.
Annunci online

 
angolosbocco 
Bisognerebbe cercare di essere felici, non fosse altro che per dare l'esempio (Prévert)
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  aggregatore delle sinistre
OMONIMO (michi)
rip
GE-NIA-LE!
Robecchi!
teresa
chiara
il blog di paola
il giovane zwingli (stile!)
il fu titollo (degnocomparedifassino)
miss welby
albicoccoalcuraro
il popolo sovrano
egine
unaperfettastronza
zarathustra!
invarchi!
sostiene proudhon
anellidifumo
rojarosevt
PAPARAZZIN
my personal resp org!
ciro
TheBreakfastClub
mi ha scoperto! (grazie)
nato mancino
chuck norris!
il vocabolario di zio nario
  cerca

Free blog counters




"Quando ho la sensazione che in fabbrica ci sia un po’ di disordine – mi diceva un giovane industriale – quando vedo che si profila uno sciopero, io prendo il mio yacht. Me ne vado. In crociera. Alle Bahamas. E mi porto dietro un po’ di operai". "Come viaggio premio?". "No, come ostaggi".
(Marcello Marchesi)


STUPIDARIO COMUNALE

"Mia figlia è stata assunta fruttai" (full-time, ndr)
"Melfi non è in Campania? AH già, infatti i miei parenti sono della costiera amalfitana, vengono da Malfi"
"Qui c'è una lettera che mi critica sul giornale. Ah, ma voglio proprio vedere la Stampa di domani. C'è scritto 'segue firma', domani la pubblicheranno!"

"Ho visto un soggiorno lifting..."
"C'è stata un'altra manifestazione di splatters"
(nel 1998): "Sono indaffarata per il centenario della Repubblica
"Ho saputo che tuo padre ha avuto un iptus".
"C'è in linea l'assessore della Fiat".
"Hanno trovato un pesce metà squalo metà serpente. Esiste da 80 milioni di anni!"."E' tutta colpa degli esperimenti nucleari".
"Abbiamo il nostro uomo all'Havana". "Non conosco il dottor Lavana".
(cercando la dott.ssa Cortese): "Avrei appuntamento con la dottoressa Gentile".
"Scusate il ritardo, ho dovuto portare mia moglie dallo speleologo".
(parlando dei propri associati): "I miei sudditi..."



__________________________________

"Per egemonizzare il pd servirebbe un esorcista". (tatablues)

"Ratzy è un pinguino vestito di bianco che dice porcherie". (Ale della classe di Antigone)




"Gli aziendalisti sono diversamente universitari".
(Zarathustra)

"Yes, weak end". (Indyeuge)




La frase del momento
La cordata, non c'è altro modo.

La jena più bella degli ultimi giorni

Infiltrati.
Maroni lancia l'allarme su possibili infiltrati nel corteo della Fiom. Oddio, ci va anche lui?

[www.lastampa.it]

Consigli per gli acquisti
Un terzino destro.

Il mio personale Pantheon del momento
Michele Serra
Bruno Buozzi
Javier Zanetti

James Bond
Giacinto Facchetti

La canzone del momento
Save the last dance for me (Tina Turner)

 

BlogNews


 

Diario | Attico | Le avventure del giovane Zwingli | Il Barone Rampicante | Vita da Al Fano |
 
Diario
969888visite.

4 dicembre 2013

Dicembre ricco, mi ci ficco.

In diretta da Presa di Rete, dove angolosbocco svolge la funzione di misterioso ospite fisso:


Pensavate di cavarvela col Natale, un paio di cene coi parenti, uno scambio di regali coi colleghi per avere cose da riciclare alle suddette cene dei parenti, qualche chilo da smaltire e bye bye dicembre? Non quest’anno, non nel 2013.

Non so se vi è chiaro che mese ci aspetta. L’ultimo vero partito italiano il prossimo weekend elegge il segretario, e poi domenica ci sono pure le primarie del Pd. In tutto questo rinasce Forza Italia, rinasce AN, Galliani forse lascia il Milan, Alfano fonda un nuovo partito e Letta non si sa se dura a Palazzo Chigi.

E tutte queste cose sono collegate. Diceva il saggio che se una farfalla sbatte le ali in Cina, in Italia il Pd si allea con Giovanardi. E la farfalla che sbatte è quella di Belen, vabbè, ci siamo capiti.

Per fare ordine in questo caos eccovi il nuovo servizio “Scenari dal mondo”, sponsored by Border Radio: one nation, one station, ma non siamo noi.

SCENARIO A

Renzi vince le primarie e prende Civati come vice, Salvini diventa segretario della Lega e prende il cognato di Fassina come austita, Cuperlo si candida alle condominiali di casa sua ma le perde contro Galliani, Barbara Berlusconi si iscrive al Nuovo Centrodestra di Alfano portando con sé Kaka, Montolivo e Vincent Cassel, che non c’entra un cazzo ma passava di lì e pareva brutto non cagarlo, Berlusconi nomina Dudù amministratore delegato del Milan e compra Messi, Lilli e il vagabondo, quest’ultimo ceduto in prestito al Genoa in cambio di un briefing con la moglie di Gilardino. In tutto questo Letta si dimette e Napolitano in nome della stabilità nomina premier Violante e Quagliariello, insieme, che lanciano un coraggioso programma di riforme innovative: diversificazione dei diritti civili (matrimonio solo per gli etero, divorzio solo per i gay) e liberalizzazione completa del mercato del lavoro ma con il rigido limite di massimo 10 anni consecutivi di schiavitù. La Roma fa il record di 23 pareggi consecutivi, mentre Repubblica diffonde uno scoop incredibile: ad Arcore non c’era la vera Belen bensì Rosy Bindi con una parrucca nera.

SCENARIO B

Civati vince le primarie e prende Civati come vice, Cuperlo fonda il nuovo partito “Socialisti d’altri tempi con Cuperlo” ma perde il congresso fondativo contro Renzi. Bossi diventa segretario della Lega, Berlusconi di Forza Italia, Fini di Alleanza Nazionale: Civati, Renzi e Cuperlo, presi dal panico, uniscono le forze e fanno deportare Occhetto in Polinesia. Galliani lascia il Milan e fonda un suo partito dal nome sobrio, Barbara devi morire, ma prende solo lo 0,5% e retrocede. Barbara Berlusconi dal canto suo lascia il Milan e fonda un suo partito dal nome altrettanto sobrio, Adriano pelato del cazzo, candida Balotelli capolista e lo fa eleggere al Parlamento europeo, dove Mario dà lezioni private di inglese a Pittella. Berlusconi, Silvio, nomina come amministratore delegato del Milan Luciano Violante, che rimpiange Balotelli in quanto ragazzo di Salò, esonera Allegri in quanto troppo poco riformista e lo sostituisce con la figlia di Vittorio Mangano in quanto figlia di Vittorio Mangano. In tutto questo Letta viene sfiduciato e Napolitano in nome della stabilità nomina premier Gianni Morandi, che lancia un coraggioso programma di riforme innovative: piano straordinario di investimenti per realizzare fognature belle e accoglienti, lotta alla discriminazione degli orientamenti alimentari, meritocrazia spinta con la campagna “uno su mille ce la fa, gli altri 999 si fottano”. La Roma fa il record di 25 pareggi consecutivi, mentre Repubblica diffonde uno scoop incredibile: ad Arcore tra Belen e la Minetti non c’era Berlusconi bensì Saviano. Scalfari muore d’infarto.

SCENARIO C

Cuperlo vince le primarie. No dai, vabbè, a questa non ci crede nessuno.

 

23 maggio 2013

Duna volante (pericolo costante).

Quand’ero piccolo per fare la pace bastava dirselo, o darsi la mano.
Ora, dice il ministro della difesa, servono gli F35.
E dicono che i costumi non si evolvono.

Che poi il ministro Mauro, ricordiamocelo, è un ciellino puro, 100% compagnia delle opere.
Ecco, già me li vedo.
Meeting dell’amicizia, Rimini, 2013: “Scambiatevi un segno di pace”. E in platea tutti iniziano a scambiarsi cacciabombardieri. è un po’ complicato a livello logistico, ma vuoi mettere l’impatto emotivo?

Gli F35, questi sconosciuti. No perché per comprarli bisogna davvero non conoscerli.

L’F35 è prodotto in 3 versioni, per venire incontro alle esigenze della famiglia ma anche dei palati più raffinati: l’allestimento base atterra e decolla normalmente, la versione comfort decolla normalmente e atterra in verticale. E poi c’è la versione abarth, con il decollo a catapulta (problema della catapulta: pare che via sia la possibilità che l’aereo resti immobile e la portaerei parta all’indietro).

L’F35 “non è in grado di virare, né di salire di quota, né di accelerare”. Però pare che faccia un caffè cremoso che è la morte sua. Sua del pilota, s’intende. (Sta cosa l’ha detta un tipo della Lockheed. Fosse un aereo costruito dalla Boeing capirei, ma è prodotto dalla Lockheed).
L’F35 ha problemi di visibilità posteriore. No, non è un problema per il parcheggio, è che in teoria gli F35 servirebbero per combattere anche contro altri aerei. Altri aerei che vedono dietro, virano, salgono di quota, accelerano. Praticamente come giocare scapoli contro Real Madrid (o Bayern contro ammogliati, fate voi).
L’F35 non può fare l’atterraggio verticale (quello necessario per atterrare su molte portaerei) se c’è tempo caldo, umido o se c’è bassa pressione. Però considerato che le portaerei di solito le trovi nei deserti o in alta montagna non dovrebbe essere un vero problema. (a dire il vero può atterrare con caldo o umido, ma prima deve sganciare le bombe e finire la benzina. Comodo, economico, quasi furbo).
L’F35 non vira, non accelera, non sale, non vede dietro e non atterra. Insomma, è una Duna Weekend con le ali. Ma costa come tutta la Fiat.


L’Italia avrebbe tanto bisogno di un refresh, e invece ci danno i cacciabombardieri di pongo. Chiedo F5 e mi danno F35: cristo, perché?

14 maggio 2013

vocazione testamentaria.

nel pd si profila un derby tra epifani renzi e cuperlo renzi per il prossimo congresso, con qualche outsider tra cui renzi.
ma scopriamo chi sono gli aspiranti segretari e quale pd vogliono guidare.

matteo renzi

renziano di culto fonziano, rottamatore andato oltre la rottamazione pur di ottenere l'appoggio di gianni vernetti (per chi non conoscesse vernetti: l'anello di congiunzione tra renato altissimo e barbara palombelli), matteo renzi è il favorito per corsa alla segreteria, nonché l'unico a cui dichiaratamente non frega nulla del pd. se vedete in tutto ciò una contraddizione non siete dei veri democratici. renzi è l'enfant prodige della politica: campione di quiz a 20 anni, presidente della provincia senza sapere cosa sia la provincia a 29, sindaco di firenze a 34, aspirante sindaco di arcore a 36,
aspirante maggiordomo di marchionne a 37, a 38 anni diventa il primo politico che perde le primarie e vince le elezioni in contumacia. vuole un partito che non gli rompa i coglioni quando tenterà di diventare premier per realizzare un ambizioso programma basato su (omissis). punto a favore: non è di sinistra. punto a sfavore: non è di sinistra.
è appoggiato da giovani rottamatori come fassino e franceschini, ex rutelliani, ex demitiani, finti dalemiani e dal pdl.


gianni cuperlo
giovane promessa della sinistra dal 1987, ha un brillante futuro alle spalle. così alle spalle che nel pd qualcuno ha pensato a lui. uomo d'apparato, sufficientemente impalpabile da passare inosservato a chiunque (a parte il cognato di fassina), cuperlo piace ai giovani turchi e ai vecchi dirigenti che i giovani turchi fingono di detestare. pare sia persona molto colta e profonda (almeno così dicono i 63 politici e para-politici che lo conoscono), perfetta per incarnare il tipico partito di sinistra che spiega agli elettori cosa devono pensare, salvo scoprire dopo che gli elettori non gli hanno dato retta. punto a favore: nelle discussioni avrebbe sempre ragione. punto a sfavore: nelle urne avrebbe sempre torto. il suo pd potrebbe durare 80 anni e arrivare al 5% teorizzando la propria necessità materiale e storica.
è appoggiato dagli ex collaboratori di d'alema, dai neodalemiani, forse da renzi in accordo con d'alema e da d'alema.

gianni pittella

vicepresidente del parlamento europeo, noto in basilicata e (fuori dai confini lucani) a gianni cuperlo, è considerato l'uomo di d'alema in europa. ha dichiarato di volersi candidare ma nessuno gli ha dato retta. punto a favore: non è epifani né cuperlo. punto a sfavore: è pittella.
è appoggiato dalla sua famiglia, dai dalemiani in esilio e dall'edicolante di d'alema.

pippo civati

figuriamoci se può vincere uno così, che dice robe sensate e non ha nemmeno un simil-dalemiano a sostenerlo.


guglielmo epifani FORSE GIUSTAMENTE SI VERGOGNA
non comunista, non democristiano, non giovane, non trascinatore di folle, è in perfetta continuità con la linea della non vittoria, del non governo e del non cambiamento. ha uno zoccolo duro nei pensionati della cgil, in particolare stravedono per lui ipovedenti e moribondi. vuole mettere le pensioni al primo punto e fare il pieno del voto anziano. punto a favore: i vecchi sono tanti. punto a sfavore: i vecchi muoiono. il suo pd potrebbe durare 3-4 anni, massimo 6 seguendo una dieta equilibrata e prendendo regolarmente la cardioaspirina.
è appoggiato da ex dalemiani come bersani, ex alleati di d'alema come i popolari, qualche veterodalemiano sparso e dal cane di d'alema.

new entry: sergio chiamparino
RITIRATO PRIMA DEL VIA
renziano di culto chiampariniano, amante di chiamparino, ex sindaco della città di chiamparino e attualmente presidente della fondazione san chiamparino. marchionne ne apprezza l'umiltà. punto a favore: la fiat. punto a sfavore: la fiat, soprattutto la duna.
è appoggiato da chiamparino e dalla corrente dalemiana della uil.

maybe entry: stefano fassina NON ENTRY PERCHE' NON LO VOTA MANCO IL COGNATO
ex responsabile economico del pd, ex giovane turco, ex giovane, ex sinistra pd, è passato dall'opposizione di concetto al governo monti al posto di viceministro nel governo letta-alfano passando per la celebre frase "l'elezione di franco marini al quirinale ci riconnetterebbe sentimentalmente al paese" che gli è valsa tre nomination per l'ambito Hashish d'oro 2013. punto a favore: nessuno. punto a sfavore: il cognato.
è appoggiato da suo cognato.

ghost entry: "una donna cattolica di successo" RITIRATA IN CONVENTO

chi è la candidata che aleggia nei retroscena dei quotidiani? sono da scartare alcune ipotesi: emma bonino (non è cattolica), anna finocchiaro (non è di successo), rosy bindi. rimangono in lizza suor paola e roberto formigoni.

19 novembre 2012

mondo juve. (la società dei prescrittoni)

Antefatto, o mondo reale.
In un processo sportivo sul doping si arriva a sentenza, ma la Juventus non viene condannata per avvenuta prescrizione. In un parallelo processo penale la Juventus viene assolta poiché i fatti (il doping) sono avvenuti prima che il doping fosse reato. Anni dopo in un processo sportivo la Juventus con Milan, Fiorentina e Lazio vengono condannate per aver creato un sistema per falsare i campionati a proprio favore, con designazioni e decisioni arbitrali pilotate. Non tutto si sa di quel sistema, poiché molte comunicazioni avvenivano tramite sim svizzere non intercettate, procurate dai vertici della Juventus a designatori e arbitri. La Juventus viene riconosciuta colpevole di essere a capo di quel sistema tramite il proprio amministratore delegato e direttore generale (da cui la responsabilità diretta): le viene revocato lo scudetto 2005 e viene retrocessa all’ultimo posto della classifica del campionato 2006 (con conseguente retrocessione). In base alla nuova classifica 2006 risulta prima l’Inter, che in automatico (come da regolamento federale) risulta Campione d’Italia. In un parallelo processo penale, i vertici della Juventus dell’epoca (quelli da cui discese la responsabilità diretta) sono ritenuti colpevoli di frode sportiva e associazione a delinquere e condannati a 5 anni abbondanti di carcere. Qualche anno dopo la procura federale ritiene che sia emerso materiale su cui basare un nuovo processo ai danni di altre squadre, tra cui l’Inter. Poiché gli anni passati farebbero scattare la prescrizione, non si tiene alcun processo, non si giunge ad alcuna sentenza e non si può quindi sapere se le squadre accusate, Inter compresa, sarebbero risultate colpevoli o innocenti, e in che misura. Fine dell’antefatto.

Antifatti, o mondo juve.
In un complotto sportivo sul doping si arriva a sentenza e la Juventus non viene condannata per avvenuta prescrizione, cioè è innocente. In un parallelo processo presso la Corte di Giustizia de L’Aja diverse società, tra cui l’Inter, vengono condannate all’ergastolo per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina di migliaia di criminali tramite la falsificazione di passaporti: il giocatore Recoba, in particolare, venne fatto entrare in Italia con il nome di Jason Bourne. Anni dopo un complotto sportivo di dimensioni incredibili – ordito dall’Inter tramite la Telecom che a sua volta controlla le menti dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, del Procuratore Federale Palazzi, della Corte di Giustizia Federale e della Procura della Repubblica di Napoli – provoca la condanna di Juventus, Milan, Fiorentina e Lazio. Dette società vengono condannate per aver fatto quattro chiacchiere sul tempo, utilizzando sim rigorosamente italiane, con qualche designatore arbitrale, a differenza dell’Inter che invece falsava i campionati insieme agli arbitri ai danni della Juventus. Per chi non lo sapesse l’Italia confina con Francia, Germania, Austria, Lichtenstein e Slovenia. Alla Juventus vengono tolti due scudetti con una decisione di Guido Rossi, nominato dall’Inter alla guida della Federcalcio. Guido Rossi inoltre stabilisce la retrocessione della Juventus e attribuisce all’Inter gli scudetti 2006, 2007, 2008, 2009, 2010. La Champions League 2010 viene vinta dal Cska Mosca. In un processo penale i cui giudici sono Guido Rossi e Massimo Moratti i vertici della Juventus dell’epoca vengono condannati per associazione a delinquere, cioè sono innocenti. Qualche anno dopo il Procuratore Federale Palazzi di colpo si libera dal controllo mentale esercitato dall’Inter e, sulla base di intercettazioni da cui emerge che i campionati 2005 e 2006 erano stati truccati dall’Inter a proprio favore, scrive una requisitoria di decine di pagine in cui l’Inter emerge come super colpevole, ma per colpa della prescrizione non si svolge il processo e l’Inter si salva. Cioè è colpevole. Passa ancora qualche tempo e il Procuratore Federale Palazzi, nuovamente assoggettato al controllo mentale da parte dell’Inter, accusa Bonucci e Pepe di illecito sportivo. Che quindi sono innocenti. Palazzi accusa anche Conte di omessa denuncia, e Conte viene condannato ad alcuni mesi di squalifica. Cioè è innocente.

E poi stiamo ancora a chiederci come ha fatto Berlusconi a governare per vent’anni.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. juve merda

permalink | inviato da angolosbocco il 19/11/2012 alle 15:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

7 novembre 2012

l'italia vista da casini.

I gay hanno diritto a non essere picchiati solo se superano il 42,5%.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. legge elettorale omofobia

permalink | inviato da angolosbocco il 7/11/2012 alle 23:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

4 settembre 2012

L'oroscopo di Bob Brevsknskyisn - Autunno 2012.

Compiti per tutti. Fai due nuove promesse a te stesso: una facile da mantenere e una che preveda di dare via il culo.

Ariete. L’acro-yoga è una disciplina piuttosto recente. Secondo un opuscolo che ho letto a Santa Cruz, “fonde la saggezza spirituale dello yoga con l’amorevole gentilezza del massaggio e la forza dinamica degli esercizi acrobatici”. Probabilmente era il volantino di un bordello. Impara la lezione: i nomi esotici spesso nascondono prestazioni sessuali a caro prezzo.

Toro. Quasi tutti i cambiamenti avvengono in modo lento e progressivo. Si verificano così gradualmente che è difficile notarli, pur vivendoci in mezzo giorno per giorno. Tu ancora non te ne sei reso conto, ma un tempo eri niente male e ora fai schifo.

Gemelli. Ultimamente hai passato molto tempo nelle zone più stravaganti del paradiso e in quelle più incantevoli del limbo. Sei perfino riuscito a stare in entrambi i posti contemporaneamente. C’è stata un po’ di confusione tra quello che volevi e quello che non volevi. Ora che hai smesso con l’oppio forse le cose miglioreranno. Forse.

Cancro.
Stuzzica, seduci e solletica, Cancro. Sii penetrante, accattivante e provocante. Ma non dilungarti troppo: fatti desiderare. Ammicca, per un effetto teatrale. Perfeziona il tuo sorriso più enigmatico. Lancia allusioni e alimenta misteri. Poi però non ti stupire se ti danno della troia.

Leone.
“L’anima deve sempre star socchiusa”, ha scritto la poetessa Emily Dickinson, “perché, se il cielo viene a visitarla, non debba aspettare, oppure andarsene, temendo di disturbarla”. Bella cagata, starai pensando. Pensa: ti attende un autunno di cagate.

Vergine. Nei film di Batman la Setta delle Ombre vuole riportare equilibrio nella civiltà e per farlo non esita a distruggere interi popoli. Nei prossimi mesi ti sentirai come il cavaliere mascherato e ti sembrerà di combattere in solitudine contro un nemico molto potente e malvagio. Ma non durerà a lungo: già il primo lancio dal balcone potrebbe esserti fatale.

Bilancia. “La vita ci dà sempre la guida di cui abbiamo bisogno”, diceva la maestra zen Charlotte Joko Beck. “Compresi ogni zanzara, ogni disgrazia, ogni semaforo rosso, ogni ingorgo stradale, ogni superiore (o subalterno) insopportabile, ogni malattia, ogni perdita, ogni momento di gioia o di tristezza, ogni dipendenza, ogni rifiuto, ogni respiro”. Apprendi, Bilancia, che peggio dei maestri zen ci sono le maestre zen. E apprendi anche che le zanzare non sono una guida, l’autan sì.

Scorpione. La tua immaginazione ha dimensioni epiche. C’è qualcun altro capace come te di girare il mondo senza mai uscire di casa? O che può reincarnarsi due volte nel giro di poche settimane, senza la scocciatura di morire sul serio? Ecco, ora fatti furbo e trovati un lavoro.

Sagittario. Nella mitologia norvegese, Fenrir era un grosso lupo cattivo che gli dèi volevano tenere sempre legato. All’inizio usarono catene di metallo, ma la bestia si liberò. Poi incaricarono i nani di costruire le catene con sei ingredienti impossibili: l’energia di un orso, lo sputo di un uccello, il respiro di un pesce, la radice di una montagna, la barba di una donna e il rumore che fa il gatto quando cammina. Questi ceppi magici non erano più spessi di un nastro di seta, ma funzionavano. Fenrir non poteva più fuggire. Pensa te quanto fumavano i vichinghi.

Capricorno. È ora che la tua mano destra scopra cos’ha fatto ultimamente la sinistra, e viceversa. Da un po’ di tempo ognuna si occupa dei fatti propri e adesso sarebbe bene che lavorassero insieme. No, non sto parlando di masturbazione. Tirati su i calzoni. Subito. E impara a capire le metafore, idiota.

Acquario. Nel libro della Genesi, Giacobbe sogna angeli che salgono e scendono da una scala lunga fino al paradiso. Questo palese delirio non ha impedito a Giacobbe di farsi un nome e alla Bibbia di vendere un bel po’ di copie. Eppure nella vita non va sempre a finire così. I tuoi deliri, per esempio, ti porteranno solo parcelle dello psichiatra.

Pesci. Un vecchio capo indiano disse “Noi non coltiviamo la terra, noi cresciamo al sole e all’acqua come ortaggi, e la terra ci coltiva. Ehi tu, passami ancora un goccetto di whisky, eh, grassie, eh op, buono buono”. Questo autunno ubriacati di whisky e dimentica per qualche mese quant’è squallida la tua esistenza.

25 gennaio 2012

L.I.I.A. – Lega per l’Intolleranza alle Intolleranze Alimentari.

Dice uichipidia: è stato stimato che il 20% circa della popolazione ritiene di essere intollerante o allergica ai cibi, mentre, per quanto riguarda le sole allergie, gli accertamenti mirati hanno definito l’incidenza di queste intorno all’1,4–2%.

Dunque il restante 18–18,6% è intollerante? No, il restante 18–18,6% è mitomane: ritiene di essere intollerante e invece è sano come un pesce. A dire il vero potremmo dire che questo diociottopercento è intollerante, a patto di accettare “intollerante” come sinonimo di “mitomane”. Il che, detto tra noi, è proprio vero.

Vent’anni fa esistevano gli allergici? Certo, da sempre c’è gente che mangia un pezzo di melanzana e diventa viola, si gonfia e se non fai qualcosa magari muore pure (per la serie “mmm, sta parmigiana è proprio la morte sua”).

Vent’anni fa esistevano gli intolleranti? Certo, erano quelli che picchiavano i neri. Ora se dai a uno dell’intollerante invece che offendersi ti risponde “eh sì, il lattosio proprio non lo digerisco”. Lo vogliamo dire una volta per tutte? Le intolleranze sono solo una moda del cazzo. Però una moda molto remunerativa, ci sono dietisti o altre professioni assurde che ci campano su (e con i soldi che fanno mangiano qualunque roba, visto che sanno benissimo di non essere intolleranti a un bel niente).

Oggi se non sei intollerante a qualcosa non sei nessuno. Ci sono gli intolleranti semplici (latte, pane, peperoni), gli intolleranti generali (latticini, carboidrati, pesce), gli intolleranti specifici (latte albumina, istamina, miristicina), gli intolleranti creativi (la buccia del pomodoro crudo, il formaggio che fila, il riso a cena, la mocetta d’asino, gli organismi che vengono dall’acqua) e gli intolleranti sfigati (alcol, caffè, zuccheri).

Queste simpatiche persone non sono allergiche, è solo gente che si vergogna a dire che certe cose non le piacciono. Non ti aggradano i formaggi? Nessuno ti obbliga a mangiarli, ma non scassarci la minchia (no, correttore di word, non ho detto mischia, ho detto proprio minchia) che sei intollerante al caglio. Anch’io potrei dire di essere intollerante a mozzarella, cavolfiori, broccoli, finocchi, olive, gorgonzola, polipi, seppie, ricotta, gin, tonica e pompelmo. La verità è che mi fanno schifo.

Qualcuno dirà “ma no, ci sono cose che mi piacciono ma che non riesco a digerire”. Senti, mia nonna alla sera non mangiava i peperoni perché diceva che le “tornavano su”, ma non era intollerante a un cazzo. Vediamo di essere chiari: se hai la gastrite hai la gastrite, non sei intollerante. Curati la gastrite e mangia, per favore, mangia.

Perché diciamocelo una buona volta: l’unica cosa a cui vale la pena essere intolleranti è la stupidità, di cui le intolleranze alimentari fanno inequivocabilmente parte.

17 gennaio 2012

Chiamatelo Neurino.

A Torino sia il Pdl che i grillini propongono di emettere e diffondere il “taurino”, una moneta complementare, per sostenere l’economia locale e difendere i poveri cittadini dal carovita e dalla crisi dell’euro. E il capogruppo di Sel non esita ad appoggiare la proposta con entusiasmo.

Sarà bello avere una zecca comunale per stampare i taurini, la cui moneta da due taurocent avrà sopra il campanile di san marco per distinguerla dai due centesimi di euro. Le banconote invece avranno i volti di illustri torinesi: il Conte di Cavour, Piero Gobetti, Primo Levi, Flavio Montrucchio.

La diffusione sarà semplice: in ogni edicola si potrà acquistare un taurino al prezzo di 1,25 euro, tanto per incasinare un po’ i conti.

Questo permetterà di sostenere l’economia locale? Certo, la fondamentale industria di produttori di macchine per stampare banconote già si frega le mani. Anche i fabbricanti di parchimetri stanno fiutando il giro d’affari connesso al cambio di tutti gli apparecchi

Questo permetterà di difendere i cittadini dal carovita? Ovvio, che domande: tu vai dal panettiere con i taurini invece degli euri, quello ti prende per scemo e non ti vende il pane, così alla fine hai risparmiato. Per ovviare all’inconveniente della fame si sta pensando di emettere la moneta da due taurini in cioccolato invece che nichel.

Questo permettà di proteggersi dalla crisi dell’euro? Naturalmente sì. Infatti le quotazioni dell’euro rispetto al dollaro cambiano ogni giorno, e questo incasina i cittadini dato che i prezzi a Torino sono notoriamente in dollari. Invece con i taurini saremo tutti a posto.

L’introduzione del taurino non avverrà con una delibera, bensì con una grida manzoniana (non si sa ancora se “Renzoooo”, “Agneseeeee” o “Piciuuuu”).

E ora tutti si chiedono quali grandi novità seguiranno il taurino. Angolosbocco le sa: rimetteremo in circolazione i tram a cavalli (con la metro c’è qualche problema perché va troppo veloce e i cavalli rimangono schiacciati sotto i vagoni), ripristineremo il reato di adulterio e il delitto d’onore (se la moglie è zoccola il marito se la cava con una multa di qualche taurino di cioccolato) e gli studi di design verranno sostituiti da botteghe di maniscalchi (che se no chi fa la manutenzione ai tram?).

Il problema è sempre lo stesso: la fuga dei cervelli. O meglio, il fatto che i corpi vengano eletti in consiglio comunale.

23 dicembre 2011

Giacomo Dai.

giacomo dai dai cazzo!

giacomo dai dai da mangiare al cane. (daidaida mi sa molto di figura retorica). (invece giacomo dai e basta mi sa più di figura da coglione).

giacomo dai la palla a oceano.

giacomo dai la palla a baya.

giacomo dai se butti la palla di baya nella baia poi solca per l'oceano e oceano piange. (chiamate la neuro)

giacomo dai, buon onomastico, oggi è san dai.

giacomo dai dai.

giacomo dai daidaidai (feat. rené ferretti).

giacomo dai agnelli in pasto ai lupi.

giacomo dai è proprio un nome da scemo.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giacomo dai agnelli premio coglione 2011

permalink | inviato da angolosbocco il 23/12/2011 alle 21:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

6 dicembre 2011

La manovra.

E alla fine il governo fece la manovra.
E che manovra. Un po' come quando vai in retromarcia e pigli un albero. Nel senso che non passi inosservato ma non per bravura, ecco.

E' tornata l'Ici ma si chiama Imu. Quando il governo ha illustrato la manovra ai giovani, quelli pensavano che fossi iMu, l'app che scuoti l'iphone ed esce il latte fresco.

Notevole la riforma previdenziale: all'inizio fu lo scalone maroni. Poi furono gli scalini damiano. Mo' ci sono i salti-che-manco-batman fornero, con gente che doveva andare in pensione nel 2012 che ci andrà nel 2017, sempre che l'azienda dove lavorano non chiuda, non vada all'estero o non venga chiusa per attentato al buonsenso causa produzione della freemont. O anche tutte e tre le cose assieme.

E vogliamo parlare delle pensioni degli attuali vecchi? Quelle sopra i 936 euri non vengono più rivalutate con l'inflazione. Il pane aumenta? Mangia di meno. Il latte aumenta? Bevi di meno (o scaricati iMu). La retta dell'ospizio aumenta? Crepa.

Poi c'è una specie di tassa dell'1,5% sui capitali rientrati con lo scudo fiscale. Ve la ricordate? Era la roba che aveva proposto bersani, e tutti a dirgli che non si poteva fare, che era un cretino. Ora la fa monti ed è un genio. No, dico, il pd è così credibile che pure quando sono più avanti di tutti fanno comunque la figura dei coglioni.

C'è una supertassa sugli elicotteri e sugli yacht. Il motivo è chiaro: tu sei un pensionato con la pensione bloccata, la figlia in mobilità che deve aspettare 3 anni per la pensione e il nipote disoccupato. Arrivi alla quarta settimana del mese e non riesci più a comprare carne, ma non ti lamenti, eh no, perché pensi "beh, ma i ricchi hanno la tassa sullo yacht". Perché minchia, questa è l'equità e se non ti piace vai a fare la rivoluzione in bolivia, stronzo.

E alla fine ci sono le briciole, tipo 5 miliardi di tagli a regioni, province e comuni. Perché in fin dei conti il paese è bloccato per via di tutti questi lacci e lacciuoli, come gli asili, l'assistenza sociale, i musei, i vigili urbani. Basta con gli sprechi, basta con le spese inutili! Aboliamo i semafori rossi! Privatizziamo i disabili! Chiudiamo i nidi e portiamo i bambini al museo, che si istruiscono anche! 

In definitiva diciamo che l'Italia aveva dei problemi anche seri (e ragionava pure male). Era come un uomo con una gamba 40 centimetri più corta dell'altra. Oh, 40 centimetri sono tanti. Cammini storto che mica c'è da scherzare. Sei completamente senza equilibrio, ti viene la schiena curva, non riesci a combinare un cazzo. Insomma, un problemone.
Serviva un lavoro difficile. Bisognava aggiungere un pezzo di gamba artificiale da una parte, e tagliare l'osso per un 15-20 centimetri sull'altra gamba. Un'operazione complicata. E proprio per questo abbiamo preso un chirurgo ortopedico della madonna, uno che il mestiere lo conosceva davvero.
Questo prepara l'equipe per l'operazione. Addormenta il paziente, si fa passare il bisturi, apre la gamba più lunga e... sbam! la distrugge a martellate.

Aspetta che ci svegliamo dall'anestesia, aspetta, non scappare, aspetta.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. manovra monti pensioni droghiamoci

permalink | inviato da angolosbocco il 6/12/2011 alle 0:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio