




"Gli aziendalisti sono diversamente universitari".
(Zarathustra)

"Yes, weak end". (Indyeuge)




La frase del momento
La cordata, non c'è altro modo.

La jena più bella degli ultimi giorni

Infiltrati.
Maroni lancia l'allarme su possibili infiltrati nel corteo della Fiom. Oddio, ci va anche lui?

[www.lastampa.it]

Consigli per gli acquisti
Un terzino destro.

Il mio personale Pantheon del momento
Michele Serra
Bruno Buozzi
Javier Zanetti

James Bond
Giacinto Facchetti

La canzone del momento
Save the last dance for me (Tina Turner)

 

BlogNews


 

Diario | Attico | Le avventure del giovane Zwingli | Il Barone Rampicante | Vita da Al Fano |
 
Diario
1visite.

15 aprile 2011

Abigeati.

I finiani pentiti, i responsabili, i liberalsalcazzo, i repubblicani indipendenti europei per il liberalismo socialdemocratico, gli udc siciliani, gli autonomisti patriottici: tutti che passano pian piano con silvio. A voler indagare si potrebbe imputare berlusconi per l'unico reato che ancora gli manca: l'abigeato.

Nel pd veltroni propone una legge per rendere obbligatorie le primarie. Stufi di perdere le loro, hanno deciso di perdere anche quelle altrui.

E' nato christopher cassano, l'unico figlio di cui il padre non sa scrivere il nome.

L'europa continua a rifiutare i profughi libici. E te credo: se scappano che gusto c'è a bombardarli?

19 settembre 2010

"La politica è una cosa seria".

Profonde divergenze politiche tra Bersani e Veltroni: entrambi vogliono candidarsi a perdere le elezioni.

Vendola: "Non ho capito la posizione di Bersani su Melfi". La notizia è che ne avrebbe una sul resto.

Bersani alla festa del Pd: "Rimbocchiamoci le maniche". Che se no a mangiar costine si sporca la camicia.

Il bello del Pd è che forse parlando di contenuti potrebbero persino andare d'accordo, e invece passano il tempo a darsele di santa ragione senza parlare di nulla. Provate a dirlo a Veltroni, o a Bersani, o a Renzi. Diteglielo: "ragazzi, parlate di contenuti". "Conte-che??". Ecco.

Anche Chiamparino vuole candidarsi a premier e pretende una nuova legge elettorale: maggioritario con un solo collegio uninominale. A Torino.

D'Alema: "Non capisco questa passione di Vendola per le primarie". Massimo, vuoi mettere la soddisfazione di battere ogni volta un tuo sgherro?

Prosegue il calciomercato del Milan: si parla di uno scambio Ronaldinho-Casini.

La Gelmini scrive al sindaco di Adro: "Gentile Sindaco, la invito a togliere i simboli politici dall'arredo scolastico. In particolare quegli scandalosi estintori rossi".

Fini: "Un maestro elementare dichiaratamente omosessuale non può fare il maestro". Non era una battuta, era semplicemente il 1998.

20 febbraio 2009

Chi dopo Uolter?

Nome: Dario
Cognome: Franceschini
Soprannome: Dario chi?
Sponsor: Fini, Bossi, Berlusconi, Fassino
Programma: Proseguire nell’alimentazione con sondino del partito.
Caratteristiche: Giovane ma anche vecchio, laico ma anche cattolico, carismatico ma anche no. Un piccolo uolter che va a messa.
Forza: nessuna.
Debolezza: intrinseca.

Nome: Renato
Cognome: Soru
Soprannome: Renato Soru
Sponsor: i quattro sardi in paella
Programma: Inedificabilità nel Pd a 3 kilometri dagli steccati del ‘900.
Caratteristiche: Quando vince, vince. Quando perde, si dimettono gli altri. La sinistra non è pronta per lui.
Forza: è un editore.
Debolezza: è un editore.

Nome: Nonna
Cognome: Papera
Soprannome: Tina Anselmi
Sponsor: Ciccio, Giovanna Melandri, Vannino Chiti, Fioroni
Programma: torte per l’autofinanziamento, rigolini di legno contro le correnti d’aria, trasformazione del loft in un presidio slow food, se non l’ha già fatto Bettini.
Caratteristiche: Outsider della politica, conosciuta e riconosciuta come rassicurante. Ha come medico Scapagnini, il che spiega perché abbia 80 anni da quasi un secolo.
Forza: è donna.
Debolezza: è nonna e pure papera.

Nome: Dotto, Brontolo, Eolo, Gongolo, Mammolo, Pisolo, Cucciolo.
Cognome: Nano.
Soprannome: i 7 nani
Sponsor: Biancaneve, Parisi (in nome della gestione collegiale a 7 mani), Enrico Letta (per lui i bassi sono bambini, quindi giovani)
Programma: Toccato il fondo, continuare a scavare. Volare basso.
Caratteristiche: Popolari, noti, coesi, grandi lavoratori, amanti delle orge.
Forza: nelle braccia.
Debolezza: Dotto balbetta.

Nome: Mario
Cognome: Adinolfi
Soprannome: Bello magro & intelligente
Sponsor: Mario Adinolfi
Programma: Basta con il partito leggero.
Caratteristiche: Si aprì la portiera, non uscì nessuno. Era rimasto incastrato.
Forza: di gravità.
Debolezza: non sta nelle poltroncine di Porta a Porta.

Nome: Miranda
Cognome: Priestley
Soprannome: Il Diavolo (che veste Prada)
Sponsor: Massimo D’Alema, la Strega di Biancaneve, varie sette sataniche
Programma: E così non sapete come si dirige un partito? No, non era una domanda.
Caratteristiche: Non propriamente una buonista.
Forza: d’urto.
Debolezza: non ti permettere.

18 febbraio 2009

Riassunto di giornata.

Veltroni era gay?

Amici africani, è giusto: Veltroni un po’ a noi, un po’ a voi.

Ora che veltroni va in africa, poi non lamentiamoci x gli sbarchi di clandestini. Avranno pur diritto di fuggire dall’ennesima calamità.

Dimettersi nell’unica settimana in cui non c’è Porta a Porta è da vero sfigato. Persino Bertinotti fece la sua ultima passerella trionfale. Lui no, va in Africa senza passare dal via. Il via ringrazia.

Veltroni: “Basta farsi del male”. Era meglio “farvi”.

E ora chi va al posto di Veltroni? Serve un segretario di transizione, uno che passi inosservato alle masse, uno che non lasci troppo il segno, uno che non dica nulla nemmeno quando parla, uno facile da dimenticare. Veltroni?

D’Alema: “Yes, we can”.

13 febbraio 2009

Cazzo ti ridi?

Metafora e metà no.
In Italia la democrazia può essere paragonata a una persona malata. Negli ultimi giorni c’è stato un improvviso peggioramento nelle condizioni della signora democrazia, una crisi. E così è dovuta arrivare un’ambulanza. Solo che era già occupata da gustavo selva.

Fedeli alla linea.
Veltroni: “Il Pd non cambia linea”. Grazie Walter, abbiamo bisogno di certezze: ora sappiamo che continuerete a brancolare nel buio.

Eutanasie auspicabili.
Non c’è davvero motivo perché Rutelli non dovesse votare la mozione del Pdl sul fine-vita: lui in politica è tenuto in vita artificialmente almeno dal 2001. Con un particolare: invece che stare nella sua bocca, il sondino ce lo prendiamo noialtri in c**o.

Figure retoriche.
Si è detto e letto negli ultimi giorni che questa destra confessionale vuole imporre uno “Stato etico”. Ammetterete che parlare di Stato etico con Berlusconi premier è come avere Veltroni segretario del Pd e parlare di opposizione intransigente. 

25 gennaio 2009

Il dente batte dove il dente duole.

Il Pd si astiene sul federalismo della Lega invece che votare contro.
No, non è una battuta, giuro.

Il Segretario del Pd piemotese dice che la Bresso non deve parlare di Eluana e di laicità e chiede una moratoria nel Pd sul tema.
No, non è una battuta, giuro.

Il 13 giugno Veltroni partirà per sempre alla volta dell'Africa.
Sì, è una battuta, purtroppo.

22 gennaio 2009

Un cantante della madonna.

Povia canterà a Sanremo “Luca era gay”, storia della prodigiosa guarigione di un povero invertito, portato da una donna sulla retta via della topa.
Quello che ancora non si sa è che questa sarà solo la prima canzone di un nuovo filone musicale, quello della guarigione, detto anche “dio’n’roll”.
Ecco le altre novità in arrivo.

“Walter era comunista”, di Bettini-Chiti-Fassino, canta Giovanna Meandri.
Canzone sulla miracolosa conversione di un giovane politico, che scopre il Mc Donald’s e capisce che un’ideologia senza hamburger è una barbarie. La conversione è così convinta che il protagonista alla fine nemmeno ricorderò i propri tragici trascorsi.

“Gesù era ebreo” scritta da Mel Gibson e interpretata da Nicola Legrottaglie.
Ballata vagamente country che canta, sotto forma di lettera di tal Paolo a un gruppo di amici (i corinzi), la travagliata storia di un giovane scapestrato, che abbandona l’avarizia per trovare la felicità negli insaccati.

“Micheal era negro”.
Il grande ritorno sulle scene di Micheal Jackson, che in terza persona racconta come si può smettere con il basket, disimparare a suonare i bonghi e perfino ridurre la lunghezza del proprio pene.

“Mara era velina” di Apicella-Berlusconi-Bondi, canta Mariano Apicella.
Struggente romanza in napoletano sulla difficile vita di una ragazza, che dopo anni di tristi spogliarelli e blasfemi ammiccamenti, scopre la bellezza della castità e l’amore per l’impegno nei confronti del prossimo, fino a diventare prima stagista alla casa bianca e infine ministro in Italia.

“Luca era ridiventato gay”, che sarà presentata da Povia a Sanremo nel 2010, scritta dallo stesso Povia insieme a Bagnasco e Ferrara.
Luca non regge la pressione che deriva dall’essere ormai diventato simbolo dei “circoli della gnocca” e scappa dalla famiglia. Ritrovato da un parroco in una sauna per soli uomini, Luca si pente definitivamente e annuncia a tutte le tv che una vita senza figa non vale la pena di essere vissuta, convince i gay a effettuare suicidi di massa e prende così il posto dello spirito santo nella divina trinità.

20 gennaio 2009

Dal nostro inviato a Washington.

Ci colleghiamo con Washington, dove c’è il nostro inviato: Angolosbocco.

Sono iniziati i festeggiamenti per l’insediamento di Obama.
Il leader del Pd, Veltroni, ha provato ad avvicinarlo per stringergli la mano, ma Obama si è allontanato toccandosi.
L’ex presidente Bush ha detto che se già lui andava d’accordo con i pesci, figuriamoci un negro, che è molto più animale dell’uomo.
Il ministro degli esteri in pectore, Hillary Clinton, sfila per le strade di Washington mormorando strane formule voodoo.
Il papa non c’è, ha disertato la cerimonia in chiara polemica: i suoi collaboratori riferiscono che sua santità si chiede dove andremo a finire, dopo il presidente nero, il papa gay e bondi ministro.
Molte le delegazioni ufficiali da tutto il mondo: l’imperatore giapponese ha donato a Obama una spada da samurai, Gordon Brown a nome del Regno Unito ha portato una scultura inneggiante all’amicizia per la Casa Bianca, il premier israeliano ha ucciso un paio di bambini a Minneapolis in un'operazione di pace.

2 dicembre 2008

Statuto del Comitato “Anche il Pd nel Partito del Socialismo Europeo”.

Art. 1
È fondato il Comitato “Anche il Pd nel Partito del Socialismo Europeo”

Art. 2
Scopo del Comitato è rispondere in inglese alle telefonate incredule in arrivo dal resto d’Europa, prendersi i vaffanculo che girano per il Continente e firmare di nascosto l’adesione di vecchi partiti ormai sepolti ai documenti del Pse.

Art. 3
Il Comitato ha sede a casa di Fassino.

Art. 4
Il Comitato ha una dotazione di personale limitata al Direttore, il Custode della sede e il telefonista, che possono essere la stessa persona, purché non dica al telefono “we have a bank”.

Art. 5
Sono organi del Comitato il Presidente e il Consiglio di Liberazione.

Art. 6
Il Consiglio di Liberazione è composto da 3 membri, così individuati:
-    Un membro che faccia parte delle Fondazioni Italianieuropei e Red e che sia stato Presidente del Consiglio nonché Presidente di Commissione Bicamerale per le riforme, che assume la carica di Presidente del Consiglio di Liberazione;
-    Un membro che sia donna, Presidente di una Regione del Nord Italia e il cui cognome inizi per B, che assume la carica di Vicepresidente;
-    Un membro che sia Senatore, adepto del Presidente, pelato, il cui nome sia Nicola, che assume la carica di Segretario.

Art. 7
Per le riunioni del Consiglio di Liberazione verrà utilizzata la cucina di casa Fassino, il quale provvederà ad andare al cinema per non disturbare la riunione.

Art. 8
Il Comitato ha una durata limitata all’ottenimento dell’adesione del Pd al Pse. Considerata l'evidente irrealisticità del fine, il Comitato ha di fatto durata illimitata, a meno che il Presidente non decida diversamente in base a ragioni tattiche interne che solo lui può comprendere.

24 novembre 2008

Così piccoli e già democratici.

Ci siamo distratti un attimo e hanno fatto le primarie dei piccoli democratici. Sì, lo so, dovevano essere un mese fa, ma le hanno rinviate perché nessuno sapeva che ci sarebbero state e dunque nessuno sarebbe andato a votare. Invece nello scorso week-end tutti i giovani italiani erano in apprensione per le primarie e tutti i telegiornali hanno documentato le code ai seggi. Come no.

Le primarie hanno avuto un esito sorprendente: ha vinto l’ex segretario della sinistra giovanile, come si poteva prevedere da circa un anno e mezzo. Perché il Pd si apre al nuovo, alla partecipazione, a gggiovani che vengano da percorsi diversi dai vecchi partiti. Nel Pd non ci sono né correnti né tantomeno le vecchie giovanili che si accordano su chi eleggere. No no.

Il sito del Pd ci dice che hanno votato 121.623 giovani. Li hanno contati uno a uno, i votanti. Si sono segnati il numero, poi hanno estratto un numero della tombola e hanno moltiplicato le due cifre. Ci volevano i teodem per far uscire i miracoli dal recinto della religione e farli arrivare in politica: seggi vuoti e urne piene è un buon inizio. Ma anche no.

Il sito delle primarie junior ci dice che “nella serata di domenica sono arrivati a Raciti gli auguri del segretario del PD, Walter Veltroni”. Il sito non ci dice che Raciti appena ricevuti gli auguri non ha potuto far altro che toccarsi. Il flauto. Perché no?

Ma qual è il programma su cui è stato eletto Fausto Raciti?
Se lo chiedete ai suoi sostenitori, il programma è semplice: “asfaltare gli altri candidati”, “egemonizzare la giovanile del pd” (per la qual cosa ci vorrebbe un esorcista), “un posticino in consiglio comunale, grazie” (prego).
Se guardate sul sito, il programma c’è, con alcune chicche. “Aiutare il Pd a farsi popolo” è un’affermazione niente male...poi in base al principio “due popoli due stati” faranno Demoland, staterello democratico con capitale Reggio Emilia, presidente Veltroni, amministratore delegato dello Stato Bettini, capo dell’opposizione D’Alema.
Nel programma c’è anche la promessa di “costruire una comunità politica capace di farci correre nei problemi del domani”: non vi bastano i problemi di oggi? O forse avete intuito che il Pd è sempre in ritardo sull’agenda politica e così, mentre la gente scende in piazza contro il decreto Gelmini, voi manifestate contro il decreto Lupi. Che è il decreto Lupi? Boh. Però prima o poi Lupi sarà ministro e farà un decreto brutto brutto brutto. Bravi ragazzi, prevenire è meglio che curare. Sicuro? No.

sfoglia
febbraio        maggio